Come costruire la casetta per le api solitarie mangiando ottimo miele

La Cucina Italiana

Ecco un modo simpatico e intelligente per sostenere la biodiversità. Ci ha pensato Mielizia che per la Giornata mondiale delle Api lancia la Bee Welcome Limited Edition, una box in legno di betulla certificata FSC® e sigillata con una fascetta in carta Crush, la carta ecologica realizzata con sottoprodotti di lavorazione del mais, sulla quale è riportato un QR code che riproduce il video tutorial per trasformare il cofanetto in casetta per le api solitarie.  

All’interno della confezione sono inclusi 4 varianti di mieli biologici italiani – castagno, clementino, bosco, tiglio – proposti in vasetti di vetro da 300 g, una cartolina, un righello in carta piantabile e uno spago in fibra naturale se si desidera appendere il “rifugio” in giardino o sul terrazzo. Per realizzare il Bee Hotel occorrerà dotarsi di canne, canne arelle, legnetti, ciottoli, paglia e altri materiali, semplici da reperire in natura. Il progetto stimola la creatività e invita al “riutilizzo”

La Bee Welcome Limited Edition Box rappresenta il “dolce benvenuto” di Mielizia nel mondo della biodiversità e può essere un regalo incredibile, originale ed etico per tutti che offre non solo la possibilità di far bene all’ambiente e alle api, ma anche di conoscere più a fondo gli apicoltori Mielizia e gustare a casa il loro miele italiano, espressione della varietà e pluralità di mieli biologici del nostro territorio.  

Il Miele di Clementino, chiaro e cremoso. È un miele profumato che, anche al gusto, ricorda i fiori di zagara e presenta note fruttate. È ideale con formaggi freschi e a pasta filata, con la frutta e per accompagnare dolci al cucchiaio. Il Miele di Bosco, l’unico che non deriva dal nettare dei fiori, ma dalla melata, sostanza zuccherina che le api raccolgono prevalentemente su alcuni alberi. È un miele molto scuro e naturalmente liquido. Al gusto ricorda la frutta caramellata, i datteri, il malto ed è ideale con i formaggi freschi o si pancake. Il Miele di Castagno, scuro e liquido, ha un odore intenso e un sapore leggermente amaro, che si sposa perfettamente con i formaggi stagionati. Il Miele di Tiglio, chiaro e cremoso, presenta una peculiare nota mentolata ed è ideale con gli infusi.  

Risotto alla mia maniera con pere e brie

Risotto alla mia maniera con pere e brie
                                      

Oggi risotto alla mia maniera chiedendo scusa se non rispecchia i canoni classici nella preparazione.

Ingredienti

350 g di riso carnaroli

2 pere piccole mature

70 g di formaggio brie

1l  circa di brodo vegetale

1 tazzina di vino bianco

1/4 di cipolla rossa 

olio d’oliva

Procedimento

Tritare la cipolla, tagliare a dadini il brie e le pere. Tritare il prezzemolo, tenendo qualche fogliolina da parte per la decorazione.

In una casseruola rosolare la cipolla in un cucchiaio abbondante di olio d’oliva.

Unire il riso e farlo tostare mescolando per circa due minuti; quando i chicchi diventano “lucidi” versare il vino bianco e lasciarlo sfumare completamente.

Sfumato il vino, aggiungere un primo mestolo di brodo caldo e, mescolando frequentemente, aggiungere il brodo ogni qual volta sia stato assorbito. Continuare la cottura fino a quando il riso è al dente.

A questo punto aggiungere i dadini di pere, mescolare e cuocere per due minuti. Unire il formaggio e lasciare che renda il risotto bello cremoso. Aggiungere a piacere il prezzemolo tritato e togliere dalla fiamma.

Lasciare riposare il risotto per un minuti senza mescolare.

Servire decorando a piacere con qualche fogliolina di prezzemolo.

Proudly powered by WordPress