Tag: Ricette Ipocaloriche

25 aprile, 30 ricette a prova di picnic

La Cucina Italiana

Il sole c’è, una giornata per festeggiare tutti assieme anche. E perché non farlo su un prato fiorito? Qualcuno potrà azzardare un pranzo in riva al mare, altri ammireranno le montagne, ma ci sono buone notizie anche per i cittadini. Basterà una tovaglia a quadri e anche il parco vicino a casa potrà trasformarsi nella location ideale per passare una giornata diversa dal solito. E proprio per far sì che tutto sia perfetto, prima di scegliere le ricette giuste, ripassiamo le 5 regole del picnic.

La comodità

Anche i più spartani dovranno organizzarsi al meglio per rendere il pranzo all’aperto confortevole e piacevole. Un grande telo che consenta a tutti i commensali di sedersi, qualche cuscino per rendere più comoda la seduta e un piccolo tendalino per offrire ombra ai più piccoli nelle ore calde sono il giusto equipaggiamento per allestire il pranzo. Se disponete poi di tavoli e sedie da campeggio, può essere l’occasione giusta per utilizzarli, brandine incluse!

La freschezza

Non c’è buon picnic senza bevande dissetanti. E per assicurarci di avere sempre acqua, bibite, birra e vino freddi, non può mancare l’indispensabile borsa frigo. Per prolungare gli effetti del fresco, portiamo anche un paio di bottiglie d’acqua ghiacciate: saranno preziose per mantenere la giusta temperatura all’interno della borsa.

Le posate

Passino i piatti usa e getta, ma sulle posate è il caso di fare un salto di qualità. Utilizzare le forchette e i coltelli in metallo renderà più piacevole il pasto oltre a offrirci dei praticissimi pesi per tenere fermi i piatti. Non vorrete passare la giornata a rincorrere piattini volanti…

Il caffè

Dopo un buon pranzo, quello che ci vuole è l’aroma di un caffè. Prepariamolo già zuccherato e versiamolo in un termos portando anche gli appositi bicchierini. I commensali apprezzeranno!

Aggiungi un posto “a tavola”

Se alcuni pranzi risultano impegnativi con il crescere degli ospiti, il bello del picnic è che ci invita alla condivisione libera con amici e famiglia. Invitiamo tutti. Più saremo e più sarà divertente.

Le nostre 30 ricette per il picnic del 25 aprile nella gallery!

25 aprile, 30 ricette a prova di picnic

Anna in Casa: ricette e non solo: Crema di fragole senza glutine e senza lattosio

Anna in Casa: ricette e non solo: Crema di fragole senza glutine e senza lattosio

C’è stato un periodo, a metà degli anni ottanta, che il mio colore preferito era il rosso. Influenza del film “The Woman in Red” ? Ebbene sì: “La signora in rosso” e “I just called to say I love you”, cantata da Stevie Wonder, avevano entusiasmato anche me. Ricordo che mia mamma, sarta provetta, mi aveva confezionato per un tubino con le maniche a 3/4 rosso e proprio quel vestito l’ho indossato alla prima uscita con mio marito. Che tempi, avevo poco più di vent’anni e bastavano un film e un colore per cambiare le cose.

Perchè ve ne parlo?

Semplice, mentre preparavo la crema di fragole mi è tornato in mente quel periodo.

Ingredienti

500 g di fragole

250 ml di bevanda di riso o soia

80 g di zucchero

70 g di fecola di patate

a piacere 100 g di panna vegetale da montare 

 

Procedimento

In una pentola non troppo grande, pesare 

le fragole già lavate e private delle parti di scarto; 

aggiungere la bevanda vegetale e, con un frullatore

ad immersione, ridurre tutto in crema.

Alla crema unire lo zucchero e mescolare.

Aggiungere l’aroma vaniglia

e la fecola di patate.

Con il minipimer, inglobare la fecola.

 

Portare la pentola su fiamma media 

mescolando prima con un cucchiaio di legno

e successivamente con una frusta,

per evitare la formazione di grumi.

Dopo pochi minuti la crema di fragole si addenserà

e proprio come per la crema pasticcera toglierla 

dalla fiamma e versarla in un contenitore.

Lasciare raffreddare coperta con

pellicola a contatto.

A piacere montare la panna vegetale e incorporarla 

alla crema di fragole già raffreddata in frigorifero.

Proudly powered by WordPress