Come fare le friselle e sentirsi in Puglia

La Cucina Italiana

Come preparare le friselle

Esistono in commercio friselle di ottima qualità provenienti dalla Puglia, ma se avete voglia di cimentarvi nella preparazione di questi straordinari prodotti allora seguite queste indicazioni.

Per prima cosa sciogliete 5 gr di lievito di birra in poca acqua tiepida e poi unite un pizzico di zucchero e mescolate. Impastate poi 260 gr di farina di grano duro con 150 ml di acqua e il lievito. Potete utilizzare un’impastatrice o anche semplicemente le mani. 

Lasciate riposare il composto per 20 minuti e poi aggiungete un cucchiaio di olio evo e un pizzico di sale. A questo punto lasciate lievitare tutto all’interno di un grande recipiente di vetro per quasi due ore. Una volta raddoppiato, ricavate dall’impasto un filoncino e tagliatelo in otto parti. Da ogni pezzo ricavate un filoncino più sottile e chiudetelo su sé stesso per dargli la forma di una ciambella. Lasciate lievitare per ancora 40 minuti e poi infornate a 200° per 10 minuti. Tagliate poi le friselle a metà e ricuocetele in forno per farle biscottare, questa volta a 170° per circa 40 minuti.

Come condirle

Dopo aver preparato la base non vi resta che condirla in tanti modi diversi. Vogliamo proporvi la ricetta classica e tre idee con pomodoro e basilico.

Il condimento classico

Ammorbidite le friselle con acqua fredda e poi conditele con il pomodoro tagliato a pezzetti, un buon olio evo, un pizzico di sale e del basilico fresco. Se volete potete prima strofinarle con uno spicchio di aglio per insaporirle ancora di più.

Con la panzanella

Con le friselle che si sono rotte potete preparare una straordinaria panzanella. Questa ricetta in realtà prevede l’utilizzo di pane raffermo, ma provate l’alternativa con le friselle e ve ne innamorerete. Come sempre ammorbidite la frisella (o meglio i pezzi di frisella in questo caso) con acqua fredda e poi mescolate con un condimento di pomodori toscani e cipolla di Tropea a pezzetti, olio, aceto, sale, pepe e e abbondante basilico.

Con la pappa al pomodoro

Ebbene sì, con la frisella potete preparare anche un buon piatto caldo per l’autunno. Utilizzatela al posto del pane per preparare la famosissima pappa al pomodoro toscana. Basta ammorbidirla con il brodo vegetale per poi cuocerla in un sugo di pomodoro fresco finché non sarà diventata morbidissima, quasi una crema. Condite tutto con un filo di olio, abbondante basilico, sale e un po’ di peperoncino.

Con la pasta con la mollica

Una rivisitazione della famosa pasta siciliana con la “muddica”. Per prepararla cuocete in forno dei pomodorini tagliati a metà e conditi con olio, sale, origano e un trito di aglio. A parte soffriggete in una padella con l’olio e uno spicchio di aglio una frisella tritata. Condite con i pomodorini appena sfornati una pasta corta a scelta tra pennette, rigatoni o mezze maniche e spolverate tutto con la frisella fritta dorata. Aggiungete se vi va anche qualche acciuga nel soffritto e delle olive nere nel condimento. Completate con del basilico fresco.

Ricette Simili da Leggere:

Proudly powered by WordPress