Vignarola – Ricetta di Misya

Vignarola

Innanzitutto sgusciate i piselli e le fave (se le fave sono un po’ grosse eliminate anche la pellicina interna).
Non eliminate tutti i baccelli: conservatene la metà di ognuno e lavateli bene.

Mondate i carciofi (qui la guida per farlo al meglio), conservando gli scarti, e tagliateli in quarti, quindi metteteli in acqua fredda acidulata con il succo di limone.

Lavate la lattuga e tagliatela a strisce.
Mondate i cipollotti e tagliateli a rondelle, anche qui conservando gli scarti.

Preparate il brodo usando tutti gli scarti degli ortaggi (ovviamente ben lavati), lasciandolo cuocere per mezz’ora, quindi filtratelo.

Tagliate il guanciale a strisce e poi a dadini.

Fate rosolare il guanciale in una casseruola antiaderente a fiamma bassa finché non inizia a sciogliersi il grasso, quindi unite il cipollotto e lasciateli rosolare insieme.
Aggiungete poi i carciofi, ben scolati dall’acqua acidulata: lasciate insaporire, poi aggiungete 1 mestolo di brodo e iniziate la cottura.

Dopo circa 5 minuti unite i piselli e le fave, mescolate e aggiungete ancora 1-2 mestoli di brodo e lasciate cuocere almeno altri 10 minuti.

Unite poi anche la lattuga, aggiungete altro brodo se serve e proseguite la cottura finché gli ingredienti non risulteranno tutti morbidi.
A questo punto aggiustate di sale e unite la menta spezzettata.

La vignarola è pronta, non vi resta che gustarla o usarla per le vostre preparazioni.

Crostatine ripiene di carne e mozzarella

Crostatine ripiene di carne e mozzarella

Tritate la cipolla e fatela dorare in un’ampia padella antiaderente con dell’olio, poi unite il macinato e lasciatelo insaporire, quindi sfumate con il vino.
Aggiustate di sale, poi trasferite in una ciotola e lasciate raffreddare.

Sbattete leggermente l’uovo, quindi unitene metà (tenete il resto da parte) al macinato ormai tiepido, insieme con il parmigiano, e amalgamate.

Srotolate la pasta sfoglia, disponeteci sopra gli stampini (senza pigiare) e ricavate dei cerchi leggermente più grandi degli stampini stessi.
Imburrate leggermente gli stampini e foderateli con i cerchi di sfoglia appena creati, poi bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta.

Distribuite il ripieno (macinato e cubetti di mozzarella) nei gusci di sfoglia e, con gli avanzi, create delle striscioline con cui decorerete la superficie creando un motivo a losanghe.

Spennellate con l’uovo rimasto e cuocete per circa 20 minuti o fino a doratura in forno ventilato preriscaldato a 180°C.

Le crostatine ripiene di carne e mozzarella sono pronte, lasciatele appena intiepidire prima di servirle.

Polpettone di lenticchie – Ricetta di Misya

Polpettone di lenticchie

Innanzitutto prepariamo il polpettone: mettte le patate, dopo averle lavate per bene, in una pentola, coprite con abbondante acqua fredda e iniziate a cuocere a fiamma alta, calcolando circa 20 minuti a partire dall’ebollizione: quando le patate risulteranno abbastanza morbide sotto i rebbi di una forchetta (devono essere cotte senza però arrivare a spaccarsi), scolatele.

Pelate le patate finché sono ancora calde e schicciatele subito.

Mettete i semi di lino in un tritatutto e macinateli quanto più finemente potete (va bene se non riisulteranno finissimi).
Mettete da parte i semi di lino e tritate il rosmarino.

Sempre con lo stesso mixer, lasciandoci dentro il rosmarino, tritate anche le lenticchie.

Unite patate e lenticchie in una ciotola e amalgamate, poi incorporate anche maizena, concentrato, sale, pepe, olio e semi di lino.

Trasferite il composto su di un foglio di carta forno e dategli la forma di un polpettone, sigillando bene con la carta forno, poi lasciatelo riposare in frigo per almeno 15-20 minuti (in questo modo manterrà meglio la forma).

Nel frattempo occupatevi delle patate: lavatele bene, pelatele e tagliatele a spicchi.

Mettetele in una casseruola con acqua fredda, portate a ebollizione e lasciate cuocere per 5-10 minuti (a seconda delle dimensioni degli spicchi), poi scolatele.

Mettete il polpettone (con tutta la carta forno) in una pirofila adatta alla cottura in forno, posizionateci intorno le patate, conditele con sale, pepe, olio e rosmarino e cuocete per circa 45-50 minuti in forno statico preriscaldato a 220°C.

A fine cottura lasciatelo riposare per qualche minuto prima di eliminare delicatamente la carta forno, poi lasciatelo raffreddare leggermente prima di tagliarlo a fette.

Il polpettone è pronto, non vi resta che impiattarlo e servirlo insieme con il suo contorno di patate.

Proudly powered by WordPress