Tag: piatti di pesce

» Melktert – Ricetta Melktert di Misya

Melktert

ad apprezzare questo dolce sono anche i bambini che di solito gradiscono i gusti semplici .

Iniziate a preparare la pasta unendo burro freddo a cubetti e zucchero.
Mettete successivamente l’uovo e l’essenza di vaniglia.
1 burro zucchero uova

Aggiungete in ultimo la farina ed il lievito, formate un panetto ed avvolgetelo nella pellicola per alimenti.
Tasferite in frigo a riposare per 1 ora.
2 aggiungere farina

Trascorso questo tempo stendete la pasta su un piano lavoro infarinato, aiutandovi con un mattarello.
Rivestite la tortiera, bucherellate la base, aggiungete un foglio di carta forno ed aggiungete le sfere per la cottura alla cieca.
Infornate a 180 °c per 20 minuti e successivamente per 10 minuti togliendo la carta forno e le sfere.
6 rivestire tortiera

Preparate intanto il ripieno sbattendo i tuorli con lo zucchero.
Aggiungete poi l’essenza di vaniglia e l’amido di mais.
3 tuorli zucchero farina

Riscalda in un pentolino il latte con il burro.
Aggiungilo al composto a base di uova e lascia raffreddare.
4 aggiungere latte e burro

Monta a neve i tuorli ed aggiungili nel composto ormai raffreddato.
5 montare albumi

Versa il tutto nella tortiera ed aggiungi zucchero di canna e cannella.
Cuoci in forno caldo a 180 °c per 30 minuti e fai raffreddare completamente.
7 preparare ripieno

Il vostro melktert è pronto per essere servito.
melkert tartmelkert

Ricerche frequenti:

Ricetta Cartoccio di pescatrice alle verdure

  • 4 tranci di pescatrice
  • 200 g patata
  • 100 g zucchina
  • 70 g verza
  • 20 olive verdi snocciolate
  • aglio
  • prezzemolo
  • vino bianco secco
  • olio d’oliva
  • sale

Per la ricetta del cartoccio di pescatrice alle verdure, private i tranci di pescatrice di eventuali scarti: lavateli e asciugateli. Tagliate le foglie di verza a striscioline. Spuntate la zucchina e riducetela a rondelle; sbucciate la patata e fatela a fettine. Sistemate su una placca un ampio foglio d’alluminio sul quale preparerete una base con tutte le verdure già preparate.
Aggiungete anche le olive e uno spicchio d’aglio, a fettine sottili. Su questo letto verde, adagiate i tranci di pescatrice. Salate e irrorate con 4 cucchiaiate d’olio e un terzo di bicchiere di vino. Coprite la preparazione con un secondo largo foglio d’alluminio che congiungerete a quello sottostante ripiegandoli insieme lungo i bordi.
Passate nel forno già a 200 per circa 30′. Sfornate, disponete il cartocci parzialmente aperto su un piatto da portata e servite con un pizzico di prezzemolo tritato.

La sangria in versione… invernale!

Ecco una versione invernale della sangria, per un inaspettato cocktail da offrire agli amici durante le feste natalizie

Metti una serata con tanti amici in occasione del Natale. Metti un cocktail da preparare in anticipo e in grandi quantità.

Ecco una versione invernale della classica sangria.

Amanti della sangria abbiamo una buona notizia per voi: non dovrete aspettare ancora molti mesi per sorseggiarla in spiaggia nell’ora dell’aperitivo. Vi proponiamo oggi una ricetta perfetta anche per i mesi più freddi per scaldare le vostre serate natalizie in compagnia degli amici.

Ingredienti della sangria invernale

Il realtà la ricetta invernale della sangria non si discosta molto da quella estiva eccetto che per la presenza delle pesche che ora verranno sostituite con altri frutti di stagione come pere, mele, arance e mandarini.
Non mancheranno però, come nella ricetta classica, le spezie che danno gusto e sapore a questo straordinario cocktail.

Alla cannella aggiungeremo anche una bacca di vaniglia che scalda e addolcisce. E poi certamente c’è il vino, l’ingrediente più importante, che deve essere non solo di ottima qualità, ma anche adatto a questo genere di preparazione.

Mentre per la versione estiva della sangria viene utilizzato in genere un vino rosso corposo, per quella invernale andrà meglio un vino rosso più delicato e leggero, tipo un Bonaria.

Se preferite la sangria bianca utilizzate un vino fruttato fermo, ma ricordate di decorare il tutto con dei frutti rossi perché il colore del Natale non deve assolutamente mancare.

I colori del Natale

A proposito di colori, ricordate che in questo caso non sono un dettaglio da sottovalutare.

Trattandosi di un cocktail pensato per il Natale non può mancare il rosso e quindi utilizzate chicchi di melograno o ribes o cranberries, freschi se riuscite a trovarne.

E poi, perché no, aggiungete un tocco di verde con un rametto di rosmarino o una fogliolina di alloro.

La ricetta della sangria di Natale 

Per prima cosa mettete a macerare in un litro e mezzo di vino rosso, una stecca di vaniglia, una pera e una mela a pezzetti, gli spicchi di un’arancia e di due mandarini con il succo di un limone e di un’arancia e 150 g di zucchero. Lasciate riposare tutto per un giorno in frigorifero e poi aggiungete circa 650 ml di gazzosa. Decorate con frutti rossi e abbondante cannella in polvere.

Questa sangria è ottima da servire anche tiepida, come una sorta di vin brûlé. In questo caso evitate la gazzosa e allungate tutto con altro succo di arancia o mandarino.

Proudly powered by WordPress