Tag: ricette di cotto e mangiato

Pollo ripieno – Ricetta di Misya

Pollo ripieno - Ricetta di Misya

Preparate il ripieno: mettete in una ciotola prosciutto tritato, pecorino, pane ammollato (in acqua o latte) e strizzato, aglio e maggiorana tritati, buccia di limone, sale e pepe.
Mescolate, quindi incorporate anche l’uovo e, se il composto vi sembra troppo secco, aggiungete un paio di cucchiai di acqua.

A questo punto farcite il pollo, poi cucitelo, in modo che la farcitura non fuoriesca in cottura, infine salate e pepate la superficie.

Mettete il pollo in una teglia, aggiungete le patate a tocchetti tutto intorno e cuocete per circa 1 ora, bagnandolo spesso con il fondo di cottura che si creerà man mano, in modo che non si secchi.

Il pollo ripieno è pronto, non vi resta che servirlo.

» Pâte sucrée – Ricetta Pâte sucrée di Misya

Misya.info

Mettete in una ciotola zucchero e burro leggermente ammorbidito e lavorate fino ad ottenere una consistenza a pomata (non usate le mani, per non far scaldare troppo il composto), poi incorporate anche tuorlo e vaniglia.

Una volta completamente incorporato il tuorlo, aggiungete anche la farina ben setacciata e il sale e amalgamate, infine aggiungete anche le mandorle: dovreste ottenere un composto sbricioloso.

Spostate il composto sulla spianatoia e lavoratelo brevemente con le mani, in modo da far legare bene l’impasto grazie al loro calore (se dovesse sembrare ancora troppo asciutto, aggiungete 1 cucchiaio di latte).
Una volta ottenuto un panetto omogeneo, avvolgetelo con pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigo per almeno 30 minuti.

La pâte sucrée è pronta, non vi resta che utilizzarla per tutte le vostre preparazioni.

Ecco come l’ho usata io, con cottura in bianco, in forno ventilato caldo per circa 20 minuti a 180°C, pronta per essere farcita!

Anna in Casa: ricette e non solo: Crema di fragole senza glutine e senza lattosio

Anna in Casa: ricette e non solo: Crema di fragole senza glutine e senza lattosio

C’è stato un periodo, a metà degli anni ottanta, che il mio colore preferito era il rosso. Influenza del film “The Woman in Red” ? Ebbene sì: “La signora in rosso” e “I just called to say I love you”, cantata da Stevie Wonder, avevano entusiasmato anche me. Ricordo che mia mamma, sarta provetta, mi aveva confezionato per un tubino con le maniche a 3/4 rosso e proprio quel vestito l’ho indossato alla prima uscita con mio marito. Che tempi, avevo poco più di vent’anni e bastavano un film e un colore per cambiare le cose.

Perchè ve ne parlo?

Semplice, mentre preparavo la crema di fragole mi è tornato in mente quel periodo.

Ingredienti

500 g di fragole

250 ml di bevanda di riso o soia

80 g di zucchero

70 g di fecola di patate

a piacere 100 g di panna vegetale da montare 

 

Procedimento

In una pentola non troppo grande, pesare 

le fragole già lavate e private delle parti di scarto; 

aggiungere la bevanda vegetale e, con un frullatore

ad immersione, ridurre tutto in crema.

Alla crema unire lo zucchero e mescolare.

Aggiungere l’aroma vaniglia

e la fecola di patate.

Con il minipimer, inglobare la fecola.

 

Portare la pentola su fiamma media 

mescolando prima con un cucchiaio di legno

e successivamente con una frusta,

per evitare la formazione di grumi.

Dopo pochi minuti la crema di fragole si addenserà

e proprio come per la crema pasticcera toglierla 

dalla fiamma e versarla in un contenitore.

Lasciare raffreddare coperta con

pellicola a contatto.

A piacere montare la panna vegetale e incorporarla 

alla crema di fragole già raffreddata in frigorifero.

Proudly powered by WordPress