Tag: la cucina italiana ricette

Torta croccante amarena – Ricetta di Misya

Torta croccante amarena - Ricetta di Misya

Innanzitutto preparate il gelato: montate con le fruste elettriche la panna ben fredda di frigo.
Incorporate latte condensato e vaniglia delicatamente, mescolando con una spatola con un movimento dal basso verso l’alto, per non far smontare la panna.

Scolate le amarene dallo sciroppo, tenendolo a parte e unendoci poi (allo sciroppo) la marmellata.

Rivestite lo stampo con pellicola per alimenti abbondante, in modo da lasciarla lunga oltre i bordi, così che possiate usarla per coprire la parte in cima prima di metterla in freezer e che sia anche più agevole tirare la torta fuori dallo stampo.
Versate metà del composto nello stampo, aggiungete metà delle amarene e metà dello sciroppo, coprite con il gelato restante e poi completate con le restanti amarene e sciroppo.

Con uno spiedino, create dei movimenti circolari per variegare il gelato, quindi coprite con la pellicola e lasciate in freezer per almeno 8-10 ore.

Preparate il croccante: fate sciogliere lo zucchero con l’acqua in una padella antiaderente a fiamma bassa, lasciate che inizi a caramellare e quando sarà bello dorato aggiungete le nocciole e mescolate, quindi trasferite su di un foglio di carte forno, coprite con altra carta forno, appiattite fino a create uno strato più o meno uniforme e lasciate raffreddare.

Una volta freddo, tritate grossolanamente il croccante.

Spezzettate il cioccolato e scioglietelo (in microonde o a bagnomaria), quindi aggiungete il burro e mescolate fino a farlo sciogliere in maniera uniforme.

Assemblate la torta: capovolgetela su un piatto da portata o un vassoio, sfilate lo stampo e poi tirate via delicatamente la pellicola.
Glassate la superficie con il cioccolato e aggiungete subito il croccante, prima che il freddo della torta faccia solidificare il cioccolato.

La torta croccante amarena è pronta, non vi resta che gustarvela.

35 ricette per fare il gelato a casa

La Cucina Italiana

Se avete voglia di fare il gelato a casa, ma state per fermarvi davanti all’impresa perché pensate che non ne valga la pena, non scoraggiatevi affatto. Abbiamo raccolto 35 ricette per preparare a casa il gelato senza errori, ma con tanto gusto

Tra i gusti che abbiamo pensato per voi, potete trovare i classici come ciliegie, caffè, cocco, ad esempio, oppure gusti creativi come caffellatte e cardamomo, stevia, zucca o addirittura al pane – ricetta del grande chef stellato Davide Oldani.

E se non vi sembra abbastanza, ecco 3 idee facili di topping per arricchire il gelato a casa.

3 topping da aggiungere sul gelato

Salsa al caramello salato

Questa salsa dolce si presta a rendere speciali gusti come fior di latte, vaniglia, crema, cioccolato bianco e pistacchio. Per prepararla far sciogliere 250 g di zucchero in un pentolino e, quando avrà iniziato ad avere un colore caramellato, mescolarlo con la frusta a spirale e spegnere il fuoco. Aggiungere 100 g di burro freddo tagliato a cubetti e una presa di sale continuando a mescolare. In ultimo, aggiungere 180 g di panna fresca scaldata fino quasi a raggiungere il bollore, incorporare bene e servire sul gelato.

Salsa al cioccolato fondente

Le creme e i gelati ai frutti rossi si prestano bene ad essere accompagnati da una deliziosa salsa al cioccolato fondente. Per prepararla scaldare in un pentolino 250 g di panna fresca e 20 g di burro. Quando è molto calda e vicina al bollore, togliere dal fuoco e unire 250 g di cioccolato fondente tagliato a scaglie sottili con un coltello. Mescolare bene con una frusta fino a raggiungere una salsa omogenea, lasciar intiepidire e versare generosamente sul gelato.

Salsa ai lamponi

Per rendere unici i gelati al cioccolato, non c’è niente di meglio di una buonissima salsa ai lamponi. Per prepararla, far cuocere per 5 minuti 100 g di lamponi con mezzo bicchiere d’acqua e due cucchiai di zucchero di canna. Frullare, passare al setaccio, far intiepidire e servire sul gelato al cioccolato.

Le nostre 35 ricette di gelato fatto in casa

Gelato fatto in casa: le nostre migliori ricette

Tonno in scatola sott’olio o al naturale: qual è meglio comprare?

Tonno in scatola sott'olio o al naturale: qual è meglio comprare?

Quando siamo al supermercato e dobbiamo scegliere quale tonno in scatola comprare spesso il dilemma è uno: sott’olio o naturale? Quale è meglio? Cerchiamo di capirlo!

Quale tonno in scatola è meglio comprare?

La scelta, molto spesso, viene fatta per mantenere una dieta più equilibrata e quindi si opta il tonno in scatola naturale, privo di olio e naturalmente meno calorico. È la scelta giusta? Da un punto di vista prettamente calorico forse si, ma se si guarda a un quadro più generale il tonno al naturale potrebbe rivelarsi meno “salutare” di quello sott’olio. 

Il motivo è presto detto: il tonno in scatola ha bisogno di conservarsi in condizioni buone per essere poi consumato e l’olio è un ottimo conservante naturale. Mancando questo ingrediente, nel tonno al naturale si aumenta la quantità di sale: il prodotto contiene quindi meno calorie ma una quantità di sale maggiore

In generale, ogni 100 g di tonno al naturale contiene: 120 calorie, 25,5 g di proteine, 0,82 g di grassi. 100 g di tonno sott’olio sgocciolato, invece, contengono 200 calorie, 8,21 g di grassi, 29 g di proteine, 60 g di acqua

Quando si sceglie il tonno sott’olio, inoltre, bisognerebbe privilegiare quello in cui si utilizza l’olio extravergine di oliva, più pregiato e ricco di elementi nutrizionali fondamentali per il benessere a tavola. La carne del tonno, inoltre, deve essere sempre chiara, quasi rosata e non scura: indice altrimenti di tonno congelato o conservato troppo a lungo.

Come usare il tonno in scatola in cucina

Il tonno in scatola rappresenta uno degli ingredienti più diffusi in cucina. Economico, con ottimi indici nutrizionali, versatile e gustoso.

Il modo più semplice e veloce per mangiarlo è sicuramente accompagnato a verdure cotte o crude, per un’insalata leggera e nutriente. 

Si può anche usare per preparare delle polpette di pesce o per insaporire le polpette di verdure. Il sugo con il tonno è uno delle ricette classiche di chi inizia a cucinare, come gran parte degli universitari italiani e, preparato nel modo giusto, un condimento veloce e gustoso per la pasta

Il tonno in scatola si può anche usare per condire piatti estivi freddi come insalata di riso o di pasta, cous cous di pesce e di verdure oppure per preparare salse di accompagnamento – come quella tonnata – per aperitivi. Il tonno in scatola, infine, si può usare per la pizza o per farcire panini dal sapore estivo, insieme e  pomodoro e mozzarella ad esempio.

Ricette gustose e originali da preparare con il tonno 

Proudly powered by WordPress