Tag: nuove ricette cucina

Pizza con fiori di zucca

Pizza con fiori di zucca

Innanzitutto preparate l’impasto per la pizza: sciogliete il lievito e lo zucchero nell’acqua, versatelo al centro della farina (in una ciotola) e lavorate fino a incorporarla, quindi incorporate sale e olio e lavorate fino a far incordare l’impasto.

Coprite la ciotola con pellicola per alimenti e lasciate lievitare per almeno 6-8 ore o fino al raddoppio.

Riprendete il panetto, sgonfiatelo e dividetelo a metà, quindi lasciate riposare in frigo per 8-12 ore, in un contenitore chiuso da pellicola.
Riprendete nuovamente i panetti e stendeteli con le mani, cercando di partire dal centro e allargandovi man mano verso il bordo, lasciandolo il bordo gonfio, in modo che si crei un bel cornicione.

Lavate e mondate i fiori, eliminando pistilli e steli.
Tagliate la mozzarella a tocchetti.

Disponete le basi su una teglia e aggiungete il condimento: mozzarella, fiori, alici, poco sale e olio.
Cuocete per 10-15 minuti in forno ventilato preriscaldato a 250°C.

La pizza con fiori di zucca è pronta, non vi resta che gustarvela.

Frutta alla griglia: ecco me si fa!

Frutta alla griglia: ecco me si fa!

Grigliare la frutta vi sembra una follia? Forse perché non l’avete mai provata così. 
La frutta estiva è davvero perfetta per il barbecue!
Ecco qualche ricetta e qualche consiglio.

Come usare la griglia

Cuocere la frutta sulla griglia dopo aver cotto la carne o il pesce non è una buona idea.
Quindi le soluzioni sono due: o utilizzate due griglie, o una piastra e una griglia, oppure cuocete prima la verdura e la frutta meno saporite, poi lasciate scaldare per un attimo la piastra a vuoto senza nulla in cottura, e infine aggiungete gli ingredienti più saporiti.
Non vi conviene lavare la griglia tra una portata e l’altra, piuttosto cambiatela. Dopo questa doverosa premessa, passiamo alle ricette.

Pesche grigliate al rosmarino con crema al mascarpone

Tagliate a spicchi abbastanza spessi, o semplicemente in due parti, delle pesche noce abbastanza dure.
Mescolate un cucchiaio di miele millefiori con un cucchiaino di succo di limone e con un rametto di rosmarino spalmate questo intingolo sulle pesche. 
Grigliatele sulla piastra caldissima o sulla griglia sul lato della polpa per circa due minuti.
Devono prendere colore e abbrustolirsi un po’.
Intanto preparare una crema montando il mascarpone a temperatura ambiente con la stessa quantità di panna fresca e poco zucchero.
Aggiungete un po’ di cannella e servite le pesche con una generosa cucchiaiata di crema sopra e della granella di frutta secca.

Frutta grigliata sullo stecco

Grigliare la frutta con uno stecco di legno è molto pratico perché durante la cottura potete girarla facilmente e poi potrete mangiarla direttamente così, come un lecca lecca.
L’ananas tagliato a spicchi è perfetto da servire in questo modo, ma anche la banana che grigliata diventa più dolce e aromatica, albicocche, prugne, fragole e pesche.
Volendo, potete anche immergere questa frutta, una volta cotta, nel caramello bollente o nel cioccolato fuso, lasciar raffreddare bene tutto e servire dei dolcetti golosi e dal guscio croccante che faranno impazzire i bambini.

Macedonia di frutta alla griglia

La frutta alla griglia può diventare uno splendido fine pasto servita su un vassoio con abbondante miele, scaglie di mandorle, foglioline di menta fresca e panna montata o gelato per accompagnare, a parte.

Altri consigli per fare la frutta grigliata

Tiramisù all’ananas – Ricetta di Misya

Tiramisù all’ananas - Ricetta di Misya

Innanzitutto montate i tuorli con lo zucchero (i 50 gr): dovrete montare per almeno 10 minuti.
Nel frattempo che i tuorli montano, preparate lo sciroppo unendo zucchero (i 60 gr) e acqua in un pentolino e portandoli alla piena ebollizione senza far scurire (se avete un termometro per dolci, dovrete raggiungere circa 120°C).
Versate metà dello sciroppo a filo sui tuorli mentre continuano a montare, continuando a lavorarli con le fruste finché non si raffreddano.

Iniziate a montate gli albumi con le fruste: quando saranno parzialmente montati versate a filo lo sciroppo di zucchero bollente, continuando a montare fino ad ottenere una meringa all’italiana molto soda e ormai completamente fredda.

Infine unite ai tuorli prima gli albumi e poi il mascarpone, mescolando delicatamente con una spatola con un movimento dal basso verso l’alto, per non far smontare il composto.

Pulite l’ananas eliminando la buccia esterna e la parte centrale, quindi tagliatelo a cubetti.

Prendete 100 gr di ananas , frullatelo e versatelo in un piatto: sarà la vostra bagna.

Assemblate il tiramisù: mettete uno strato sottile di crema sul fondo della pirofila che avete scelto, quindi bagnate i savoiardi nell’ananas e create il primo strato di biscotti.
Coprite con metà della crema e aggiungete metà dell’ananas a pezzetti.

Create il secondo strato di biscotti imbevuti e coprite con uno strato sottilissimo di crema: mettete la restante in una sac-à-poche e create dei decori, chiudendo poi gli spazi con i pezzetti di ananas rimasti e completando con qualche fogliolina di menta.

Il vostro tiramisù all’ananas è pronto: lasciatelo riposare in frigo per almeno 2-3 ore (meglio ancora per 6-8 ore) prima di servirlo.

Proudly powered by WordPress