Tag: ricette dolci torte

I nuovi gelati Loacker #DaAssaggiare

La Cucina Italiana

Due storiche aziende si uniscono per realizzare il sogno dei più golosi. Sammontata e Loacker lanciano tre nuovi gelati che mettono insieme la qualità del gelato Sammontana e i classici wafer nati a Bolzano.     

Gelati Loacker: i nuovi gusti #DaAssaggiare

Iniziamo col Gelato Biscotto Napolitaner, farcito con cremoso gelato alla nocciola e al cacao. Le nocciole 100% italiane tostate in casa Loacker sono proprio le stesse della celebre crema Napolitaner.

Poi c’è il Gelato Biscotto Latte Alpino: questa volta i due biscotti custodiscono un delicato gelato alla panna fresca e al latte delle Alpi, per raccontare ancora meglio la purezza degli ingredienti utilizzati e delle montagne, da sempre simbolo degli iconici wafer.

Infine, la Tortina Loacker si trasforma in Tortina Gelato, due biscotti alla nocciola e al cioccolato ripieni di gelato con latte alpino, polvere di biscotti e variegatura alla nocciola e al cacao

I gelati Loacker saranno disponibili nei principali supermercati in un pratico multi-pack da 8 biscotti gelato in 4 pratiche confezioni. Il gelato biscotto Napolitaner è disponibile anche nei migliori bar Sammontana nell’astuccio da due biscotti.

article image
Tutto quello che c’è in un Loacker

Leggi l’articolo

Cosa significa essere donna in cucina oggi

La Cucina Italiana

Nei 54 stati dell’Africa c’è un detto: «La donna è colei che educa i popoli». Non può essere più forte, d’impatto e attuale la frase con cui Victoire Gouloubi termina il suo racconto. La sua voce solenne traspare quell’impavida forza dell’essere donna. Victoire abbraccia due culture, quella italiana e africana, creando una cucina di integrazione che porta con sé i trionfi di una donna che si è fatta largo nel mondo della cucina, vincendo, con orgoglio, lotte di genere e di etnia. Nata in Congo, Victoire arriva in Italia all’età di 21 anni. Il sogno? Seguire la sua passione e diventare cuoca. Muove i primi passi a Cortina, ma è l’esperienza da Sadler ad aprirle le porte dell’alta ristorazione, e non solo, anche quelle della solidarietà.

Victoire, hai qualche consiglio in cucina tramandato da una figura femminile per te significativa?

Mia mamma non è mai stata una grande cuoca. Poco tempo fa è venuta in Italia per un lungo periodo e mi ha detto ‘sarebbe stato bello che tuo padre fosse stato qui per congratularsi con te’. E io ‘guarda che sono diventata cuoca non per merito tuo’. Lei si mette a ridere. 
Ho il ricordo di mia mamma quando ero piccola come una donna forte che comandava a casa, ma il ricordo di quando cucinava è nullo, non era lei la cuoca di casa. In famiglia però abbiamo una ricetta tramandata, il Saka Saka, piatto tradizionale del Congo, che oggi prepariamo io e le mie sorelle. Si tratta di un piatto tipico congolese ma appartenente a culture africane. Anche se è un piatto tipicamente cucinato dalle donne, papà lo cucinava molto bene. Il ricordo di mio padre con un mortaio molto grande che pestava le foglie di manioca è tutt’ora estremamente vivido. È così che la ricetta che oggi conosco mi è stata tramandata da mio padre e dalle sue sorelle. Con questo piatto, anche rivisitato, ho conquistato la critica gastronomica. 

Come nasce la tua passione per la cucina?

» Crema pasticcera al limoncello

Misya.info

Mettete in una ciotola i tuorli e lo zucchero e montateli insieme.
Incidete il baccello di vaniglia per il lungo, ricavatene i semini con il piatto di una lama e aggiungeteli al composto insieme alla maizena setacciata e amalgamate.

Mettete buccia di limone e baccello di vaniglia con il latte in un pentolino e scaldate quasi fino all’ebollizione, quindi incorporate al composto di uova.
Trasferite nuovamente nel pentolino, eliminate il baccello di vaniglia e cuocete a fiamma bassa, mescolando costantemente, fino ad ottenere un composto piuttosto denso.

Coprite con pellicola a contatto e fate raffreddare completamente, quindi aggiungete il limoncello, eliminate la buccia di limone e amalgamate.

La crema pasticcera al limoncello è pronta, non vi resta che usarla per tutte le vostre preparazioni, o gustarvela così, come dolce al cucchiaio.

Proudly powered by WordPress