Tag: primi piatti di pesce

» Biscotti Babbo Natale – Ricetta Biscotti Babbo Natale di Misya

Biscotti Babbo Natale

Lavorate a crema burro e zucchero in una ciotola. Aggiungete uovo e vaniglia e amalgamate, infine unite farina, lievito e sale e lavorate fino ad ottenere un panetto omogeneo.

Avvolgete il panetto di pasta frolla con la pellicola trasparente e fate riposare in frigo per almeno 30 minuti.

Riprendete la frolla e stendetela in una sfoglia di 3-4 mm sul piano di lavoro infarinato o ricoperto di carta forno, quindi ritagliate i biscotti con una formina tonda del diametro di circa 8 cm.

Adagiate man mano i biscotti su una teglia rivestita di carta forno e cuocete a 180°C in forno ventilato preriscaldato per 10-12 minuti o fino a che i bordi non saranno dorati. Una volta sfornati, lasciate raffreddare.

Preparate ora il frosting lavorando bene il mascarpone con lo zucchero a velo fino ad ottenere una crema.

Stendete la pasta di zucchero in una sfoglia sottile, quindi ricavate dei cerchietti con la stessa formina usata per creare i biscottini. Tagliate quindi ogni cerchio di pasta di zucchero a metà.

Ricoprite i biscotti con uno strato sottile di frosting al mascarpone per metà: usatelo per attaccare i cappellini di pasta di zucchero.
Create poi con il frosting al mascarpone, che avrete messo in una sac a poche con un beccuccio a stella piccolo, i decori del cappello e i ciuffetti di barba

Completate l decorazione aggiungendo 2 gocce di cioccolato per fare gli occhi (usate sempre un po’ di frosting per attaccarle) e una pallina di pasta di zucchero per il nasino.
I vostri biscotti Babbo Natale sono pronti: serviteli e stupite i vostri bimbi!


TAGS: Ricetta Biscotti Babbo Natale | Come preparare Biscotti Babbo Natale | Biscotti Babbo Natale ricetta 

Ricetta Spaghetti di farro ai carciofi

Ricetta Spaghetti di farro ai carciofi
  • 70 g spaghetti di farro
  • 30 g carota
  • 40 g sedano con foglie
  • 2 cuori di carciofo
  • un pomodoro secco
  • un cucchiaino di olio extravergine d’oliva
  • sale

Per la ricetta degli spaghetti di farro ai carciofi, tagliate a tocchetti i cuori di carciofo e cuoceteli con pochissima acqua. Dopo 5′ unite la carota e il sedano, ridotti in piccola dadolata, il pomodoro secco a pezzetti e un pizzico di sale e proseguite la cottura fino a che le verdure saranno diventate tenere.
Lessate gli spaghetti per 6-7 minuti, scolateli e conditeli con l’intingolo di verdure, l’olio e decorate, volendo, con foglioline di sedano. Il farro, il cui nome scientifico è Triticum dicoccum, è un grano duro conosciuto da 5000 anni, particolarmente ricco di fibra e sali minerali.

Pane di semola di Imma

Pane di semola di Imma

Tempo fa una amica virtuale, incontrata su Instagram mi ha regalato questa ricetta spettacolare e da allora questo pane è diventato “il pane di Imma”.
E’ un pane di semola molto buono e profumato che nei giorni rimane soffice come appena fatto.
La prima volta ho seguito la ricetta alla lettera poi, seguendo il consiglio di Imma, ho diminuito il lievito della metà e ho allungato i tempi di lievitazione.
Questa preparazione si può eseguire sia a mano sia con l’ausilio della planetari, io per comodità ho utilizzato i mezzi moderni 😉.

Ingredienti

600 g di semola di grano duro
360 ml di acqua a temperatura ambiente
2 cucchiaini rasi di sale
1 cucchiaino di miele
20 g di lievito di birra
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

In una ciotola con l’acqua, sciogliere il miele e il lievito, coprire e mettere a riposare per una decina di minuti.
Nella ciotola della planetaria versare il sale, la farina e l’olio.
Unire metà dell’acqua e iniziare ad impastare con il gancio.
Quando l’impasto comincia ad amalgamarsi unire poca per volta, il resto dell’acqua, fino ad ottenere un panetto liscio che ha assorbito tutto il liquido. Nel caso l’impasto risultasse appiccicoso, unire un po’ di farina.
Trasferire il composto sulla spianatoia, formare un panetto e metterlo a lievitare coperto, fino al raddoppio.
Una volta che l’impasto è raddoppiato, delicatamente trasferirlo sulla spianatoia leggermente infarinata e dare al pane la forma desiderata.
Mettere il pane formato su una teglia foderata con carta forno e cospargerlo leggermente con la farina di semola.
Con un coltello praticare delle incisioni a piacere, avendo l’accortezza di non affondare troppo la lama.
Rimettere a lievitare per circa un’ora.
Scaldare il forno a 200° C .
Quando il forno è pronto, infornare il pane e cuocerlo per una ventina di minuti circa; il pane deve risultare dorato sia sopra che sotto.

Proudly powered by WordPress