Tag: ricette di pasta

Abbinamenti gelato: ecco i migliori in assoluto

Abbinamenti gelato: ecco i migliori in assoluto

A ognuno il suo gusto di gelato. Ci sono persone che si lasciano consigliare per gli abbinamenti dei gusti di gelato nel cono o nella coppetta, ce ne sono altre che varcano la soglia della gelateria sapendo esattamente cosa vogliono ordinare. E probabilmente, ordineranno sempre la stessa cosa per settimane, mesi o anni. Ma la scienza degli abbinamenti del cibo (il food pairing) vale anche per i gusti di gelato. Anche in questo caso ci sono poche ma semplici regole che possono fare la differenza per far in modo di assaporare e degustare nel modo giusto i diversi gusti del gelato, per un risultato più equilibrato e armonioso in bocca, che non produce sapori in contrasto. 

Per capirci qualcosa di più abbiamo chiesto a Maria Agnese Spagnuolo, proprietaria di Fatamorgana di raccontarci gli abbinamenti consigliati. La sua è una storia di gelato fin da bambina. Come racconta infatti “Da quando ho memoria, il mio alimento è sempre stato il gelato”. Con il compagno di vita e di lavoro, Francesco Simon, dalla Puglia arriva a Roma per aprire il primo laboratorio nel 2003. Oggi il gelato di Fatamorgana è anche a Los Angeles, con la sua combinazione di processo artigianale ma innovativo, i sapori freschi e naturali ma anche gusti sperimentali e continuamente in evoluzione. 

Come ci racconta Maria Agnese, sui gusti del gelato le persone si dividono. Ci sono clienti che si lasciano consigliare, soprattutto quelli fidelizzati che vengono tutte le settimane e cercano i nuovi gusti, lasciandosi suggerire come è più opportuno abbinarli. Per il resto, ci sono tanti mangiatori di gelato che hanno le idee chiare e inamovibili su cosa vogliono mangiare. Forse anche a loro, come succede per il vino, sarebbe giusto consigliare qualche volta di lasciar fare all’esperienza del gelataio artigianale per non ritrovarsi con abbinamenti rassicuranti ma improbabili. Non è vero infatti che tutti i gusti stanno bene insieme. Ecco alcuni consigli: 

Involtini di cetriolo – Ricetta di Misya

Involtini di cetriolo - Ricetta di Misya

Lavate bene il cetriolo e, usando un pelaverdure, tagliatelo a fettine molto sottili (senza eliminare la buccia).

Preparate la crema di avocado: pulite l’avocado e ricavatene la polpa (qui la guida per farlo al meglio), poi mettetelo in un mixer con olio, sale, pepe e succo di limone e frullate brevemente, in modo da ottenere un composto un po’ grossolano (in alternativa potete semplicemente schiacciarlo con i rebbi di una forchetta).

Disponete le fette di cetriolo su un foglio di pellicola per alimenti, leggermente sovrapposte tra loto, in modo da creare uno strato abbastanza compatto.
Disponete sul cetriolo il formaggio e poi la crema di avocado, quindi arrotolate il cetriolo nel senso della lunghezza delle fette (come a voler arrotolare le singole fette, ma facendolo con tutte quante insieme), infine avvolgete con la pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno 30 minuti.

Riprendete il cilindro, eliminate la pellicola e tagliatelo a rondelle, quindi infilzate ogni rondella con uno stuzzicadenti.

Gli involtini di cetriolo sono pronti, serviteli subito o conservateli in frigo per non più di 1 giornata.

Spaghetti con polpette di pesce

Spaghetti con polpette di pesce

Mettete a bagno il pane in acqua calda.
Intanto cuocete i filetti in padella antiaderente con aglio, poco olio e, se vi piace, qualche fogliolina di salvia, quindi frullate il pesce con un po’ di prezzemolo.

Unite in una ciotola il pesce, l’uovo, il formaggio, il pane ammollato e strizzato, sale e pepe a piacere, e amalgamate.
Con le mani leggermente umide, create le vostre polpettine, come delle piccole noci, quindi passatele nel pangrattato.

Friggete le polpette in olio di semi già caldo, facendole dorare in maniera uniforme, quindi sollevatele con una schiumarola e lasciatele asciugare su carta da cucina.

Nel frattempo che le polpette cuociono, mettete a bollire l’acqua per la pasta e preparate il sugo: fate dorare l’aglio con olio in una padella ampia, poi unite i pomodorini lavati e tagliati a metà (o in 4 parti, se sono grandi), salate e lasciate cuocere per una decina di minuti o fin quando i pomodorini non si saranno ammorbiditi.
Schiacciate leggermente i pomodori con una forchetta e unite le polpettine, lasciandole insaporire per qualche minuto.

Intanto cuocete la pasta e scolatela al dente, quindi unitela al condimento.

Gli spaghetti con polpette di pesce sono pronti, serviteli subito.

Proudly powered by WordPress