Tag: classici

Come fare gli gnocchi alla sorrentina classici (e una variante)

Come fare gli gnocchi alla sorrentina classici (e una variante)

Gnocchi alla sorrentina: quando la qualità degli ingredienti rende unica una ricetta povera

Un primo piatto che fa gola a tutti, grandi e bambini: gli gnocchi alla sorrentina.
A prima vista non si direbbe una ricetta propriamente estiva ma, dato che i pomodori in questa stagione sono particolarmente buoni, abbiamo pensato di proporvela ora.

Gli gnocchi alla sorrentina, e più in generale la pasta alla sorrentina, sono un primo piatto italiano famoso in tutto in modo.
Una ricetta semplicissima a prova di incapaci ai fornelli. Il segreto sta tutto nella qualità degli ingredienti. Pochi, ma buoni!
Vi consigliamo di utilizzare gli gnocchi e di prepararli in casa, se avete tempo; ma questo primo è squisito anche con altri formati di pasta corta, come per esempio le mezze maniche e i paccheri.

La ricetta degli gnocchi alla sorrentina

Per prima cosa preparate gli gnocchi come da ricetta tradizionale.
Se avete bisogni di consigli leggete Le tecniche della cucina: gli gnocchi di patate
A parte procedete con il sugo di pomodoro.
Non utilizzate la passata o la polpa pronta, ma solo pomodori freschi ramati da sugo.
Lavateli accuratamente e poi sbollentateli in una pentola piena di acqua giusto pochi minuti per eliminare la buccia più facilmente.
A questo punto preparate un sugo eliminando i semini e tagliando a pezzetti i pomodori. Aggiungete olio extravergine d’oliva e abbondante basilico fresco e cuocete a fuoco basso in padella per mezz’ora circa.
Non dovete aggiungere cipolla o aglio, ma se vi piacciono e volete dare un po’ di sapore in più non esitate.
Una volta pronto il condimento, potete lasciarlo (per avere un po’ di consistenza in più) oppure trasformarlo in passata.
Potete anche cuocere i pomodori con la loro buccia e poi passarli una volta cotti.
Condite gli gnocchi appena scolati con il sugo, il parmigiano grattugiato e della mozzarella ben scolata e tagliata a cubetti.
Riponete tutto in una pirofila e passate in forno a 220° per pochi minuti e in modalità grill per completare la cottura.

Una variante per l’estate

Aggiungete al sugo semplice di pomodoro dei cubetti di melanzana fritti in olio bollente o semplicemente la buccia di melanzana tagliata a listarelle sottili e fritta, se volete un po’ di croccantezza.
Otterrete un primo piatto simile alla pasta alla norma, ma più delicato e con la mozzarella al posto della ricotta salata.
Potete in questo caso utilizzare anche qualche fogliolina di origano fresco o di menta per insaporire e profumare.
Al posto degli gnocchi di patate potete anche utilizzare gli gnocchetti di semola.

Anna in Casa: ricette e non solo: Cantucci classici -repost

Anna in Casa: ricette e non solo: Cantucci classici -repost

Non esiste regalo più bello di quello fatto con il cuore.
E non esiste pausa più dolce se non quella con un caffè, qualche biscotto e un bel libro.
Grazie a mio cognato Andrea per questa anteprima con dedica di Csaba Dalla Zorza.

Ingredienti

350 g di farina

220 g di zucchero
175 g di mandorle intere con la buccia
90 g di mandorle in granella
95 g di uova intere
55 g di tuorli d’uovo
14 g di lievito per dolci
2 g di scorza d’arancia
1 g di sale

1 uovo per spennellare

Preparazione

Tostare leggermente le mandorle in
forno per 5 minuti a 180°.
Montare le uova, i tuorli e lo zucchero, aggiungere un pizzico di sale e la scorza dell’arancia grattugiata. A parte setacciare la farina con il lievito e poi unirla alle uova. Infine aggiungere le mandorle e impastare. Dividere l’impasto in 3 e formare dei filoni.


Una volta formati i filoni stenderli su una teglia su carta forno. Spennellarli con 1 uovo sbattuto e cuocere in forno a 200° per 10 minuti. Diminuire poi la temperatura a 180° e terminare la cottura per altri 10-15 minuti.

Sfornare 

 e lasciare raffreddare.

Tagliare in diagonale e ridisporre ii cantucci sulla teglia. Infornare di nuovo per 5 minuti a 170°. Rigirarli e tostare dall’altro lato.

Proudly powered by WordPress