Tag: Ricette Peperoni

Anna in Casa: ricette e non solo: “Cotolette” con farina di ceci

Anna in Casa: ricette e non solo: "Cotolette" con farina di ceci
 
Per Natale ho ricevuto in regalo il libro Cucina botanica di Carlotta Perego, era un po’ che volevo comprarlo ed ora eccolo qui, tra i miei ricettari preferiti. Martedì ho cominciato a leggerlo e fra le ricette ho trovato questa delle “cotolette di ceci”: detto fatto, le ho preparate per cena. Non avevo dubbi sulla ricetta, ma li avevo sulla reazione dei miei: per fortuna ho raddoppiato le dosi… 

Ingredienti

160 g di farina di ceci

120 ml di acqua t.a.

70 g di pangrattato 

        anche senza glutine

1 cucchiaio di amido di mais

1 pizzico di paprica dolce

1 pizzico di cumino a piacere

1 cucchiaino raso di sale

4 cucchiai di olio e.v.o.

Se non volete friggere le cotolette, potete anche cuocerle in forno su teglia foderata con carta forno, ungendole leggermente da ambo i lati.

Procedimento

In una ciotola radunate le polveri,

e mescolatele.


Aggiungete un po’ per volta l’acqua

tenuta a temperatura ambiente.

Continuate a mescolare fino

ad ottenere un composto

omogeneo e senza grumi.

In un piatto fondo versate il

pangrattato

e prendendo un po’ di impasto fra 

le mani leggermente inumidite,

formate le cotolette.

Impanatele con il pangrattato, 

pressandole delicatamente.

Adagiate le cotolette su un foglio di carta 

forno o carta assorbente.

In una padella versate l’olio d’oliva e, 

appena caldo adagiate le fette;

cuocetele girandole,

fino a doratura da entrambi

i lati.

Una volta cotte mettete le cotolette su

carta assorbente per togliere

l’eccesso di unto.

Servitele ben calde accompagnate 

da salsine e insalata a piacere.

Anna in Casa: ricette e non solo: Focaccia alta senza impasto

Anna in Casa: ricette e non solo: Focaccia alta senza impasto

Il fine settimana chiama pizza o focaccia, è una regola e le regole vanno rispettate, punto.

A tal proposito che ne dite domani di portare in tavola una bella focaccia alta e soffice?

L’impasto che utilizzo più spesso per preparare la focaccia è questo. A volte lo faccio lievitare 24 ore, a volte 48 ore e a volte 72, dipende da quanto tempo prima voglio prepararlo. A voi la scelta ma qualunque sia il risultato è sempre ottimo.

Ingredienti

Per impasto

600 g di farina Manitoba

           o una farina di grano tenero W240

450 ml di acqua temperatura ambiente

1,5 g di lievito di birra secco

            o 4 g di lievito di birra fresco)

10 g di sale fino

1 pizzico di zucchero (a piacere)

Per la salamoia

6 cucchiai di acqua

3 cucchiai di olio EVO

1 cucchiaino raso di sale

Per insaporire

Procedimento

Questo impasto richiede una lunga lievitazione data la poca grammatura di lievito.

Potete prepararlo la sera prima per poi utilizzarlo quella dopo.

In un caso io l’ho fatta lievitare 48 ore e in un altro per 72, ma in tutte e tre le prove l’impasto era ottimo.

Tenere conto che trascorso il tempo di lievitazione in frigorifero, fra la stesura (dopo averla tenuta a temperatura ambiente) e la cottura, l’impasto avrà bisogno di ancora almeno 1 ora di lievitazione.



In una ciotola sciogliere nell’acqua


il lievito con lo zucchero.


 In una ciotola abbastanza capiente, pesare la farina.


Aggiungere alla farina l’acqua,


Iniziando a mescolare con


una forchetta.
Mescolare fino a quando la farina ha assorbito completamente l’acqua.


Si otterrà un impasto appiccicoso.
Coprire con pellicola trasparente NON a contatto e mettere in frigorifero per 24 ore.
Trascorso il tempo di lievitazione, togliere l’impasto dal frigorifero e lasciarlo a temperatura ambiente almeno fino a quando il recipiente non è più freddo.
Nel frattempo ungere una teglia da forno e, con le mani unte, prendere l’impasto e delicatamente stenderlo nella teglia.
Lasciare lievitare ancora per un’ora circa.
Intanto preparare l’emulsione unendo acqua olio e sale in una ciotolina.
Scaldare il forno a 225°C.


Prima di infornare, spennellare la superficie con la salamoia.Con le dita fare i buchi nell’impasto e infine guarnire a piacere con il rosmarino.

Infornare e cuocere per circa 15 minuti, controllando che non si scurisca troppo la superficie e che la base sia cotta prima di sfornare.


Se non la servite subito, lasciare raffreddare su una gratella.

» Lamington cake – Ricetta Lamington cake di Misya

Misya.info

Innanzitutto montate le uova con lo zucchero per almeno 10 minuti.
Iniziate ad incorporare metà delle farine setacciate (se non avete quella lievitante, usate farina 00 con mezza bustina di lievito per dolci) alle uova.
Nel frattempo, sciogliete il burro e mescolatelo con l’acqua bollente, quindi aggiungete anche questo al composto, infine completate con il resto delle farine.

Versate l’impasto nello stampo imburrato e infarinato (usatene uno bello alto, la torta crescerà abbastanza) e cuocete per circa 20 minuti a 180°C, in forno statico già caldo.
Quando la superficie della torta risulterà bella dorata, sfornate, capovolgete su di una gratella ricoperta di carta forno, rimuovete lo stampo e lasciate raffreddare così.

Una volta completamente fredda, tagliatela a metà in senso orizzontale per ricavare 2 dischi.

Preparate la glassa: unite il cioccolato a cubetti con la panna e fate sciogliere, in microonde o a bagnomaria, quindi mescolate fino ad ottenere una glassa lucida e omogenea.

Ricoprite completamente (sia la superficie superiore che quella laterale) i dischi con la glassa e spolverizzate con la farina di cocco, facendola aderire, quindi lasciate solidificare in frigo.

Montate la panna ben fredda di frigo.

Prendete il primo disco, spalmateci sopra la marmellata, quindi aggiungete la panna a ciuffetti aiutandovi con una sac-à-poche con beccuccio liscio abbastanza grande, infine richiudete con il secondo disco.

Finito! La lamington cake è pronta.

Proudly powered by WordPress