Tag: i primi piatti

La ricetta per cuocere gli asparagi al forno

La ricetta per cuocere gli asparagi al forno

Il classico abbinamento  prosciutto cotto e fontina può diventare il tocco in più per arricchire un piatto semplice come gli asparagi al forno e farli diventare ancora più golosi.
I minuti che ci vogliono per prepararli sono sempre gli stessi, ma di certo ci guadagnate in gusto.
Qui sotto la ricetta completa di ogni passaggio, e se scorrete ancora un po’ l’articolo, trovate altre ricette sfiziose per cucinare gli asparagi.

Asparagi al forno con cotto e fontina: la ricetta

Ingredienti

1 kg di asparagi verdi
2 fette di prosciutto cotto
120 g di fontina
2 uova
2 cucchiai di formaggio grattugiato
burro qb
sale qb
pepe qb

Procedimento

Per prima cosa, lavate gli asparagi e mondateli, eliminando la parte dura del gambo. Poi lessateli in abbondante acqua salata per qualche minuto. 

Scolateli e disponeteli in una teglia precedentemente imburrata. Ora tagliate il prosciutto cotto e la fontina a striscioline e mettetele sopra gli asparagi. 

In una ciotola a parte ponete le uova, aggiustate di sale e di pepe, sbattete bene e poi versatele sugli asparagi. Preriscaldate il forno a 180° e cuocete finché non si scioglie la fontina e le uova non diventano frittata. Serviteli ben caldi.

Scorrete le immagini per altri consigli!

Al supermercato: occhio alle tecniche di persuasione

La Cucina Italiana

Non hai avuto il tempo di preparare una lista della spesa, ma ricordi perfettamente tutto quello di cui hai bisogno di acquistare al supermercato: prodotti semplici e indispensabili, come farina, latte, uova, sale, pane, una confezione di insalata. Sai dove dirigerti: sei nel tuo punto vendita di fiducia. Per prima cosa, proseguendo lungo la corsia, dovresti incontrare la farina. 

Eppure non è più nel solito posto: dove l’hanno messa? Mentre ti dai da fare per trovarla, passi davanti agli scaffali dei dolciumi. Anche se sei a dieta, quella torta in offerta speciale potrà sicuramente tornare utile in caso di ospiti improvvisi: decidi di comprarla. Poco più avanti, ecco, finalmente, la farina. Per prendere quella più economica, però, ti dovresti piegare fino a raggiungere lo scaffale più in basso. Sei di corsa: va bene quella che costa un po’ di più, ma che è giusto all’altezza dei tuoi occhi.

Basta fare la spesa una volta sola per sperimentare praticamente tutte le strategie di persuasione psicologica che i commercianti utilizzano per influenzare le tue decisioni e aiutarti a separarti più di buon grado dai tuoi soldi. Vediamole insieme.

Tecniche di persuasione al supermercato

La disposizione degli articoli

Cambiare la disposizione dei prodotti all’interno del negozio è una di queste. In questo modo noi clienti siamo «costretti» a vedere (e a valutare l’acquisto di) tanti articoli diversi mentre girovaghiamo alla ricerca di quelle cose di cui abbiamo davvero bisogno. Questo stratagemma può incentivare le spese non pianificate: trascorrendo più tempo nel punto vendita, aggiungiamo articoli al carrello. Spesso d’impulso, senza una accurata valutazione: alcuni studi suggeriscono proprio che fino al 50% di tutti i generi alimentari sono venduti sulla spinta dell’impulsività dell’acquirente. I prodotti più costosi, poi, di solito sono collocati sugli scaffali più facilmente raggiungibili, mentre quelli low cost finiscono molto in alto o molto in basso.

Le grandi offerte

Anche le offerte, come «prendi due, paghi uno», e gli sconti hanno un ruolo fondamentale: l’idea di risparmiare può generare un’ondata di vero di piacere (temporaneo) che rende più difficile scegliere razionalmente quale acquisto fare. Sedotti dall’«occasione speciale» e dalla dopamina, siamo più propensi a mettere a tacere il grillo parlante che ci sta chiedendo se davvero abbiamo bisogno di quel prodotto. Il desiderio di gratificazione immediata può essere difficile da ignorare. E quando, per ottenere lo sconto, dobbiamo raggiungere un minimo di spesa, pur di accedere all’offerta, mettiamo nel carrello prodotti che, almeno quel giorno, non avremmo sicuramente acquistato. 

Il bundling, cos’è?

Pure la tecnica del bundling – la vendita di più prodotti contemporaneamente, come shampoo e balsamo, riso e preparazione per condire le insalate di riso, per fare qualche esempio – incentiva gli acquisti impulsivi. 

Musica leggerissima

Ci facciamo sedurre anche dalla musica che, si sa, ha un grande potere sul nostro comportamento: la new age e le sonorità chill out ci spingono a spendere di più, al contrario della musica più «ruvida». La classica, poi, ci rilassa e ci porta ad acquistare con maggiore disinvoltura.

Dunque, siamo in balìa delle strategie del supermercato, come serpenti davanti agli incantatori? Non proprio: basta essere consapevoli di queste tecniche per rendersi conto del loro effetto. Inoltre, se riusciamo a valutare bene i nostri acquisti (magari aiutandoci con una lista della spesa!), possiamo ripristinare il nostro senso del controllo, soprattutto quando ci sentiamo infelici o ansiosi. Lo shopping ci consente di scegliere in quale negozio andare o se un articolo ci piace: questa facoltà di decidere, come spiega uno studio, può ridurre lo stress. Andare a fare la spesa, quindi, può diventare un’attività molto più significativa (e anche benefica) di quanto si possa immaginare. 

Porri: le migliori ricette | La Cucina Italiana

La Cucina Italiana

Vediamo qualche ricetta di uno dei prodotti alla base di tanti piatti che cuciniamo ogni giorno, come: Involtini, gratin, torte salate, vellutate, zuppe, paste, tortini e contorni golosi. Ma anche qualche frittino che stuzzica l’appetito. E i porri sono perfetti per ognuna di queste preparazioni, grazie alla loro particolare forma che si presta a contenere altri alimenti e al sapore delicato capace di caratterizzare ogni piatto.

Come la cipolla

Uno degli usi più intuitivi del porro è quello di impiegarlo in tutte le ricette in cui abitualmente usiamo la cipolla. Sarà una base perfetta per risotti, sughi, stufati, arrosti e contorni misti di verdure. Renderà inoltre speciali brodi di carne, pesce e verdure e donerà una nota aromatica e riconoscibile a ogni zuppa e vellutata.

article image
Porri: ricette perfette per farne piatti squisiti

Ancora più digeribile

Se cipolla, scalogni e porri vi danno qualche problema durante la digestione, dovreste provare a trattarli diversamente. Uno dei metodi più diffusi prevede la*** ***stracottura. In pratica si prolungano i tempi di cottura del porro abbassando la fiamma e aggiungendo acqua calda o brodo. Si procede fino alla perdita di consistenza della verdura che potrà così essere usata per condire altre pietanze o come base per tutte le ricette che ne prevedono l’impiego. In alternativa, si può soffriggere un’abbondante quantità di porri affettati nell’olio che poi filtreremo e utilizzeremo per condire pasta, riso, pesce o carne.

I benefici

Oltre che per le innate caratteristiche aromatiche, i porri sono molto apprezzati anche grazie alle numerose proprietà. Sono idratanti, ipocalorici (costituiti da acqua quasi al 90%) e ricchi di sali minerali, fibre e vitamine. Sono inoltre preziosi per prevenire le malattie cardiovascolari, ridurre il colesterolo cattivo e mantenere la pelle giovane ed elastica. Sono molto indicati nelle diete grazie al loro potere saziante e poiché favoriscono la pulizia dell’intestino.

Le nostre 30 ricette con i porri

Proudly powered by WordPress