Tag: ricette di antipasti

Oroscopo in cucina: i segni di Fuoco

Oroscopo in cucina: i segni di Fuoco

Abbiamo chiesto all’astrologa di indicare le ricette ideali per i segni zodiacali seguendo i 4 elementi: Terra, Fuoco, Aria e Acqua. Oggi parliamo di Ariete, Leone e Sagittario per Fuoco

In astrologia i dodici segni zodiacali si possono suddividere anche in 4 elementi: Fuoco, Terra, Aria e Acqua e in ciascuno dei quattro elementi sono compresi 3 segni.
Questi tre segni sono legati quindi da qualità simili che poi, ovviamente, ciascun segno sviluppa nelle sue modalità in base ai pianeti che caratterizzano la sua personalità.
Quando un pianeta, nell
oroscopo di un periodo, si trova a passare in un segno zodiacale sarà a favore degli altri due segni che con questo condividono lelemento.
Il primo elemento è il Fuoco, del quale fanno parte
Ariete, Leone e Sagittario. Il Fuoco indica decisione, coraggio, calore e forza. I segni di Fuoco amano i sapori decisi, anche piccanti, i gusti forti e importanti, immediati. Le carni rosse, gli arrosti, i vini decisi. Tutto ciò che è saporito è perfetto per un segno di Fuoco, che anche nel cibo cerca lappagamento immediato e godurioso.
Nel 2022 i segni di fuoco saranno interessati, soprattutto durante i mesi caldi, dal transito favorevole di Giove: da maggio a ottobre Giove entrerà in Ariete e da lì donerà gioia di vivere, voglia di condividere e anche piacere per la buona tavola a tutti.
Vediamo ora come ciascun segno di Fuoco declina le caratteristiche culinarie del suo elemento.

I segni di Fuoco in cucina

Ariete

L’Ariete adora mordere, quindi qualsiasi cibo gli permetta di farlo lo rende già felice! Ama la schiettezza dei sapori decisi e immediati, non particolarmente elaborati o sofisticati. Una grigliata di carne mista alla brace con un contorno di verdure e patate è davvero un ottimo compromesso. L’Ariete è anche il segno che leghiamo a tutto ciò che è primordiale sia nella forza sia nella passione quindi ama poco i convenevoli da galateo e preferisce piuttosto la semplicità della convivialità familiare. Per questo ho scelto il barbecue non solo di carne ma anche di pesce e verdure con tante salse fatte in casa che unisce la vivacità della condivisione alla naturalezza e immediatezza del cibo.

Leone

Per il Leone, il calore del fuoco è anche desiderio di visibilità: il fuoco qui diventa magnetismo e fascino. Il Leone ha voglia di essere ammirato proprio come si ammira il fuoco di un camino, senza riuscire a distoglierne lo sguardo. il Leone quindi del cibo ama anche il suo aspetto più affascinante. Dalle ostriche allo champagne, dallaragosta al caviale: tutto quello che è un piacere altissimo e raffinatissimo per il Leone è particolarmente attraente. Eun mix di gola e di desiderio di provare esperienze sublimi, fuori dallordinario. Qui il cibo è una coccola e il Leone ritiene di essersi meritato il meglio: il Leone è il segno  della regalità e per questo anche nel cibo vuole leccellenza. Non sarà mai troppo presto per un bicchiere di champagne o un king crab alla catalana o ancora per dare almeno una spolverata di tartufo ad un semplice uovo in camicia. 

Sagittario

Dei tre segni di Fuoco, il Sagittario è quello che più di tutti è mosso da una spinta di curiosità e ricerca intellettuale: stiamo parlando del viaggiatore dello Zodiaco per eccellenza, sempre curioso di provare cose nuove. Ovviamente questo vale anche per il cibo, come una delle prime forme di cultura. Per questo, tutto ciò che sa di esotico e di lontano incuriosisce il Sagittario che lo proverà senza alcuno sforzo come gli spiedini marocchini alla curcuma o una spadellata di verdure al coriandolo. I profumi dellindia o del nord Africa sono un elisir per lui. Via libera quindi a tutte le spezie che possano far sentire il profumo del viaggio anche in un piatto di riso e lenticchie invernale e casalingo. 

Anna in Casa: ricette e non solo: “Cotolette” con farina di ceci

Anna in Casa: ricette e non solo: "Cotolette" con farina di ceci
 
Per Natale ho ricevuto in regalo il libro Cucina botanica di Carlotta Perego, era un po’ che volevo comprarlo ed ora eccolo qui, tra i miei ricettari preferiti. Martedì ho cominciato a leggerlo e fra le ricette ho trovato questa delle “cotolette di ceci”: detto fatto, le ho preparate per cena. Non avevo dubbi sulla ricetta, ma li avevo sulla reazione dei miei: per fortuna ho raddoppiato le dosi… 

Ingredienti

160 g di farina di ceci

120 ml di acqua t.a.

70 g di pangrattato 

        anche senza glutine

1 cucchiaio di amido di mais

1 pizzico di paprica dolce

1 pizzico di cumino a piacere

1 cucchiaino raso di sale

4 cucchiai di olio e.v.o.

Se non volete friggere le cotolette, potete anche cuocerle in forno su teglia foderata con carta forno, ungendole leggermente da ambo i lati.

Procedimento

In una ciotola radunate le polveri,

e mescolatele.


Aggiungete un po’ per volta l’acqua

tenuta a temperatura ambiente.

Continuate a mescolare fino

ad ottenere un composto

omogeneo e senza grumi.

In un piatto fondo versate il

pangrattato

e prendendo un po’ di impasto fra 

le mani leggermente inumidite,

formate le cotolette.

Impanatele con il pangrattato, 

pressandole delicatamente.

Adagiate le cotolette su un foglio di carta 

forno o carta assorbente.

In una padella versate l’olio d’oliva e, 

appena caldo adagiate le fette;

cuocetele girandole,

fino a doratura da entrambi

i lati.

Una volta cotte mettete le cotolette su

carta assorbente per togliere

l’eccesso di unto.

Servitele ben calde accompagnate 

da salsine e insalata a piacere.

Kate Middleton, 40 anni tra pizza e carbonara

Kate Middleton, 40 anni tra pizza e carbonara

Happy birthday alla Duchessa di Cambridge, che ama la cucina italiana, passione anche del Principe Harry e dei loro figli George, Charlotte e Louis

Buon compleanno a Kate Middleton, ma non un compleanno qualsiasi. Oggi 9 gennaio, la Duchessa di Cambridge compie 40 anni e da ogni parte del mondo arrivano i più felici auguri. Il via è stato dato ufficialmente dalla pubblicazione di meravigliosi ritratti della possibile futura regina, realizzati dal grande fotografo italiano Paolo Roversi nella meravigliosa cornice bucolica dei Kew Gardens a Londra. Sarà possibile ammirarli alla National Portrait Gallery, di cui la Duchessa di Cambridge è ufficialmente la patronessa dal 2012, come parte del progetto Coming Home. Intanto, ci uniamo per gli auguri regalando a Kate Middleton due ricette italiane: la carbonara e la pizza. Perché? Ora ve lo spieghiamo…

https://www.instagram.com/p/CYgHHPntMEm/?utm_source=ig_web_copy_link

La passione di George per la carbonara

Sebbene gli spaghetti siano tra i piatti non concessi dall’etichetta reale, Kate Middleton ama molto la cucina italiana e così anche suo figlio George. E’ stato lo chef Aldo Zilli a rivelare in un’intervista a Femail che il nipote della Regina Elisabetta II ha una grande passione per la carbonara. Il cuoco italiano aspetta ancora la chiamata dal Principe Harry, con cui ha collaborato per operazioni benefiche, per insegnar loro la ricetta autentica. Nel frattempo, ci pensiamo noi con la ricetta che ci ha recentemente rivelato la famiglia Panella della leggendaria Antica Pesa Dal 1922 di Trastevere. Qui sotto mettiamo il link diretto alla ricetta, che magari fa comodo anche a voi, no?

Il vizio di Harry per la pizza sul divano

Non solo spaghetti. Kate Middleton ama preparare la pizza con i suoi figlioli George, Charlotte e Louis, come ha rivelato nello speciale A Berry Royal Christmas della BBC. L’abbiamo anche vista all’opera preparare la pizza con i bambini dell’Islington Community Garden di Londra ed il piatto preferito della principessina Charlotte. Non è l’unica: anche il Principe Harry adora la pizza, ma c’è un problema. Durante una visita ufficiale, la Duchessa di Cambridge aveva scherzato con il marito rivelando a tutti la sua passione di mangiare la pizza sul divano con le conseguenze di macchie e disordine che possiamo solo immaginare! Anche in questo caso, regaliamo volentieri la ricetta per la pizza fatta in casa e ci auguriamo che il figlio primogenito della mai dimenticata Lady Diana la smetta di macchiare il divano di casa Windsor!

Foto cover: Paolo Roversi via Instagram 

Proudly powered by WordPress