Torte moderne? Originali ricette per sorprendere gli ospiti! | La Cucina Italiana

Torte moderne? Originali ricette per sorprendere gli ospiti!
| La Cucina Italiana

Ricette di torte moderne per un’occasione speciale? Se state leggendo qui è perché vi sta passando per la testa di provare a prepararne una in casa, golosa e raffinata come quelle che si ammirano nelle vetrine delle pasticcerie.

La preparazione di una torta moderna non sarà certo una passeggiata – non lo nascondiamo – ma volete mettere la soddisfazione nel rivelare “L’ho fatta io!” generando lo stupore degli ospiti che la vedranno e la assaggeranno?

Torte moderne: cosa sono e come si preparano

Ma quali sono esattamente le torte che possiamo definire moderne? Più che dolci, le torte moderne sembrano opere d’arte, per i loro colori e la perfezione delle forme. Diffusesi in pasticceria a partire dagli anni ’70-80, richiedono varie preparazioni tecniche e, in molti casi, passaggi sia in forno che in abbattitore (o in frigo/freezer) per creare un gioco di consistenze diverse tra gli strati, dalla base al ripieno alla copertura.

La preparazione richiede quindi il rispetto della catena del freddo e per questo occorrono diverse ore di tempo. Fondamentale poi avere degli stampi ad anello in metallo oppure degli stampi in silicone con forme geometriche scenografiche.

La base di una torta moderna può essere, ad esempio, la pasta biscotto, il pan di Spagna, la Marquise, la pasta frolla. Per la componente principale si può scegliere invece tra una bavarese, una mousse o un semifreddo che possono essere presenti in un solo gusto o a strati in più gusti differenti.

Le torte moderne possono poi essere arricchite da inserti di gelée o namelaka e decorate, infine, con una glassa a specchio o con burro di cacao spray per un effetto “vellutato”.

Torte moderne: ricette per tutti i gusti

Per mettervi subito alla prova vi lasciamo le nostre ricette per torte moderne con idee per tutti i gusti: La Tris per chi ama il cioccolato in tutte le sue varianti, la Bavarese al caffè, ma anche la Bavarese all’arancia, la «Bavarese-bonet» con salsa di marroni al rum, la Bavarese di cocco e cioccolato, la Torta morbida e croccante, lo Zuccotto in versione moderna.

Per un dolce natalizio diverso stupite con la Bavarese di ricotta con sorpresa di ribes, la Frolla, gelatina di melagrana e meringa bruciata o con la Ciambella «velluto rosso» alle spezie.

Nella bella stagione da provare, invece, la Bavarese di fragole, la Bavarese ai lamponi e carpaccio di pesche, la Torta con mousse al caramello e pesche, la Crostata con semifreddo ai mirtilli e il Semifreddo ai frutti rossi.

Cannelloni di magro – Ricetta di Misya

Cannelloni di magro - Ricetta di Misya

Innanzitutto insaporite la passata con sale e olio, poi, se non l’avete già fatto, preparate la besciamella.
Lavate bene gli spinaci e poi tritateli al coltello.

Fate dorare l’aglio con l’olio in una padella ampia, eliminate l’aglio, unite gli spinaci, salate e lasciate cuocere per circa 15 minuti, quindi lasciateli intiepidire.

Nel frattempo mettete a bollire l’acqua per i cannelloni, leggermente salata, e, quando bollirà calate la pasta.
Mettete in una ciotola ricotta, grana, uovo, noce moscata, pepe e poco sale e amalgamate, quindi aggiungete anche gli spinaci.

Scolate la pasta al dente e poggiatela su di un canovaccio pulito.

Trasferite la farcitura di ricotta e spinaci in una sac-à-poche e farcite i cannelloni, disponendoli poi nella pirofila con il fondo velato di besciamella.

Aggiungete il resto della besciamella sopra ai cannelloni, quindi ricopritela con la passata, spolverate di grana e cuocete per circa 20 minuti in forno ventilato preriscaldato a 180°C.

I cannelloni di magro sono pronti, lasciateli riposare per qualche minuto prima di gustarveli.

7 semplici consigli per essere sostenibili | La Cucina Italiana

7 semplici consigli per essere sostenibili
| La Cucina Italiana

Per gli addobbi, scegliamo decorazioni di vetro, legno, stoffa, carta, sughero, oppure di pasta di sale colorata, magari da realizzare con i bambini (no plastica).Un’altra soluzione è la frutta secca, il marzapane o le catenelle di popcorn che, trascorso il Natale, potremo mettere sul terrazzo per rifocillare gli uccelli infreddoliti e affamati. L’unico ingrediente fondamentale è la vostra fantasia, sbizzarritevi con l’immaginazione! Con carta riciclata, oggetti di recupero o semplici ramoscelli si possono creare meravigliosi addobbi di Natale. Dagli ornamenti per l’albero ai centrotavola, fino alle ghirlande.

Proudly powered by WordPress