Tag: ricette dolci

Qual è il gelato ideale per il vostro segno zodiacale?

La Cucina Italiana

Estate, sapore di mare, di vacanza, di relax. Ma soprattutto di gelato. Che piace più o meno a tutti. E che può talvolta sostituire un pasto, volendo. Anche in tema di gelato, lo zodiaco può dire la sua: quali gusti incontrano i favori del palato dei dodici segni zodiacali? La parola (e il cucchiaino) agli astri…

ARIETE

Segno di fuoco, ardito e gagliardo, ama i sapori decisi e forti. Il cioccolato la fa da padrone, sul cono o nella coppetta di questo segno. Magari aromatizzato allo zenzero, alla cannella, al caffè, al mirto o all’amaretto. O anche associato alla menta, al cocco, all’anguria, rossa come Marte, il pianeta che lo governa e che alimenta il fuoco delle sue passioni. Compresa quella per il gelato. Si lascia tentare talvolta anche dalle creme al liquore, ma con moderazione: preferisce infatti i gusti semplici, poco elaborati che rispecchiano più fedelmente la sua anima schietta e diretta.

Maritozzo alla menta con gelato al cocco e cioccolato

TORO

È oro olimpionico in golosità. E tendenzialmente tradizionalista. Per questo, anche in fatto di gelato, va in genere sul sicuro, con la crema, lo zabaione, la zuppa inglese, la stracciatella e tutto ciò che ha il sapore conosciuto e apprezzato della “consuetudine”. Visto tuttavia che Venere, suo astro governatore, è anche il simbolo dei fiori, il gelato alla rosa, alla viola, alla verbena (pianta venusiana per eccellenza) o a qualsiasi altro gusto floreale può trovare la sua approvazione. Tradizionale o “petaloso” che sia il gelato, preferisce comunque che la sua porzione sia sempre muy abbondante.

Gelato con zabaione caldo

GEMELLI

L’importante è che il suo gelato sia variegato, colorato, millegusti, vivace come Mercurio, astro che lo governa. Anche se in due casi su tre, i Gemelli amano, sì, il gelato, ma non smodatamente. Forse questo segno predilige la coppetta al cono, o magari anche il biscotto, il ghiacciolo, il gelato con lo stecco o le bomboniere cioccolato e panna, tutti formati “agili” da gustare e che in un certo senso rimandano a quell’adolescenza XXL nella quale il Gemelli vive perennemente e (più o meno) felicemente.

Stecco di gelato ai mirtilli e zenzero

CANCRO

La Luna, simbolo del latte, è la sua signora zodiacale. Per cui al Cancro piacciono le creme. Soprattutto la vaniglia, la panna, il fiordilatte (per l’appunto), la zuppa inglese, il cioccolato bianco, la pannacotta, il creme caramel, lo zabaione, la zuppa inglese, il cioccolato al latte o anche il bacio e la torta di mele. E visto che è goloso alla golosesima potenza, è capace anche di mangiarsene una vaschetta da mezzo chilo, da solo, cucchiaiata dopo cucchiaiata, immerso nel Nirvana…. Gelato alla frutta? Orrore…

Polpo bollito – Ricetta di Misya

Polpo bollito - Ricetta di Misya

Innanzitutto pulite il polpo (qui la guida per farlo al meglio), eliminando innanzitutto il rostro centrale.

Ed eliminando anche il becco e le interiora contenute nella sacca, quindi sciacquatelo per bene.

Portate ad ebollizione una grossa pentola piena d’acqua con un pizzico di sale, un po’ di grani di pepe e il limone lavato e tagliato in 4 parti: quando bollirà, tenendo il polpo per la testa, immergetevi solo i tentacoli, giusto per 1-2 secondi, e ritirateli subito fuori, ripetendo questa operazione altre 2-3 volte, in modo da far arricciare i tentacoli e renderli più teneri.
Quindi immergete del tutto e lasciate cuocere con coperchio a fiamma medio-bassa, in modo che l’acqua sobbolla, per circa 1 ora.

Per testare la cottura del polpo, provate a infilzarlo con i rebbi di una forchetta, come si fa con le patate: se entra facilmente, è cotto e potete lasciarlo raffreddare nella sua acqua di cottura prima di scolarlo.

Il polpo bollito è pronto, non vi resta che decidere come usarlo.

Polpette di cozze – Ricetta di Misya

Polpette di cozze - Ricetta di Misya

Lavate e pulite bene le cozze sotto acqua corrente (qui la guida per farlo al meglio), quindi mettetele in una casseruola, coprite con coperchio e cuocete a fiamma vivace per qualche minuto, finché non si saranno aperte (eliminate eventuali cozze rimaste chiuse).

Sgusciate le cozze e filtrate il fondo di cottura (ne userete poco: il resto potete usarlo per altre ricette).

Mettete in una ciotola le cozze con l’uovo, il pangrattato, il prezzemolo tritato, l’aglio tritato finemente, poco sale e pepe e iniziate a mescolare, aggiungendo un pochino del fondo di cottura filtrato per aiutarvi.
Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo, quindi prendetene poco per volta e formate le polpette, passandole poi nel pangrattato.

Friggete le polpettine in olio già caldo, girandole per farle dorare in maniera uniforme, quindi sollevatele con una schiumarola e fatele asciugare su carta da cucina.

Le polpette di cozze sono pronte, servitele belle calde.

Proudly powered by WordPress