Tag: giallo zafferano ricette

Anna in Casa: ricette e non solo: Quadrotti di polenta in padella

Anna in Casa: ricette e non solo: Quadrotti di polenta in padella

Domani finalmente riprenderò ad andare in palestra, è da maggio dell’anno scorso che sono ferma. Strano detto da me, vero? Chi mi conosce sa bene che non amo l’esercizio fisico, ma ho voglia di ricominciare, di seguire gli esercizi mirati del terapista, così da stare meglio e alleviare i dolori articolari.

Oggi sarò fuori tutto il giorno: la mattina analisi del sangue e dentista, pomeriggio lastre varie, così domani chi mi segue in palestra sa come muoversi.

Intanto mi conviene sbrigarmi a pubblicare e uscire veloce veloce, altrimenti farò tardissimo.

Ciao ciao…

,

Quando preparo la polenta ne preparo sempre in abbondanza e poi la utilizzo per giocare a creare nuove idee. Infatti quella di oggi è una ricetta riciclosa, adatta a tutti e super veloce.

Ingredienti

polenta avanzata

trito per soffritto –

        sedano, carota, cipolla

passata di pomodoro

2 cucchiai di ricotta

formaggio grattugiato

*quando avanza la polenta cerco di conservarla dandole una forma abbastanza regolare, in modo da tagliarla facilmente al momento dell’utilizzo.

Procedimento

Tagliare la polenta a quadrotti di dimensioni più o meno dei gnocchi di patate.

In una padella abbastanza capiente versare un filo di olio evo e appena caldo unire il trito per soffritto; aggiungere un cucchiaio di acqua per evitare che si brucino.

Quando le verdure sono pronte unire la salsa di pomodoro e, dopo qualche minuto, versare nel sugo i quadrotti di polenta.

Far insaporire bene girando di tanto in tanto, unire anche la ricotta, mescolare e infine cospargere con il formaggio grattugiato e servire ben caldo.

Ricette salate con le arance

Ricette salate con le arance

Come usare le arance nei piatti salati? Ecco le ricette più buone per profumare di agrumi primi, secondi e insalate

In inverno le arance colorano la nostra cucina con dolcezza ed eccezionali proprietà benefiche per la salute. Al naturale o in una spremuta sono le più classiche maniere di consumo, ma ci sono tante altre possibilità per fare il pieno di vitamine. E non stiamo parlando dei consueti utilizzi nei dessert: un tocco di arancia può trasformare piacevolmente anche i piatti salati, primi e secondi così come le insalate. In che modo?

Nella gallery in alto troverete tante ricette salate con le arance facili e sfiziose, mentre qui sotto i consigli per iniziare a sperimentare.

Come usare le arance nelle ricette salate: il succo

Il succo di arancia è un ingrediente prezioso per tutto il menù.
Molto semplicemente si può utilizzare come citronette, mescolando insieme il succo di arancia, l’olio extravergine di oliva, il sale e il pepe. Ideale per condire le insalate e le verdure in generale.

Il succo di arancia può tornare utile anche per marinare carne e pesce prima della cottura.
La marinatura è una tecnica che permette di conferire agli ingredienti aromi e morbidezza. Provateci con il pollo o con il salmone, lasciando insaporire per almeno 4 ore nel succo d’arancia insieme alle erbe e alle spezie più adatte al vostro gusto.

Utilizzare il succo d’arancia in fase di cottura può inoltre rendere più gustosi gli ingredienti, glassandoli, come nel caso delle scaloppine di maiale all’arancia o dell’anatra all’arancia.

Come usare le arance nelle ricette salate: la scorza

Per dare una nota agrumata alle preparazioni è sufficiente utilizzare la buccia d’arancia.
Innanzitutto, è importante scegliere sempre arance biologiche, coltivate senza l’uso di sostanze chimiche e quindi dalla buccia edibile.

L’arancia dovrà essere grattugiata facendo attenzione ad usare solo la parte arancione, poiché la parte bianca è più amara. Usatela nella mantecatura dei risotti o direttamente sulla pasta a fine cottura: vi conquisterà persino sugli spaghetti al pomodoro.

La scorza resta un ingrediente validissimo anche all’interno di impasti, come quello delle focaccine, oppure per aromatizzare mousse e creme salate.

Come usare le arance nelle ricette salate: a fette

Dopo aver imparato a pelare a vivo le arance (qui il video tutorial), non resisterete alla tentazione di aggiungerne qualche spicchio alle vostre insalate. Il risultato è sorprendente, grazie al contrasto fra la dolcezza dell’agrume e la sapidità degli altri ingredienti.

La coppia cult è sicuramente quella arancia-finocchio, ma basta un po’ di creatività per provare ogni volta nuove sensazioni di gusto. Ad esempio, abbinate le arance con il radicchio, le olive, le cipolle o il tonno per stuzzicare il palato.

Trovate tante altre idee nella gallery in alto

Oroscopo in cucina: i segni di Terra

Oroscopo in cucina: i segni di Terra

Abbiamo chiesto all’astrologa di indicare le ricette ideali per i segni zodiacali seguendo i 4 elementi: Terra, Fuoco, Aria e Acqua. Iniziamo con Toro, Vergine e Capricorno per Terra

In astrologia, i 12 segni zodiacali si suddividono anche secondo l’elemento di appartenenza. Gli elementi che considera l’astrologia classica occidentale sono quattro: Fuoco, Terra, Aria e Acqua. Ciascun elemento ha delle caratteristiche che sono comuni a tutti e tre i segni che vi appartengono anche se, ovviamente, poi ciascun segno sviluppa e interpreta queste caratteristiche in base ai pianeti che lo descrivono. Si può dire, in modo generico ma corretto, che andiamo più d’accordo con i segni che appartengono al nostro stesso elemento perché ovviamente ci troviamo a condividere dei valori di base importanti. Iniziamo con il primo dei 4 elementi la Terra, per un oroscopo in cucina fatto di ricette ideali per ogni segno zodiacale.

Terra: Toro, Vergine, Capricorno

L’elemento Terra è un elemento di grande solidità, tradizionalismo, senso di sicurezza e bisogno di praticità. I segni di terra sono concreti, fattivi, fisici anche nell’espressione dei sentimenti. Il gusto quindi e il piacere della tavola è qui fortissimo: addirittura per alcuni di questi segni zodiacali avere un frigorifero pieno e una tavola sempre ricca sono sinonimo di sicurezza e di amore e i sentimenti vengono dimostrati anche attraverso la preparazione di pranzi e cenette. I segni di Terra, ovvero Toro, Vergine e Capricorno, vivono il cibo come un piacere succulento e sanno più di tutti gli altri assaporare il gusto fino in fondo.

Vediamo come ogni segno zodiacale di Terra declina queste caratteristiche:

Toro

Il Toro è il vero re della tavola imbandita anzi direi proprio un manager della spesa al supermercato. Questo è il segno zodiacale che per eccellenza usa il cibo per dimostrare affetto tanto che, a livello simbolico, il Toro viene proprio legato all’immagine della madre che nutre nel suo gesto d’amore più intenso. Per il Toro quindi il cibo non è solo necessario al corpo ma anche al cuore. Il suo senso di sicurezza e il suo bisogno di rassicurazione vengono appagati da un piatto di pasta fumante. Per questo il cibo preferito del Toro è gustoso ma semplice, casalingo, come una melanzana alla parmigiana, un piatto di tagliatelle al ragù, un risotto alla milanese con l’ossobuco o qualsiasi cosa rievochi l’affetto di un manicaretto materno. Certo, non dimentichiamoci che un segno di Terra ama i sapori intensi quindi anche i ricordi sono più apprezzati se ben conditi.

Vergine

Nonostante la Vergine abbia nomea di essere un segno zodiacale rigido e freddino, non dobbiamo mai dimenticare che si tratta di un segno di Terra e quindi il cibo, inteso come bene primario, è anche per lei espressione d’amore e di cura verso chi ama. La Vergine presta moltissima attenzione al cibo tanto che si informa maniacalmente sulla sua provenienza ed è attenta anche a seguire delle diete corrette a livello nutrizionale. Per la Vergine il cibo deve essere di qualità ma anche misurato, in una proporzione perfetta. I suoi piatti preferiti sono quelli  completi che sanno anche ben combinare gusto ed equilibrio come ad esempio una zuppa di pesce alla crotonese con frutti di mare e spaghetti fino ad un più ricercato bulgur al pesto di pomodorini e treccia di mozzarella.

Capricorno

Il Capricorno adora i pranzi completi, quelli che vanno dall’antipasto al dolce e soprattutto quelli nei quali sceglie tutto lui. A questo segno di Terra piace comandare anche a tavola: il suo posto preferito è a capotavola o, al massimo, a capo della cucina. Il Capricorno è il re dei sapori forti, anzi fortissimi. Qui di insalate scondite non se ne vuole proprio sentir parlare. Il cibo per un Capricorno è spesso una forma di gratificazione e per questo non bada a spese né a tempi di cottura o a difficoltà di reperimento della materie prime. Ovviamente, sempre per lo stesso motivo, anche le bevande di accompagnamento al cibo sono importantissime: il Capricorno è uno dei maggiori collezionisti di vini e distillati pregiati. Non c’è piacere più intenso di un cioccolato amaro sorseggiando un Barolo d’annata. Per lui, ho scelto piatti importanti come l’oca ripiena o il gran cacciucco della tradizione livornese.

Proudly powered by WordPress