Tag: dolci ricette facili

» Biscotti pastiera – Ricetta Biscotti pastiera di Misya

Misya.info

Innanzitutto preparate la frolla, semplicemente unendo tutti gli ingredienti in una ciotola e impastando velocemente, quindi rivestite con pellicola per alimenti e lasciate riposare in frigo per almeno 1 ora.

Preparate la farcitura: setacciate la ricotta, quindi sbattetela con le fruste insieme allo zucchero, infine incorporate con una spatola aromi e canditi.

Aggiungete anche il grano cotto (scolato e sgranato ma non sciacquato) e il tuorlo, coprite con pellicola a contatto e lasciate in frigo per 1 ora.

Riprendete la frolla, stendetela in una sfoglia sottile (circa 0,5 cm) e ricavate dei tondini con una formina (la mia era da circa 7-8 cm): ricordate che dovranno essere in numero pari, perché andranno abbinati a 2 a 2.

Al centro di metà dei cerchietti mettete 1 cucchiaino di farcia, richiudete con un secondo cerchietto e sigillate bene i bordi.
Disponete sulla teglia rivestita di carta forno e cuocete per circa 15 minuti o fino a doratura a 180°C, in forno ventilato già caldo, quindi sfornate e lasciate raffreddare completamente.

Preparate la glassa, semplicemente mescolando albumi e zucchero a velo fino ad ottenere un composto liscio.

Decorate a piacere con glassa e zuccherini, poi lasciate asciugare.

I biscotti pastiera sono pronti, non vi resta che gustarveli.

» Uova sode colorate – Ricetta Uova sode colorate di Misya

Misya.info

Cuocete le uova sode: mettetele in una casseruola con abbondante acqua fredda, portate a ebollizione, quindi fate bollire per 8 minuti.
Scolate le uova, passatele sotto acqua fredda corrente per fermare al cottura e sgusciatele.

Preparate le 3 misture: frullate le barbabietole con un goccino d’acqua e uno di aceto, sciogliete la curcuma in acqua con un goccino di aceto, frullate gli spinaci con un goccino d’acqua e uno di aceto.
Versate i 3 liquidi coloranti in contenitori alti e stretti e disponeteci dentro le uova, in modo che siano immerse completamente (se no, come me, dovrete girare ogni tanto le uova per far risultare il colore uniforme).

Il giorno dopo (o passate almeno 8 ore) scolate le uova, sciacquatele e asciugatele delicatamente.

Le uova sode colorate sono pronte, non vi resta che servirle.

Anna in Casa: ricette e non solo: Pan brioche alla zucca

Anna in Casa: ricette e non solo: Pan brioche alla zucca

 
Un inizio settimana colorato di arancio con la mia ricetta, fotografata passo dopo passo, del pan brioche alla zucca. Di sicuro vi ho già scritto di quanto io ami la zucca, lo dimostra il fatto che ne ho sempre una scorta a cubetti in congelatore.

.

– non fatevi ingannare dalla lunghezza della ricetta se iniziate la preparazione la mattina a merenda avrete pronto il pan brioche da gustare

– l’impasto non richiede per forza l’uso di una planetaria, lo si può preparare anche a mano ma,        ovviamente, i tempi si allungano leggermente.

Ingredienti

350 g di farina 0

100 g di farina 00

150 g di polpa di zucca cotta

100 ml di latte a temperatura ambiente

50 g di burro a temperatura ambiente

50 g di zucchero

15 g di lievito di birra compresso

1 uovo intero

1 tuorlo

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

4 g di sale 

per lucidare

1 tuorlo

1 cucchiaio di latte

Preparazione

In una ciotola mescolare le due farine

Per preparare il lievitino,

in una ciotola sciogliere il lievito nel latte.

Unire l’estratto di vaniglia e mescolare.

Dal totale dei grammi delle farine in ricetta, 

prenderne 100 g e metterli nella ciotola della planetaria.

Versare sulla farina il latte con il lievito sciolto  

e con una frusta mescolare fino ad ottenere una pastella morbida.

Coprire con pellicola trasparente e mettere nel forno con la luce accesa

fino a quando sulla superficie si saranno formate delle bollicine, 

ci vorranno circa 30 minuti.

Nel frattempo preparare gli altri ingredienti  

(nella foto manca l’uovo intero che ho dimenticato di includere nello scatto).

A lievitino pronto, unire il mix delle farine, 

la polpa di zucca 

e lo zucchero.

Con l’inserto a gancio iniziare a mescolare e 

unire prima il tuorlo poi, appena assorbito, 

unire l’uovo intero precedentemente mescolato.

Quando l’impasto è omogeneo

unire un pezzo di burro morbido

passando al pezzo successivo solo quando 

il precedente è completamente assorbito.

Unire all’ultimo pezzo di burro il sale e mescolarlo.

Aggiunto anche l’ultimo pezzo di burro

lavorare il composto fino a quando non risulterà omogeneo ed elastico 

(con la planetaria ci vogliono una decina di minuti).

Trasferire il composto su un piano  

(io utilizzo un piano in vetro, 

ma in tagliere leggermente infarinato va benissimo)

Stendere l’impasto con le mani, allungandolo 

ed allargandolo fino ad ottenere un rettangolo.

Piegare un terzo del rettangolo verso il centro

e richiudere, sempre verso il centro

ottenendo così un panetto piatto.

ripetere questi due passaggi ancora una volta

e poi formare una palla

da mettere a lievitare a luce accesa nel forno per 

circa due ore, o comunque fino al raddoppio.

A lievitazione avvenuta

trasferire l’impasto sulla spianatoia e, con un coltello 

 dividerlo in otto parti uguali.

Stendere ogni triangolo come per formare dei cornetti 

e praticare un taglietto alla base, come in foto.

Iniziare ad arrotolare tirando leggermente l’impasto dalla punta estrema,

fino a formare delle vere e proprie brioche a cornetto.

Posizionare le brioche in una tortiera apribile da 26 cm di diametro

(io ne ho utilizzata una in carta usa e getta).

Rimettere in forno a luce spenta a lievitare, ci vorrà circa 1 ora.

A lievitazione avvenuta, togliere la tortiera e scaldare il forno a 180°C.

Intanto in una ciotolina mescolare il tuorlo e il latte 

per la lucidatura e spennellare delicatamente la superficie del panzucca.

Raggiunta la temperatura, infornare e cuocere per 35-40 minuti, 

vale la priva stecchino, ma dopo 30 minuti.

Se durante la cottura, la superficie si colorasse troppo, 

coprire con un foglio di carta forno.

A cottura avvenuta, togliere dal forno,

sformare e sistemare su una gratella a raffreddare.

A piacere spolverizzare con zucchero a velo.

Proudly powered by WordPress