Tag: ricette tradizionali

Porri: le migliori ricette | La Cucina Italiana

La Cucina Italiana

Vediamo qualche ricetta di uno dei prodotti alla base di tanti piatti che cuciniamo ogni giorno, come: Involtini, gratin, torte salate, vellutate, zuppe, paste, tortini e contorni golosi. Ma anche qualche frittino che stuzzica l’appetito. E i porri sono perfetti per ognuna di queste preparazioni, grazie alla loro particolare forma che si presta a contenere altri alimenti e al sapore delicato capace di caratterizzare ogni piatto.

Come la cipolla

Uno degli usi più intuitivi del porro è quello di impiegarlo in tutte le ricette in cui abitualmente usiamo la cipolla. Sarà una base perfetta per risotti, sughi, stufati, arrosti e contorni misti di verdure. Renderà inoltre speciali brodi di carne, pesce e verdure e donerà una nota aromatica e riconoscibile a ogni zuppa e vellutata.

article image
Porri: ricette perfette per farne piatti squisiti

Ancora più digeribile

Se cipolla, scalogni e porri vi danno qualche problema durante la digestione, dovreste provare a trattarli diversamente. Uno dei metodi più diffusi prevede la*** ***stracottura. In pratica si prolungano i tempi di cottura del porro abbassando la fiamma e aggiungendo acqua calda o brodo. Si procede fino alla perdita di consistenza della verdura che potrà così essere usata per condire altre pietanze o come base per tutte le ricette che ne prevedono l’impiego. In alternativa, si può soffriggere un’abbondante quantità di porri affettati nell’olio che poi filtreremo e utilizzeremo per condire pasta, riso, pesce o carne.

I benefici

Oltre che per le innate caratteristiche aromatiche, i porri sono molto apprezzati anche grazie alle numerose proprietà. Sono idratanti, ipocalorici (costituiti da acqua quasi al 90%) e ricchi di sali minerali, fibre e vitamine. Sono inoltre preziosi per prevenire le malattie cardiovascolari, ridurre il colesterolo cattivo e mantenere la pelle giovane ed elastica. Sono molto indicati nelle diete grazie al loro potere saziante e poiché favoriscono la pulizia dell’intestino.

Le nostre 30 ricette con i porri

» Asparagi al forno – Ricetta Asparagi al forno di Misya

Misya.info

Innanzitutto lavate e mondate gli asparagi, eliminando la parte bianca del gambo e poi pelando la metà inferiore con un pelapatate.

Unite in una ciotola pangrattato, grana, sale, pepe, prezzemolo tritato, succo e buccia di limone.

Disponete gli asparagi in una pirofila, cospargete con la panatura, irrorate con un filo d’olio e cuocete per 20 minuti o fino a doratura a 180°C, in forno ventilato già caldo.

Gli asparagi al forno sono pronti, non vi resta che servirli.

Anna in Casa: ricette e non solo: Crema di fragole senza glutine e senza lattosio

Anna in Casa: ricette e non solo: Crema di fragole senza glutine e senza lattosio

C’è stato un periodo, a metà degli anni ottanta, che il mio colore preferito era il rosso. Influenza del film “The Woman in Red” ? Ebbene sì: “La signora in rosso” e “I just called to say I love you”, cantata da Stevie Wonder, avevano entusiasmato anche me. Ricordo che mia mamma, sarta provetta, mi aveva confezionato per un tubino con le maniche a 3/4 rosso e proprio quel vestito l’ho indossato alla prima uscita con mio marito. Che tempi, avevo poco più di vent’anni e bastavano un film e un colore per cambiare le cose.

Perchè ve ne parlo?

Semplice, mentre preparavo la crema di fragole mi è tornato in mente quel periodo.

Ingredienti

500 g di fragole

250 ml di bevanda di riso o soia

80 g di zucchero

70 g di fecola di patate

a piacere 100 g di panna vegetale da montare 

 

Procedimento

In una pentola non troppo grande, pesare 

le fragole già lavate e private delle parti di scarto; 

aggiungere la bevanda vegetale e, con un frullatore

ad immersione, ridurre tutto in crema.

Alla crema unire lo zucchero e mescolare.

Aggiungere l’aroma vaniglia

e la fecola di patate.

Con il minipimer, inglobare la fecola.

 

Portare la pentola su fiamma media 

mescolando prima con un cucchiaio di legno

e successivamente con una frusta,

per evitare la formazione di grumi.

Dopo pochi minuti la crema di fragole si addenserà

e proprio come per la crema pasticcera toglierla 

dalla fiamma e versarla in un contenitore.

Lasciare raffreddare coperta con

pellicola a contatto.

A piacere montare la panna vegetale e incorporarla 

alla crema di fragole già raffreddata in frigorifero.

Proudly powered by WordPress