Tag: Anna

Anna in Casa: ricette e non solo: Quadrotti di polenta in padella

Anna in Casa: ricette e non solo: Quadrotti di polenta in padella

Domani finalmente riprenderò ad andare in palestra, è da maggio dell’anno scorso che sono ferma. Strano detto da me, vero? Chi mi conosce sa bene che non amo l’esercizio fisico, ma ho voglia di ricominciare, di seguire gli esercizi mirati del terapista, così da stare meglio e alleviare i dolori articolari.

Oggi sarò fuori tutto il giorno: la mattina analisi del sangue e dentista, pomeriggio lastre varie, così domani chi mi segue in palestra sa come muoversi.

Intanto mi conviene sbrigarmi a pubblicare e uscire veloce veloce, altrimenti farò tardissimo.

Ciao ciao…

,

Quando preparo la polenta ne preparo sempre in abbondanza e poi la utilizzo per giocare a creare nuove idee. Infatti quella di oggi è una ricetta riciclosa, adatta a tutti e super veloce.

Ingredienti

polenta avanzata

trito per soffritto –

        sedano, carota, cipolla

passata di pomodoro

2 cucchiai di ricotta

formaggio grattugiato

*quando avanza la polenta cerco di conservarla dandole una forma abbastanza regolare, in modo da tagliarla facilmente al momento dell’utilizzo.

Procedimento

Tagliare la polenta a quadrotti di dimensioni più o meno dei gnocchi di patate.

In una padella abbastanza capiente versare un filo di olio evo e appena caldo unire il trito per soffritto; aggiungere un cucchiaio di acqua per evitare che si brucino.

Quando le verdure sono pronte unire la salsa di pomodoro e, dopo qualche minuto, versare nel sugo i quadrotti di polenta.

Far insaporire bene girando di tanto in tanto, unire anche la ricotta, mescolare e infine cospargere con il formaggio grattugiato e servire ben caldo.

Anna in Casa: ricette e non solo: Pastorizzare i tuorli

Per i dolci che prevedono l’uso delle uova a crudo, come ad esempio il  tiramisù, io scelgo di pastorizzarli da me. 
Per pastorizzare sarebbe previsto l’uso del termometro ma nel caso non lo aveste non preoccupatevi, potete misurare la temperatura dello zucchero diluito bagnandovi le dita sotto l’acqua fredda e pizzicando appena lo zucchero, se si forma una pallina non troppo dura il prodotto è pronto.
E’ un procedimento semplicissimo ma, se non avete voglia o tempo di pastorizzare i tuorli, gli albumi o le uova intere, ormai nei supermercati si trovano confezioni (solitamente nel banco frigo vicino al latte) che già hanno previsto questo passaggio.

Con 90 gr di tuorli e 170 gr di zucchero, la dose di acqua è di 50 ml. io aumento e diminuisco le dosi tenendo conto del peso dei tuorli: questa quaNtità con l’aggiunta di 250 gr di mascarpone e 250 gr di panna montata è sufficiente alla preparazione di crema per 6-8 persone.


Nella planetaria versare i tuorli e iniziare a mescolare lentamente,

intanto in una casseruola sciogliere nell’acqua lo zucchero a fuoco moderato tenendo a portata di mano il termometro da cucina. 

Non rimescolate e utilizzate la sonda per muovere appena il liquido senza sporcare però le pareti della pentola per evitare di sporcarle, questo potrebbe provocare la rapida cristallizzazione dello zucchero e rovinare lo sciroppo.

Tenete sotto controllo la temperatura

e appena raggiungete i 121° o formate la pallina morbida tra le dita, spegnete e

versate il liquido a filo lasciandolo cadere lungo la parete della planetaria e mantenendo la velocità delle fruste lenta, per evitare che lo zucchero schizzi tutto intorno e per effetto centrifuga si attacchi alle pareti della ciotola cristallizzandosi e rovinando irrimediabilmente la crema ( non si scioglieranno assolutamente!).

Una volta versato tutto lo sciroppo e aumentate la potenza delle fruste.  Montare il composto fino a raffreddamento, cioè fino a quando toccando la ciotola della planetaria la sentirete fredda..

Anna in Casa: ricette e non solo: Torta morbida alle mandorle

Anna in Casa: ricette e non solo: Torta morbida alle mandorle

Lo confesso, inizio la settimana con un dolce alle mandorle perchè avevo della farina in cadenza e la dovevo utilizzare prima del 31 gennaio. Scadenza a parte, la ricetta trovato piena approvazione: servita e divorata in un lampo.

Ingredienti

250 g di farina di mandorle

150 g di zucchero di canna

4 uova medie

100 ml di olio di semi di mais o girasole

8 g di lievito per dolci

Procedimento

Scaldare il forno a 180° e foderare con carta forno una tortiera da 22 cm di diametro ( o da 24 cm, la torta verrà solamente un po’ più bassa).

In una ciotola rompere le uova,

aggiungere lo zucchero di canna e mescolare con 

la frusta elettrica.

Unire l’olio, mescolare e

aggiungere l’aroma vaniglia.

In ultimo unire la farina di mandorle e

il lievito per dolci.

Versare il composto nella tortiera

cospargere la superficie con le

lamelle di mandorle

e infornare per 40-45 minuti.

Vale la prova stecchino.

Al taglio la fetta si presenterà compatta e soffice ma leggermente umida.

Proudly powered by WordPress