Tag: ricette dei dolci

Polpo con patate: come farlo tenero e saporito

Polpo con patate: come farlo tenero e saporito

I segreti per un ottimo polpo con patate sono due: la scelta del polpo e la cottura nella sua acqua.
E poi, non dimenticate di lasciare insaporire l’insalata di polpo e patate perché il giorno dopo è ancora più buona! 
Ecco la nostra ricetta e qualche consiglio.

Come rendere morbido il polpo

La carne del polpo è molto coriacea e va sfibrata prima della cottura battendola sul piano di lavoro con un matterello per qualche minuto.
L’alternativa più semplice e infallibile è il congelarlo: tenete il polpo nel freezer almeno 2 giorni e scongelatelo prima di cucinarlo. Il congelamento rompe le fibre muscolari e le rende più morbide.
I polpi già surgelati non presentano nessun problema e sono pronti all’uso. Se avete fretta vanno benissimo!

Ricetta del polpo con patate

Ingredienti

1 kg di polpo
1 kg di patate
un mazzetto di prezzemolo
150 ml di olio extravergine di oliva
1 limone 
sale e pepe

Procedimento

Pulite il polpo eliminando gli occhi, il sacchetto d’inchiostro e l’osso, se non l’avete acquistato già pulito, e sciacquatelo bene.
Portate ad ebollizione una pentola con l’acqua e poi prendete il polpo per la testa, immergete i tentacoli in acqua bollente per pochi secondi e tirate via il polipo. Ripetete l’operazione per tre volte. In questo modo la carne inizia ad ammorbidirsi.
Poi immergetelo in una pentola con acqua fredda, portate a bollore, coprite con il coperchio e cuocete per 15 minuti, 30 minuti se il polpo supera 1 kg di peso.
Trascorso questo tempo, spegnete il fuoco e lasciate il polpo nella sua acqua a raffreddare.

Intanto cuocete in una pentola con acqua bollente, oppure in una vaporiera, le patate tagliate a pezzi, per circa 15 minuti. Devono restare compatte.
Preparate un condimento tritando il prezzemolo e aggiungendo poi olio, succo di limone, sale e pepe.
Tagliate il polpo a pezzi e unitelo alle patate aggiungendo anche il condimento.
Questo piatto può essere servito subito, tiepido, ma vi assicuriamo che molto più buono il giorno dopo.

Come arricchire l’insalata di polpo e patate

Potete aggiungere all’insalata di polpo e patate anche altri ingredienti per renderla più ricca.
Del sedano fresco, per esempio, che rinfresca e dona croccantezza, oppure pomodorini, olive e capperi per una versione mediterranea.
Con i pomodori secchi sott’olio il piatto diventerà più saporito e con un po’ di rucola aggiungerete una nota di colore. Arancia e chicchi di melagrana da non sottovalutare per una proposta natalizia.

Scorrete le immagini per scoprire altri consigli per condire il polpo e patate

Negroni sbagliato, storia e ricetta

Negroni sbagliato, storia e ricetta

Bitter Campari 
Vermut rosso spumante 
Arancia 
Ghiaccio

Procedimento

Disponete in una coppa ampia una fetta di arancia e qualche cubetto di ghiaccio. Versate in parti uguali bitter e vermut rosso, mescolate rapidamente e colmate con lo spumante.

Rossini, la ricetta

Ingredienti per 1 persona

6 cl Champagne o spumante 
10 cl centrifugato di fragole ghiaccio

Procedimento

Disponete in una flûte un cubetto di ghiaccio, poi versate lo spumante e colmate con il centrifugato di fragole. Si formerà una schiuma in superficie: se serve, spatolatene via un po’ per poter aggiungere ancora del centrifugato fresco. Il cubetto di ghiaccio posizionato a metà altezza farà sì che i due composti si mescolino delicatamente e che la schiuma non si generi in modo troppo tumultuoso, rischiando di uscire dal bicchiere.

Scarabeo Semisecco

Ingredienti per 1 persona

2 cl vermut bianco
2 cl whisky – 2 cl vodka
1,5 cl bitter Select
1,5 cl Aperitivo Ginrosa
1 cl Pedrocchino – ghiaccio scorza di arancia e di limone
1 ciliegia sotto spirito 

Procedimento

Accomodate un grosso cubo di ghiaccio in una coppa molto grande. Versate tutti gli alcolici e mescolate delicatamente con un cucchiaino lungo. Decorate con una lunga scorza di arancia e una di limone e con una ciliegia sotto spirito infilzata su uno stecco.

Stampa

Ingredienti per 1 persona

2 cl vermut dry
7 cl vodka – 1 cl whisky
poche gocce di Galliano 
poche gocce di bitter Campari 
polvere di caffè
ghiaccio – arancia 

Procedimento 

Decorate il bordo di una coppetta da cocktail con una crusta di polvere di caffè: inumidite il bordo del bicchiere strofinandolo con una fetta di arancia, poi capovolgetelo in un piattino con polvere di caffè. Disponete nella coppetta un cubetto di ghiaccio
e versate gli alcolici in questo ordine: vermut, vodka, whisky, Galliano
e Campari. Unite 1 scorza di arancia; mescolate delicatamente schiacciando con il cucchiaino la scorza sul fondo del bicchiere, poi eliminatela.

Colonnello, la ricetta

Ingredienti per 1 persona

70 ml vodka
30 ml sherry Tio Pepe 
ghiaccio

Procedimento

Raffreddate una piccola coppetta da cocktail. Raccogliete in un mixing glass con ghiaccio lo sherry e la vodka. Mescolate per alcuni secondi in modo che si raffreddino e si mescolino bene. Versate il drink nella coppetta fredda e servitelo con olive verdi a piacere.

Per abbonarti a La Cucina Italiana, clicca qui

Come scegliere il pomodoro camone

Come scegliere il pomodoro camone

Non c’è Paese al mondo con tanta ricchezza e varietà di prodotti, naturali come li regala il territorio o lavorati da mani esperte in modi semplici, che sono antichi e insieme i più contemporanei. Cominciamo un viaggio per scoprire le nostre bontà, spesso poco note lontano dalle zone di produzione, e per capire come riconoscerne la qualità e dare loro il valore che meritano. 

Il pomodoro camone

Sardegna principalmente, Sicilia, Puglia, anche Piemonte. Queste le regioni da cui arriva il camone, pomodoro relativamente giovane (rispetto alle coltivazioni di Aztechi e Incas e ai primi portati in Europa dai conquistadores spagnoli). La varietà è stata introdotta nel Sud della Sardegna negli anni Ottanta perché resistente alle patologie che avevano aggredito gli ortaggi. Cresce in serra, è solitamente disponibile da dicembre a giugno, viene strappato dalla pianta rigorosamente a mano, non ci sono trattamenti dopo la raccolta. I sigilli di alcuni consorzi garantiscono la tracciabilità dell’intera filiera.

Andrea Benedetti

Rotondo, piccolo-medio (non supera gli 80 grammi), perfettamente liscio. Il rosso scuro brillante sembra volutamente pennellato con striature verdi: devono esserci sempre, più o meno maturo che sia. Anche la ricchezza di tonalità ne fa l’ingrediente per festose insalate dal sapore fresco col giusto grado di dolcezza e acidità. Crudo è ideale. Equilibrato nel sapore, lo è anche nei valori nutrizionali, ricco com’è di vitamina C, carotenoidi e potassio.

Il pomodoro al centro delle nostre ricette

Proudly powered by WordPress