Tag: ricette aperitivi

Ricetta Torta di cioccolato – La Cucina Italiana

Ricetta Torta di cioccolato - La Cucina Italiana
  • 180 g cioccolato fondente
  • 170 g zucchero di canna
  • 45 g burro
  • 6 pz uova

Per la ricetta della torta di cioccolato, spezzettate il cioccolato e fondetelo a bagnomaria con il burro.
Separate i tuorli dagli albumi. Montate i tuorli con 60 g di zucchero, finché non saranno molto spumosi. Montate a parte gli albumi con lo zucchero rimasto. Amalgamate al cioccolato fuso, un po‘ alla volta, i tuorli e gli albumi montati, alternandoli e mescolandoli con una spatola con un movimento continuo e avvolgente. Rivestite una tortiera rotonda con carta da forno; imburrate la carta. Trasferite il composto nella tortiera
e cuocete a 170°C nel forno ventilato per 30-35 minuti.

» Pane frattau – Ricetta Pane frattau di Misya

Misya.info

Fate scaldare la passata con sale e olio

Versate il brodo caldo in un recipiente ampio e bagnateci dentro il pane carasau, un pezzo per volta.

Man mano che li bagnate, disponete metà dei pezzi di pane carasau in un piatto creando un cerchio sovrapponendo i vari pezzi, condite con metà di sugo, pecorino e basilico.
Create un secondo strato di pane carasau (sempre dopo averlo bagnato del brodo) e condite con i restanti sugo, pecorino e basilico.

Portate acqua e aceto a ebollizione in una casseruola, abbassate la fiamma, create un vortice mescolando con un cucchiaio (o una forchetta), calate al centro l’uovo e lasciate cuocere per 2 minuti senza toccarlo, quindi scolatelo con un colino.

Completate il piatto con l’uovo.

Il pane frattau è pronto, servitelo subito.

Rana e Marras: torna il temporary restaurant incantato

Rana e Marras: torna il temporary restaurant incantato

Tavole di design, un orto incantato, sfoglia fresca e sapori sardi: durante la design week milanese torna uno degli angoli gourmand più amati di Milano

Anche quest’anno, per la gioia (e la gola) dei visitatori della Milano Design Week 2021 (dal 6 al 10 settembre) torna la magia del Temporary Bistrot & Restaurant Famiglia Rana in Via Cola di Rienzo 8. La location è, come d’abitudine, l’intimo e fascinoso cortile interno del palazzo milanese, lussureggiante di piante e molto creativo, dove si trova lo show-room Nonostante Marras del celebre fashion designer sardo Antonio Marras. L’allestimento onirico e romantico si sposerà per tutta la settimana con i piatti proposti dalla famiglia Rana, dalla colazione alla cena (dalle 10 alle 20 colazione, dalle 20 in poi cena, solo su prenotazione con accesso regolamentato secondo le misure governative vigenti per il contenimento del Virus COVID-19).

Un orto magico e delizioso 

Chi arriva, verrà accolto oltre che da un giardino lussureggiante, dalla collezione dagli abiti e dagli accessori dello stilista, esposti un una grande serra-loft e da uno spazio conviviale, sia esterno che interno, dove saranno servite le specialità ideate dallo chef Giuseppe D’Aquino, alla guida del Ristorante Famiglia Rana di Vallese di Oppeano, in un’antica tenuta rurale nella campagna veronese.

Se la formula è la stessa, le sorprese non mancano: il tema quest’anno è quello di un  orto fiabesco che ospiterà anche la nuova collezione di design d’arredo a tema Famiglia Pois, linea ideata per la casa da Antonio Marras. Un universo fatto di quadri e mattonelle, ovali, vassoi, piatti, vasi, servizi da caffè, caraffe, bicchieri e piatti da portata. Dettagli che si ritroveranno anche sulle tavole apparecchiate ad arte. «I colori della natura, i suoi frutti, i suoi profumi, tutto prende forma e volume per diventare parte di un’unica esperienza da vivere e da assaporare in tutte le sue differenti espressioni sensoriali».

Dal cappuccino di latte di mandorla al poke di fregula

Lo showroom Nonostante Marras diventerà quindi «una prelibata oasi in grado di regalare piacere multiforme durante la movimentata settimana del design della città meneghina». Gli ospiti saranno sorpresi con una serie di prodotti regionali in ogni momento della giornata. Si parte dalla colazione con cappuccino al latte di capra o mucca di Sardegna o non-latte a base di latte di mandorla e canapa.Per il pranzo, tre menù degustazione: L’Orto di Jack, proposta vegana, una di terra Terre Sarde e infine uno di pesce: Mare e poi …mare, ma si potrà optare anche per i piatti singoli. Si va dal Poke Sardinia con fregula, melograno, avocado e cavolo cappuccio o i ravioli Gioiaverde con funghi porcini e salsa alla Campidanese. La sera, ampia l’offerta di cocktail tra cui l’Americano sardo, vini e liquori tipici dell’isola tra cui mirto e filu feru, cornetto con ricotta di pecora e cartelletta con marmellata di pompia e mandorle tostate.

Per prenotare: telefono: 02 89 07 50 01

Proudly powered by WordPress