Tag: Arance

Ricetta Arrosto aromatico, doppio riso e arance

Ricetta Arrosto aromatico, doppio riso e arance
  • 800 g lonza di maiale
  • 180 g riso nero
  • 180 g riso Basmati
  • 130 g scarola pulita
  • 15 g pinoli
  • 3 pz arance
  • rosmarino
  • timo
  • prezzemolo
  • maggiorana
  • capperi sotto sale
  • scalogno
  • vino bianco secco
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Per la ricetta dell’arrosto aromatico, doppio riso e arance, Tritate finemente un mazzetto misto di rosmarino, prezzemolo, maggiorana, timo. Mescolate il trito ottenuto con una presa di sale e abbondante pepe macinato. Pulite la lonza da eventuale grasso in eccesso e massaggiatela con il trito aromatico. Ungetela con un filo di olio e legatela con lo spago, per mantenerla in forma durante la cottura. Rosolate l’arrosto su tutti i lati, per 5-6 minuti, in una casseruola adatta al forno. Sfumate con 1/2 bicchiere di vino bianco e coprite con un coperchio. Infornatelo a 180 °C per 25 minuti. Sfornatelo e lasciatelo nella casseruola a riposare per 15 minuti, poi avvolgetelo nell’alluminio.
PER IL DOPPIO RISO E LA SCAROLA: Raccogliete il riso nero in una casseruola, copritelo con acqua fredda, unite una presa di sale e portate a bollore. Cuocete per 30 minuti, spegnete, aspettate 3-4 minuti, quindi scolatelo. Versate il riso Basmati in una casseruola con 250 g di acqua non salata e portate a bollore. Abbassate la fiamma al minimo, coprite con il coperchio e cuocete per 4 minuti. Spegnete e lasciate riposare, senza mai togliere il coperchio, per 15 minuti. Scaldate in una padella un filo di olio con mezzo scalogno tritato
e una manciata di capperi dissalati. Aggiungete la scarola tagliata a pezzetti e fatela appassire per 1 minuto, quindi mettetela da parte. Saltate il riso nero e il Basmati nella stessa padella, in modo da insaporirli e da mescolarli. Aggiustate di sale. Servite l’arrosto tagliato a trancetti con il riso, la scarola e i pinoli, tostati. Condite con olio e succo di arancia e completate con gli spicchi (a piacere, potete pelarli a vivo).

Ricette salate con le arance

Ricette salate con le arance

Come usare le arance nei piatti salati? Ecco le ricette più buone per profumare di agrumi primi, secondi e insalate

In inverno le arance colorano la nostra cucina con dolcezza ed eccezionali proprietà benefiche per la salute. Al naturale o in una spremuta sono le più classiche maniere di consumo, ma ci sono tante altre possibilità per fare il pieno di vitamine. E non stiamo parlando dei consueti utilizzi nei dessert: un tocco di arancia può trasformare piacevolmente anche i piatti salati, primi e secondi così come le insalate. In che modo?

Nella gallery in alto troverete tante ricette salate con le arance facili e sfiziose, mentre qui sotto i consigli per iniziare a sperimentare.

Come usare le arance nelle ricette salate: il succo

Il succo di arancia è un ingrediente prezioso per tutto il menù.
Molto semplicemente si può utilizzare come citronette, mescolando insieme il succo di arancia, l’olio extravergine di oliva, il sale e il pepe. Ideale per condire le insalate e le verdure in generale.

Il succo di arancia può tornare utile anche per marinare carne e pesce prima della cottura.
La marinatura è una tecnica che permette di conferire agli ingredienti aromi e morbidezza. Provateci con il pollo o con il salmone, lasciando insaporire per almeno 4 ore nel succo d’arancia insieme alle erbe e alle spezie più adatte al vostro gusto.

Utilizzare il succo d’arancia in fase di cottura può inoltre rendere più gustosi gli ingredienti, glassandoli, come nel caso delle scaloppine di maiale all’arancia o dell’anatra all’arancia.

Come usare le arance nelle ricette salate: la scorza

Per dare una nota agrumata alle preparazioni è sufficiente utilizzare la buccia d’arancia.
Innanzitutto, è importante scegliere sempre arance biologiche, coltivate senza l’uso di sostanze chimiche e quindi dalla buccia edibile.

L’arancia dovrà essere grattugiata facendo attenzione ad usare solo la parte arancione, poiché la parte bianca è più amara. Usatela nella mantecatura dei risotti o direttamente sulla pasta a fine cottura: vi conquisterà persino sugli spaghetti al pomodoro.

La scorza resta un ingrediente validissimo anche all’interno di impasti, come quello delle focaccine, oppure per aromatizzare mousse e creme salate.

Come usare le arance nelle ricette salate: a fette

Dopo aver imparato a pelare a vivo le arance (qui il video tutorial), non resisterete alla tentazione di aggiungerne qualche spicchio alle vostre insalate. Il risultato è sorprendente, grazie al contrasto fra la dolcezza dell’agrume e la sapidità degli altri ingredienti.

La coppia cult è sicuramente quella arancia-finocchio, ma basta un po’ di creatività per provare ogni volta nuove sensazioni di gusto. Ad esempio, abbinate le arance con il radicchio, le olive, le cipolle o il tonno per stuzzicare il palato.

Trovate tante altre idee nella gallery in alto

Come conservare le arance e 10 ricette imperdibili

Come conservare le arance e 10 ricette imperdibili

Siete sicuri di conservare le arance nel modo giusto? Non perdetevi i nostri consigli e le migliori ricette dolci e salate per gustarle in tutto il loro splendore

In inverno le arance sono fra gli agrumi più diffusi sulle tavole degli italiani insieme ai mandarini. È proprio nei mesi più freddi, infatti, che raggiungono l’apice del loro gusto e delle loro preziose proprietà benefiche.
Una volta acquistate, le arance possono durare a lungo, ma per preservarne dolcezza, profumo e qualità organolettiche è importante conservarle nel modo giusto.

Come scegliere le arance

La conservazione delle arance dipende innanzitutto dalla scelta del frutto. Per prima cosa preferite arance non trattate, le uniche di cui si può consumare anche la buccia. Controllatene sempre aspetto e consistenza: se l’arancia presenta tagli o ammaccature potrebbe aver subito dei danni durante il trasporto e la sua bontà potrebbe essere compromessa; se invece risulta molto morbida al tatto, vuol dire che l’arancia è ormai eccessivamente matura. In entrambi i casi la durata del frutto sarà considerevolmente ridotta.

Come conservare le arance in casa

Le arance appena raccolte possono durare anche fino a 3 settimane (alcune varietà, come la Valencia, arrivano addirittura fino a quattro mesi), ma è fondamentale che nel frattempo non subiscano sbalzi termici e lunghe esposizioni alla luce del sole.
Per raggiungere questo obiettivo si può sfruttare il clima invernale, conservando le arance in terrazza: rimuovetele dall’imballaggio e raccoglietele in un cesto arieggiato, lontano da fonti di calore.

Se non si ha a disposizione uno spazio all’aperto, meglio conservarle in frigorifero, poiché la temperatura calda della casa potrebbe ridurne la durata. In questo caso, riponete le arance nello scompartimento per frutta e verdure, assicurandovi di non ammassarle o schiacciarle.

Le arance si possono congelare?

Le arance, così come i limoni, si possono anche congelare. Il metodo migliore consiste nel lavare e asciugare accuratamente il frutto, tagliarlo a fette o pelare a vivo gli spicchi e infine conservarli nei sacchetti per il freezer. In questo modo saranno già pronti per guarnire torte e crostate.

In cerca di idee per utilizzare le arance in cucina? Guardate la nostra gallery per scoprire 10 ricette imperdibili, sia dolci che salate.

Proudly powered by WordPress