Tag: perfetto

Formaggi e frutta: 20 riecette per un connubio perfetto

Formaggi e frutta: 20 riecette per un connubio perfetto

Abbinare i formaggi e la frutta è un modo favoloso per creare piatti sfiziosi dall’antipasto al dolce: basta seguire alcune regole semplici su come accostare sapori e consistenze contrastanti! Il formaggio – soprattutto se si parla di formaggi stagionati, erborinati, dal gusto forte e deciso – si sposa alla perfezione con gusti dolci e delicati come una pera o pesca. 

Che frutta si abbina ai formaggi?

È importante scegliere bene la tipologia di frutta da abbinare a ogni formaggio, non tutti gli affiancamenti funzionano bene. I formaggio morbidi e freschi, che siano di capra, pecora o latte vaccino si sposano favolosamente a frutta secca e a quella in stagione nel periodo autunnale, dai fichi alle mele e all’uva. La burrata, tanto amata in estate per la sua freschezza e cremosità, viene valorizzata ancora di più se abbinata con le pesche, magari grigliate. 

Il gorgonzola, con il suo sapore forte e deciso, in versione dolce o piccante, è il formaggio ideale per creare un abbinamento con la frutta, che a sua volta attenua leggermente l’intensità del formaggio e lo rende più elegante, donando anche una nota di freschezza. Un classico intramontabile della cucina italiana è l’abbinamento delle pere al gorgonzola, ma vi consigliamo di provarlo anche con delle albicocche secche. 

Le pere sono la frutta che per eccellenza si abbina alla perfezione con il formaggio. Esistono centinaia di varietà di pere, ma le caratteristiche principali legate al sapore si assomigliano: un sapore aromatico, dolce e fresco. Quando abbinate con formaggi stagionati e molto saporiti, come il pecorino toscano e il Parmigiano Reggiano, ne attenuano la sapidità e la consistenza granulosa, regalando al palato un contrasto di sapori, consistenze e aromi. 

Piccoli consigli

Nel confezionare una ricetta che abbina il formaggio alla frutta, è importante ricordare di moderare la quantità di formaggio che si aggiunge al piatto, in base all’intensità dello stesso. In un piatto di bruschette di pere e squacquerone, si può abbondare di formaggio, visto che si tratta di un prodotto fresco e dal sapore delicato. Quando invece si preparano dei paninetti con uvette e gorgonzola, è meglio essere parsimoniosi con la quantità di formaggio che si aggiunge, onde evitare di sovrastare tutti gli altri gusti

Le nostre migliori ricette di frutta e formaggio

ripieno o liscio, perfetto dalla colazione all’antipasto

ripieno o liscio, perfetto dalla colazione all'antipasto

Un classico della tradizione francese, il pan brioche è una preparazione che vi darà molta soddisfazione perché si può accompagnare o farcire con ingredienti dolci o salati

Avete in mente quel sapore metà dolce, metà salato, quella consistenza soffice e morbida e quella crosticina dorata e fragrante? Se avete già l’acquolina in bocca allora avete capito che stiamo parlando del pan brioche, quel lievitato meraviglioso, dal gusto quasi neutro, perfetto da assaggiare liscio o farcito, perché si sposa benissimo sia con sapori dolci sia con quelli salati. Un vero passe-partout per la colazione, la merenda o per fare bella figura all’inizio di una cena…. o alla fine.

L’origine francese

Il pan brioche è nato in Francia addirittura nel Medioevo, ma è nel 1700 con la regina Maria Antonietta che è diventato famosissimo tra gli aristocratici francesi, amanti delle cose buone e del burro soprattutto! Il successo di questo pane risiede senza dubbio nella versatilità con cui si può abbinare: creme o marmellate, ma anche mousse di verdure o di salumi, salmone e paté vari.

Pochi ingredienti tanta dedizione

Il pan brioche è per veri appassionati, per chi ama mettere le mani in pasta, per chi freme nel vedere l’impasto crescere e mutare lentamente sotto i propri occhi, aspettando il momento giusto per assaggiarlo. Un lavoro accurato e meticoloso, che richiede tanta disponibilità di tempo e poca fretta. Gli ingredienti sono soltanto farina, lievito, uova e burro, ma il risultato finale dipende soprattutto dalla premura con cui ci si è dedicati all’opera!

La ricetta del pan brioche

Ingredienti

250 g farina 0, 25 ml latte, 1 cubetto lievito di birra fresco, 1 pizzico di sale, 30 g zucchero, 3 uova più un tuorlo, 150 g burro, 1 cucchiaio da minestra di acqua.

Procedimento

Fate sciogliere nel latte tiepido il cubetto di lievito di birra e poi trasferite tutto in una ciotola capiente in cui avrete versato la farina e lo zucchero. Iniziate a mescolare e poi incorporate il sale e le uova, una alla volta. Continuate a mescolare per circa 10 minuti, sino a che l’impasto risulterà elastico e omogeneo. A questo punto unite il burro, mescolate ancora e disponete l’impasto in una teglia che coprirete con un canovaccio. Lasciate  lievitare per 3 ore. Prendete quindi la pasta, stendetela con un matterello e poi ripiegatela su sé stessa in 3 parti. Ristendetela e ripiegatela perpendicolarmente rispetto al verso di prima. Lasciate ancora lievitare per 8 ore. Ora siete pronti per scegliere la forma da dare al vostro lievitato e per decidere di farcirlo o di lasciarlo liscio. Una volta sistemato nella teglia o sulla placca da forno, spennellatelo con il tuorlo sbattuto con il cucchiaio di acqua e poi infornatelo a 180° per 25-30 minuti. Quando sarà pronto avrete soltanto l’imbarazzo della scelta se accompagnarlo con una mousse o una marmellata di limoni, farcirlo con la crema chantilly, con i fichi, con la zucca.

Nel tutorial scoprite qualche idea in più per il vostro pan brioche

Come cucinare un perfetto Toast da 3 stelle Michelin

Come cucinare un perfetto Toast da 3 stelle Michelin

Fatto in casa, dal pan brioche al prosciutto cotto artigianale: semplice ma ambizioso

Che cosa serve per 1 pane brioche
375 g di farina 0
140 g di burro
125 g di farina Manitoba
125 g di tuorli
75 g di uova
25 g di zucchero
15 g di sale
5 g di lievito di birra secco

Che cosa serve per farcire il toast: caciocavallo, prosciutto cotto artigianale

Per il pan brioche (stampo a cassetta da 2 litri)
Raccogliete nell’impastatrice planetaria tutti gli ingredienti con 100 g di acqua, lasciando da parte burro e sale. Impastate fino a una consistenza omogenea, quindi aggiungete sale e burro e continuate a lavorare finché l’impasto non sarà liscio e compatto e non si staccherà dal bordo della ciotola (ben incordato). Mettetelo a lievitare in un contenitore coperto per circa 2 ore a 26 °C (il volume deve raddoppiare). Ricavate infine un filone da 750-800 g e accomodatelo nello stampo; fatelo lievitare per circa 1 ora, a 26 °C. Cuocetelo a 180 °C per 40 minuti circa. Togliete il pan brioche dallo stampo e fate raffreddare.

Per farcire il toast
Per ogni toast tagliate 2 fette di pan brioche spesse 1,5 cm. Su una fetta ponete il prosciutto cotto tagliato fine, sull’altra due fette sottili di caciocavallo fresco.
Infornate a 170 °C per 6 minuti. Chiudete quindi il toast e tostatelo in padella per 2 minuti per lato. Servitelo subito, caldo.

Per il prosciutto
Preparate da voi anche il prosciutto, seguendo il nostro direttore-cuoco Niko Romito: tritate rosmarino, salvia, timo, maggiorana (10 g di ogni erba). Condite 1 kg di capocollo con 14 g di sale e il trito di erbe, avvolgetelo con la carta di alluminio e cuocetelo in forno a 68 °C per 12 ore. Infine sfornatelo, fatelo raffreddare ed eliminate l’involucro di alluminio. Copritelo con la pellicola e conservatelo in frigo.

Proudly powered by WordPress