Dal Festival Franciacorta in Cantina, la nostra selezione

La Cucina Italiana

Si è appena conclusa la tredicesima edizione del Festival Franciacorta in Cantina, uno degli appuntamenti più divertenti per scoprire il territorio e la produzione di uno dei vini più amati d’Italia. Durante la kermesse, che si è svolta nei weekend del 10 e 11 e del 17 e 18 settembre, hanno aperto le porte ben 66 cantine, che hanno proposto agli appassionati un calendario di circa 300 eventi per ciascun fine settimana, tra visite e degustazioni guidate anche originali come i 5 food truck sulla terrazza Contadi Castaldi per un pairing non convenzionale, picnic in vigna speciali come lo Chic-Nic, immersi nel verde del parco dell’Albereta tra il lago d’Iseo e i vigneti della tenuta Bellavista per un breve trekking e un menù gourmet sull’erba, e ancora tour in bicicletta o a cavallo alla scoperta dell’area e molte altre iniziative. L’evento, che coinvolge anche i ristoratori e le attrazioni turistiche locali, come abbazie, castelli e musei, ha visto la partecipazione di circa 40.000 persone.

La Franciacorta è un territorio della provincia di Brescia, che si estende su 19 comuni, tra il lago di Iseo a Nord, il Monte Orfano a Sud, il fiume Oglio a Ovest e la città di Brescia a Est, e si trova a circa un’ora di auto da Milano. Il suo nome è sinonimo di bollicine Metodo Classico di qualità eccellente, a base delle uve Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco, declinate in varie tipologie, che differiscono per il grado zuccherino e il tempo di affinamento in cantina, in modo da offrire una scelta di etichette perfette per ogni occasione, dall’aperitivo a tutto pasto, anche in abbinamento a ricette di carne importanti. Se ne sono accorti i wine lovers e le guide di settore, che ogni anno premiano i vini di molte cantine franciacortine. E visto che proprio in questi giorni stanno uscendo le classifiche con le migliori bottiglie ora in vendita, vi proponiamo la nostra selezione di bottiglie che vale la pena di mettere in fresco per il prossimo brindisi.

Cosa stappiamo?

Il Franciacorta Brut Rosé 2017 di Bellavista è uno Chardonnay con Pinot Nero, perfetto per accompagnare un tagliere di salumi, ma anche un piatto di tagliatelle ai funghi porcini.

Il Franciacorta Extra Brut Blanc 2018 di Contadi Castaldi è una nuova cuvée con il 50% di Chardonnay e il 50% Pinot Bianco: di grande freschezza, va bene come calice di benvenuto, ma anche per un sushi in compagnia.

  Il Franciacorta Nature 61 2015 di Guido Berlucchi ha la giusta struttura e complessità per un’intera cena a base di pesce: cominciate con dei crostini con il salmone affumicato, proseguite con un risotto ai frutti di mare e chiudete con una spigola al sale con verdure al forno.

Il Franciacorta Annamaria Clementi Rosé 2013 di  Ca’ del Bosco è un Pinot Nero di lungo affinamento, molto gastronomico: provatelo con il vitello tonnato o una zuppa di pesce.

Il Franciacorta Brut Satèn Magnificentia 2018 di Uberti è uno Chardonnnay in purezza dal sorso cremoso che sta molto bene con le tartare di pesce e i crostacei al vapore.

Tiramisù senza caffè: ecco come fare

La Cucina Italiana

Tiramisù senza caffè. Avete storto il naso? Siate pronti a ricredervi. Il caffè è sicuramente l’indiscusso protagonista del tiramisù, ma qualcuno potrebbe avere l’esigenza di prepararlo senza rispettare la tradizione. Eresia? No di certo! I motivi possono essere i più disparati: c’è chi vuole evitare la caffeina, chi preferisce non inserirla nell’alimentazione dei più piccoli o chi, infine, semplicemente ha voglia di sperimentare con ingredienti originali, ricreando però sempre la stessa grandissima emozione.

Ed ecco che l’iconico dolce al cucchiaio tanto amato dagli italiani si trasforma: la tecnica per preparare il tiramisù si può declinare in mille alternative diverse e altrettanto gustose. Il segreto è inzuppare i biscotti nella bagna giusta! Usate il latte al cioccolato, il caffè decaffeinato oppure rivoluzionate il dessert e preparate un tiramisù agli agrumi e un tiramisù al tè matcha. Nella gallery godetevi le nostre ricette più buone di tiramisù, a partire da quelle classiche fino a quelle senza caffè.

Tiramisù senza caffè: il tiramisù per bambini

Come si fa a preparare un tiramisù senza caffè e ottenere gusti e consistenze il più possibile simili alla ricetta originale? Il tiramisù senza caffè per bambini è facilissimo: basta bagnare i savoiardi nel latte, ancor meglio se arricchito con cacao e zucchero. In questo caso dovrete scaldare il latte, aggiungere il cacao continuando a mescolare e infine far raffreddare il tutto prima di inzuppare i savoiardi.

Ingredienti

500 g mascarpone 
300 g biscotti savoiardi 
250 g di latte al cacao 
200 g zucchero 
4 uova 
cacao amaro 
sale

Procedimento

Per preparare il tiramisù senza caffè, iniziate separando gli albumi dai tuorli in due ciotole diverse e unite a questi ultimi lo zucchero e un pizzico di sale. Tenete da parte gli albumi e sbattete i tuorli con la frusta, finché non diventeranno spumosi e chiari. Incorporate il mascarpone nei tuorli sbattuti, mescolando con un cucchiaio. Montate gli albumi con la frusta e uniteli al composto di tuorli e mascarpone, mescolando la crema dal basso verso l’alto.

Versate la bagna prescelta, in questo caso il latte al cacao, in un piatto. Immergete i savoiardi nel latte, 1 secondo per lato, poi distribuiteli affiancati, creando un primo strato sul fondo di una pirofila (30 x 30 cm), senza lasciare spazi vuoti.

Coprite i savoiardi con un terzo della crema e ripetete le stesse operazioni fino a creare altri due strati uguali. Fate raffreddare il tiramisù in frigo per un paio di ore coperto con un foglio di alluminio. Cospargetelo con il cacao soltanto appena prima di servire.

Tiramisù alla birra: birramisù

Il tiramisù senza caffè non è solo per bambini! Fra le versioni di tiramisù alternative più amate c’è il birramisù, che prevede una bagna a base di birra. Lasciatevi sorprendere da questa ricetta golosa.

Ingredienti

400 ml panna fresca 
400 g mascarpone 
300 ml birra 
150 g zucchero 
1 cucchiaio da tè di cacao in polvere 
20 biscotti savoiardi

Procedimento

Per la ricetta del birramisù, mescolare con le fruste la panna fresca, il mascarpone, lo zucchero e 100 ml di birra sino a ottenere una crema densa. Aromatizzate a piacere con un baccello di vaniglia.

Proudly powered by WordPress