Tag: Ricette Pesce

» Sandwich al tacchino – Ricetta Sandwich al tacchino di Misya

Misya.info

Come vi avevo anticipato ieri, ecco il fantastico sandwich al tacchino, meglio conosciuto anche come sandwich del Ringraziamento, tanto è comune l’usanza di prepararlo con gli avanzi del Thanksgiving Day. Quest’anno, avendo preparato anche io arrosto di tacchino e salsa di mirtilli, ho pensato bene di completare il giro proprio con questo fantastico sandwich. Vi dirò di più: la ricetta l’ho presa direttamente dal ricettario di Friends (unica modifica che ho fatto: non ho messo il ripieno di pane di mais, perché qui da noi non si trova, ma se voi avete market americani vicino casa prendetelo e aggiungetelo sulla prima fetta di pane insieme al tacchino), la fantastica sitcom degli anni ’90-2000. Si tratta di quello che secondo Ross è il miglior sandwich al tacchino, il moist maker sandwich di Monica (che Ross chiama l’impareggiabile, grazie allo strato intermedio di pane imbevuto di salsa gravy), e devo dire che è davvero fantastico!!

Mettete maionese, lattuga e pezzetti di tacchino sulla prima fetta; passate alla seconda fetta di pane e passatela nella salsa gravy.

Disponete la seconda fetta sul ripieno della prima e farcite con insalata e tacchino, aggiungete la salsa di mirtilli e chiudete con l’ultima fetta di pane.

Il sandwich al tacchino è pronto: chiudetelo con uno stuzzicadenti, in modo da tenere fermi gli strati tra di loro, e godetevelo!

Le ricette più gustose per il weekend del 20 novembre

Le ricette più gustose per il weekend del 20 novembre

Cosa cucinare nel weekend del 20 novembre? Ecco i primi, i secondi e i dolci più buoni da preparare questo fine settimana

Il fine settimana è fatto per ricaricarsi, stare in compagnia e dedicare il giusto tempo alle nostre passioni, anche in cucina. Quale modo migliore di farlo se non affidandosi alle meravigliose ricette dalla tradizione italiana?
Per questo weekend ne abbiamo scelte 10 ideali per il clima di novembre, ricche di ingredienti stagionali, classiche o con un tocco originale. Non vi resta che allacciare il grembiule e fare questo viaggio da Nord a Sud Italia insieme a noi.

Cosa cucinare il weekend del 20 novembre: primi piatti

Nei giorni di festa non c’è niente di più bello che preparare insieme primi appetitosi. In questo periodo dell’anno non ci facciamo mancare pasta al forno, lasagne e minestre. Ecco perché domenica dovete assolutamente provare i cannelloni alla siciliana, o meglio i cannidduni ripieni di manzo e caciocavallo.
Per rimanere sui grandi classici del Sud, il weekend è il momento perfetto per cimentarsi nella preparazione della pasta alla genovese della cucina napoletana.

I più freddolosi saranno felici di scoprire i prossimi due suggerimenti: tortellini in brodo di castagne, porcini e salicornia e minestrone di zucca aromatizzato allo zenzero. Due ricette di sempre in versione stuzzicante.

Cosa cucinare il weekend del 20 novembre: secondi piatti

Ovviamente, anche i secondi piatti per il fine settimana devono essere golosi: la cotoletta alla valdostana fa venire l’acquolina solo a guardarla, mentre la polenta con ortaggi sarà di conforto per il freddo di novembre, oltre a trasformarsi all’occorrenza in piatto unico.

Se siete in cerca di secondi a base di pesce originali, vi consigliamo invece la spigola marinata alla tequila oppure le capesante con misto vegetale croccante.

Cosa cucinare il weekend del 20 novembre: dolci

L’attesissimo momento del dessert non poteva che ispirarsi alla tradizione con due ricette tipiche regionali: i celebri baci di dama dal Piemonte e il lattaiolo dalla Toscana tutto da scoprire.

Guardate tutte le ricette per il weekend del 20 novembre nella gallery in alto

Piemonte: sagre e fiere da non perdere

Piemonte: sagre e fiere da non perdere

Siamo andati alla ricerca di appuntamenti da segnare sul calendario tra la fine di Ottobre e il mese di Novembre, vini particolari, prodotti tipici, spezie come lo zafferano, tartufi

L’autunno è, da sempre, la stagione migliore per andare alla scoperta di nuove destinazioni, per ricercare sapori e prodotti enogastronomici unici.
Assaggiare piatti della tradizione gastronomica piemontese e portare a casa quelle tipicità, per ricreare nelle nostre cucine quell’atmosfera unica.

Ottobre a Cherasco con Gusta Cherasco, 23 e 24 ottobre

Gusta Cherasco, la versione dal vivo dell’Associazione di promozione dei prodotti agroalimentari d’eccellenza e del turismo enogastronomico del territorio cheraschese, andrà in scena sabato 23 dalle ore 15.00 alle ore 23.00 e domenica 24 dalle ore 10.00 alle ore 20.00.
In Piazza Arco del Belvedere si potranno incontrare i sapori tipici e i grandi vini non solo del territorio ma di diverse regioni d’Italia. Eccellenze tra formaggi, salumi, zafferano, dolci, verdure e sorprese gastronomiche.

Vini

Si potrà partecipare alle Master Class curate dalla Banca del Vino che a Cherasco sarà presente in rappresentanza di una quindicina di Cantine da sud a nord del bel Paese: una delle quali sarà dedicata al Brunello di Montalcino.
Non mancheranno le Master Class anche per i Baroli del versante occidentale curate da Fabrizio Stecca.

Gli amici della Strada del Barolo presenteranno sabato alle 15,30 la Wine Tasting Experience – “i cru del barolo” – viaggio virtuale attraverso le menzioni geografiche del Barolo presso la Chiesa di San Gregorio. Sempre sabato alle 17,30 la Wine Tasting Experience – “il gusto del territorio” – percorso introduttivo tra le produzioni più caratteristiche del Piemonte presso la Chiesa di San Gregorio.
Entrambe le  Wine Tasting Experience saranno curate dal sommelier Mario Bevione e il costo fissato è di 25 euro a persona. stradadelbarolo

Barolo sì, ma per i grandi vini del Piemonte ci saranno anche Barbera, Arneis e Dolcetto. Parteciperanno  alla manifestazione anche i vini dei Giovani Vignaioli Canavesani.

Arte

Per gli amanti dell’arte presso Palazzo Salmatoris è allestita la mostra: “Da Kandinsky a Warhol, l’Arte del Novecento nel manifesto” mostra che resterà allestita fino al 19 dicembre. Ingresso gratuito – sabato e domenica dalle 09.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.00

La manifestazione si svolgerà al coperto e l’ingresso sarà gratuito.

Informazioni

Ufficio Turistico 0172.427050 – turistico@comune.cherasco.cn.it
È possibile pernottare presso le strutture suggerite sul sito di Gusta Cherasco

La Fiera del Tartufo di San Damiano d’Asti (7 e 8 novembre)

Per la decima edizione l’organizzazione punta ad aumentare sempre più il numero degli espositori, ma anche il pubblico. Dal 2022 la Fiera del Tartufo verrà insignita del titolo di Fiera Nazionale.
Avrà luogo domenica 7 e lunedì 8 Novembre in Piazza Libertà e sarà abbinata alla tradizionale Fiera Commerciale dei Santi.
Domenica 7 sarà possibile degustare i piatti a base di Tartufo realizzati dalla Pro Loco di San Damiano e assistere alle ricerche simulate con l’associazione Trifolao Sandamianesi.

Dal lato culturale, per tutta la settimana, ci sarà una mostra fotografica presso la Galleria Comunale dedicata alla flora e alla fauna legata al tartufo nel territorio di San Damiano.

Sabato 13 novembre verranno ospitati i registi Michael Dweck e Gregory Kershaw e i protagonisti del film documentario The Truffle Hunters, che verrà proiettato gratuitamente in anteprima nazionale nei cinema sandamianesi. 
In piazza Libertà verrà riprodotto per l’occasione un vero bosco attorno al quale i produttori e le aziende locali presenteranno i loro prodotti tipici.
Domenica 14 oltre all’esposizione dei prodotti tipici, ci saranno giochi a tema per bambini e un congresso sull’ecosostenibilità del Tartufo in sala consiliare.

Il Tartufo nell’alessandrino, una golosa scoperta per una stagione ricca di eventi

Il Tartufo Bianco, Il  Mozart dei Funghi, come lo chiamava Gioacchino Rossini, sarà il grande protagonista, assieme al vino, della stagione autunnale di Alessandria e provincia.

“Il tartufo non è solo un prodotto delizioso, ma è un’occasione unica per conoscere alcune delle tradizioni più radicate e particolari del nostro territorio”, racconta Roberto Cava, presidente di Alexala (Agenzia Turistica Locale). “Attorno al tartufo si è da sempre costruito un mercato solido ed economicamente interessante, vista la natura di grandissima eccellenza del prodotto. Non solo però: l’interesse intorno alle tradizioni del tartufo oggi fa sì che si moltiplichino le iniziative di divulgazione, di racconto, e di proposta di esperienze sul tema. Un’occasione interessante per offrire qualcosa di nuovo ai turisti che vengono sul nostro territorio. Quello che vogliamo ribadire è che la provincia di Alessandria è uno dei centri in cui si cerca, si trova e si commercia il Tuber Magnatum Pico: nelle nostre fiere i turisti possono trovare i tartufi piemontesi e approfondire meglio la conoscenza di questo fantastico prodotto”. 

Saranno davvero molti gli eventi e le attività in programma nella provincia di Alessandria; ve ne raccontiamo alcuni. 

Attività

Trifula Trophy 

In una tartufaia privata di 6 ettari tra le colline del Monferrato, una caccia in squadra, alla ricerca dei tartufi. A fine stagione la squadra che avrà raccolto più tartufi verrà premiata con 6 bottiglie in edizione limitata di Moschini e Mondi. Per maggiori informazioni ArtQuick

Ricerca in notturna

un’esperienza emozionante in compagnia del Trifulau e del suo cane alla ricerca del tartufo bianco nelle tartufaie naturali del Monferrato. Al termine dell’esperienza una golosa Merenda Sinoira all’interno di una dimora storica astigiana.  Per informazioni: www.stiledivinotravel.com 

Eventi

Cella Monte – Sagra del Tartufo, 6-7 novembre 

Un appuntamento storico, con mostra-mercato di tartufi con vendita di prodotti tipici e la cucina della Pro Loco con piatti stagionali della tradizione monferrina.
Per informazioni Pro Loco Cellamonte

Murisengo – Fiera Nazionale del Tartufo “Trifola d’Or”, 14 e 21 novembre 

Una tradizione antica, quella della Fiera del tartufo di Murisengo, nata nel 1967 ma con affonda le radici nell’antica tradizione agricola e commerciale risalente al 1530 con la Fiera di S. Martino. La Fiera di Murisengo rappresenta una speciale occasione per gustare i sapori contadini, con un centinaio di stand enogastronomici e di artigianato piemontese situati lungo l’antico borgo.
Per maggiori informazioni Fiera del Tartufo

Ovada – Vini & Tartufi, 20 e 21 novembre 

Una manifestazione che omaggia il meglio dell’enogastronomia del territorio, proponendo due prodotti principe dell’Ovadese: il Dolcetto di Ovada e il Tartufo Bianco.
Informazioni  Comune di Ovada

Proudly powered by WordPress