Tag: gastronomia ricette

Una meta gastronomica a pochi passi da Venezia

Una meta gastronomica a pochi passi da Venezia

A Jesolo Lido, città balneare nel cuore del litorale veneto, troviamo il boutique hotel Casa Bianca al Mare, un’oasi di pace dove vivere momenti di relax e gastronomia di alto livello. Ogni anno, durante il periodo estivo, la località veneziana si trasforma in un palcoscenico di svago, rilassamento e piacevoli scoperte enogastronomiche. 

Realizzato nel 1920, il palazzo che ospita l’hotel Casa Bianca è uno dei più bei esempi di stile moresco, offrendo agli ospiti un’incantevole posizione fronte mare e sensazione di serenità. Ad incorniciare la struttura, un bellissimo parco verde, luogo di grande fascino e romanticismo.

Il ristorante

Sulla terrazza di fronte al mare si trova Amarmio, il ristorante premiato (nel 2021 da Gambero Rosso) del boutique hotel che offre un’esperienza culinaria caratterizzata da un connubio di amore per il mare, passione per la cucina e ricerca dell’eccellenza. Il menù propone piatti rivisitati della tradizione culinaria veneta legati al mare, dai più classici e intramontabili come gli spaghetti vongole e bottarga alla più ricercata piovra morbida e croccante. Altri due piatti forti sono la catalana di crostacei e le sarde impanate, un ingrediente simbolo della cultura gastronomica veneta

L’interazione tra i prodotti del mare e quelli della terra fa si che nelle sale del Amarmio si fondino profumi, sapori, gusti ed emozioni che evocano sul palato la tradizione della regione. Un equilibrio di sapori caratterizza il menù la cucina dello Chef Businaro. 

Nella terra nota per il Prosecco, la carta dei vini di Amarmio dedica uno spazio importante a vini selezionati con cura, in particolare il “Cartizze la Rivetta” di Villa Sandi, premiato 3 bicchieri Gambero Rosso quale miglior spumante italiano per la sua categoria.

Pizza al tegamino – Ricetta di Misya

Pizza al tegamino - Ricetta di Misya

Preparate l’impasto: mescolate farina e lievito in una ciotola, incorporate prima l’acqua e infine anche sale e olio.

Impastate per almeno 0 minuti, quindi coprite la ciotola con pellicola trasparente e fate lievitare per almeno 2 ore o fino al raddoppio.

Riprendete l’impasto, sgonfiatelo con le mani e dividetelo a metà, coprite ognuna delle 2 ciotole con pellicola per alimenti e lasciate lievitare nuovamente, per 1 ora o fino al raddoppio.

Riprendete le ciotole, mettete ogni panetto in uno stampo leggermente unto e stendete con le dita cercando di partire dal centro e portando l’aria verso i bordi, in modo da creare un bel cornicione (o crosta).
Coprite con la stessa pellicola di prima e lasciate lievitare per altri 30 minuti circa.

Condite le pizze a piacere: io ho fatto una marinara e una margherita, insaporendo prima la passata con sale e olio, distribuendola sulle 2 pizzette e aggiungendo su una aglio e origano (sull’altra ho aggiunto la mozzarella verso fine cottura).
Cuocete per circa 15 minuti con il forno statico preriscaldato alla massima temperatura (nel mio caso 250°C): quando la pizza sarà quasi fatta, aggiungete la mozzarella a pezzetti sulla pizza senza aglio.

La pizza al tegamino è pronta, aggiungete basilico fresco e servite.

Proudly powered by WordPress