Tag: ricette napoletane

Come conservare le arance e 10 ricette imperdibili

Come conservare le arance e 10 ricette imperdibili

Siete sicuri di conservare le arance nel modo giusto? Non perdetevi i nostri consigli e le migliori ricette dolci e salate per gustarle in tutto il loro splendore

In inverno le arance sono fra gli agrumi più diffusi sulle tavole degli italiani insieme ai mandarini. È proprio nei mesi più freddi, infatti, che raggiungono l’apice del loro gusto e delle loro preziose proprietà benefiche.
Una volta acquistate, le arance possono durare a lungo, ma per preservarne dolcezza, profumo e qualità organolettiche è importante conservarle nel modo giusto.

Come scegliere le arance

La conservazione delle arance dipende innanzitutto dalla scelta del frutto. Per prima cosa preferite arance non trattate, le uniche di cui si può consumare anche la buccia. Controllatene sempre aspetto e consistenza: se l’arancia presenta tagli o ammaccature potrebbe aver subito dei danni durante il trasporto e la sua bontà potrebbe essere compromessa; se invece risulta molto morbida al tatto, vuol dire che l’arancia è ormai eccessivamente matura. In entrambi i casi la durata del frutto sarà considerevolmente ridotta.

Come conservare le arance in casa

Le arance appena raccolte possono durare anche fino a 3 settimane (alcune varietà, come la Valencia, arrivano addirittura fino a quattro mesi), ma è fondamentale che nel frattempo non subiscano sbalzi termici e lunghe esposizioni alla luce del sole.
Per raggiungere questo obiettivo si può sfruttare il clima invernale, conservando le arance in terrazza: rimuovetele dall’imballaggio e raccoglietele in un cesto arieggiato, lontano da fonti di calore.

Se non si ha a disposizione uno spazio all’aperto, meglio conservarle in frigorifero, poiché la temperatura calda della casa potrebbe ridurne la durata. In questo caso, riponete le arance nello scompartimento per frutta e verdure, assicurandovi di non ammassarle o schiacciarle.

Le arance si possono congelare?

Le arance, così come i limoni, si possono anche congelare. Il metodo migliore consiste nel lavare e asciugare accuratamente il frutto, tagliarlo a fette o pelare a vivo gli spicchi e infine conservarli nei sacchetti per il freezer. In questo modo saranno già pronti per guarnire torte e crostate.

In cerca di idee per utilizzare le arance in cucina? Guardate la nostra gallery per scoprire 10 ricette imperdibili, sia dolci che salate.

» Macine salate – Ricetta Macine salate di Misya

Misya.info

Mettete tutti gli ingredienti secchi (farina, lievito, sale, pepe e buccia di lime) in una ciotola e mescolate, quindi incorporate prima l’acqua e poi il succo di lime, lavorando velocemente.

Lasciate riposare l’impasto per 10 minuti a temperatura ambiente, quindi stendetelo con un matterello e ricavate le vostre macine, usando 2 diversi coppapasta tondi, uno da circa 8 cm e l’altro, per fare il foro centrale, da circa 2 cm.

Disponete i biscotti sulla teglia rivestita di carta forno, leggermente distanziati tra loro, e cuocete per circa 20 minuti o fino a doratura a 180°C, in forno ventilato già caldo.

Le macine salate sono pronte, lasciatele almeno intiepidire prima di servirle.

Ricetta Soufflé di verdure – La Cucina Italiana

Spesso non si sa come riutilizzare le carote di un brodo, una ratatouille, delle zucchine trifolate… Mescolatele e fatele rinascere con eleganza in un soufflé

  • 200 g latte
  • 150 g verdure cotte avanzate
  • 70 g burro
  • 70 g farina
  • 4 uova
  • noce moscata
  • burro per lo stampo
  • sale

Per la ricetta del soufflé di verdure, ispirata da Olindo Guerrini, frullate le verdure cotte (noi abbiamo usato zucchine, asparagi, cipollotto. Olindo Guerrini utilizza solo spinaci, ma possono andare bene tutte le verdure di stagione avanzate, lessate o arrostite in padella).
Preparate una besciamella molto densa, amalgamando in una casseruola il burro e la farina.
Cuocete per 2-3 minuti, quindi unite il latte e mescolate fino a ottenere una crema in altri 2-3 minuti. Salate e profumate con un pizzico di noce moscata.
Lasciate intiepidire la besciamella, quindi incorporatevi i tuorli, uno alla volta, e le verdure frullate, mescolando fino a ottenere una crema omogenea. Ponetela in frigo.
Imburrate uno stampo (ø 15 cm, h 6-7 cm). Montate a neve gli albumi e incorporateli al composto tolto dal frigo. Versatelo nello stampo e infornatelo a 180 °C per 35-40 minuti.

Ricetta: Joëlle Néderlants, Testi: Laura Forti; Foto: Riccardo Lettieri, Styling: Beatrice Prada

Proudly powered by WordPress