Tag: ricette di antipasti veloci

Cosa fare a Ferragosto se piove? Cucinare!

Cosa fare a Ferragosto se piove? Cucinare!

Cosa fare a Ferragosto se piove? Domanda, purtroppo lecita… L’estate 2022 è piuttosto bizzarra – e purtroppo non sarà l’unica, a quanto pare. Si alternano periodi di caldo torrido dalle temperature inaspettate a piogge esagerate. C’è chi organizza il pranzo del 15 agosto sotto l’ombrellone in spiaggia al mare e chi invece pensa a cosa fare a Ferragosto se piove

Visto che con l’afa che abbiamo subito ci è passata un pochino la voglia di accendere il forno o passare ore in cucina, questa potrebbe essere una buona occasione per tornare a fare quello che più ci piace. Sì, certo: cucinare, ma per davvero.

E allora via quel muso, non struggiamoci nel pensare a cosa fare a Ferragosto se piove: la risposta è davanti a noi. Tiriamo fuori le teglie, accendiamo il forno, friggiamo a più non posso, sbattiamo uova, puliamo le verdure – e perché no, facciamo anche la polenta!

Cucinare è senz’altro un piacere, un divertimento, un hobby: se a Ferragosto dovesse piovere, noi la prendiamo con filosofia, indossiamo il grembiule e ci dedichiamo a passare il tempo ad impastare, infornare, spadellare, con il sorriso sulle labbra.

Dalle lasagne alla parmigiana, dal pollo con i peperoni alla pizza e le torte salate fino ai timballi, vuoi mettere il calore di un pranzo di Ferragosto preparato per i nostri cari? E anche se dal sito meteo.it le previsioni parlano di un’Italia spaccata in due, almeno la cucina ci unirà!

Spreco alimentare: dove comprare | La Cucina Italiana

Spreco alimentare: dove comprare | La Cucina Italiana

Un “manuale” per visitare alcune delle più note mete italiane, con un occhio all’ambiente e al portafogli. È l’idea di Too Good To Go, l’app n.1 in Italia contro gli sprechi alimentari, che propone le sue Guide per viaggiare in alcuni dei luoghi più suggestivi del territorio italiano, salvando del buon cibo, risparmiando, ma soprattutto facendo del bene all’ambiente. 

Negli ultimi mesi l’inflazione è cresciuta esponenzialmente, diventando uno dei principali elementi di preoccupazione di cittadini e consumatori. Uno dei principali settori colpiti da questa cres crisi è proprio quello del cibo, horeca. Secondo quanto emerso all’interno della ricerca condotta dall’Osservatorio sull’inflazione di Ipsos, il 50% degli italiani ha dichiarato che diminuirà la frequentazione di ristoranti, pizzerie, fast-food, bar e locali per aperitivi, mentre il 46% ridurrà i costi di viaggi e vacanze.*

Un’estate anti-spreco in giro per l’Italia

Too Good To Go, vuole quindi proporsi come strumento destinato a tutte le persone che cercano un modo efficace per viaggiare risparmiando, senza però rinunciare al proprio cibo preferito e ad alcune delle più belle mete in Italia. Come? Con l’acquisto delle Magic Box, le quali vengono vendute a un terzo del prezzo commerciale dei prodotti contenuti al suo interno Acquistando una Magic Box alla settimana, si può arrivare a risparmiare fino a 400 euro l’anno, evitando lo spreco di 52 kg di cibo, che equivalgono a 130 kg di CO2e non emesse nell’atmosfera. 

Ecco che dall’idea delle box pensate da consumare per l’intero anno, nasce l’idea di alcune guide per un’estate anti-spreco, indicando esercenti e supermercati dove è possibile salvare ottimo cibo che rischia di essere sprecato in alcune delle mete turistiche italiane più apprezzate nel periodo estivo: Roma, Cagliari, Venezia, Verona e la Riviera Ligure di Levante.

Scarica qui le Guide per un’estate anti-spreco di Too Good To Go!

Ecco le 5 destinazioni anti-spreco per l’estate

Proudly powered by WordPress