Autore: admin

» Pop Tarts – Ricetta Pop Tarts di Misya

Misya.info

Preparate la frolla: unite in una ciotola zucchero, farina, sale, lievito, burro e vaniglia e mescolate, quindi incorporate anche l’uovo.
Una volta ottenuto un panetto omogeneo, avvolgetelo con pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigo per almeno 30 minuti.

Riprendete il panetto e stendetelo in una sfoglia piuttosto sottile (non più di 3-4 mm), cercando di sagomarla in forma rettangolare: ritagliate dei rettangoli abbastanza grandi (8-10×4-5 cm: i Pop Tarts americani sono piuttosto grandi, ma voi se preferite potete farli più piccoli), ricordate che dovranno essere in numero pari perché andranno accoppiati a due a due.

Disponete metà dei rettangoli sulla teglia del forno rivestita di carta forno, farcite con la marmellata (in uno io ho provato a mettere cioccolato bianco fuso) lasciando i bordi liberi, quindi coprite con i rettandoli rimasti, sigillate i bordi, spennellate con poco latte e cuocete per 10-15 minuti a 180°C, in forno ventilato già caldo, poi lasciateli raffreddare.

Preparate la glassa mescolando zucchero a velo e acqua, quindi dividetela in più ciotoline e aggiungete i coloranti alimentari che avete scelto.

Una volta completamente freddi, decorate i biscotti a piacere con glassa e codette (o anche solo glassa).

Una volta asciugata la glassa, i vostri Pop Tarts saranno pronti, non vi resta che guastarli.

Anna in Casa: ricette e non solo: Quadrotti di polenta in padella

Anna in Casa: ricette e non solo: Quadrotti di polenta in padella

Domani finalmente riprenderò ad andare in palestra, è da maggio dell’anno scorso che sono ferma. Strano detto da me, vero? Chi mi conosce sa bene che non amo l’esercizio fisico, ma ho voglia di ricominciare, di seguire gli esercizi mirati del terapista, così da stare meglio e alleviare i dolori articolari.

Oggi sarò fuori tutto il giorno: la mattina analisi del sangue e dentista, pomeriggio lastre varie, così domani chi mi segue in palestra sa come muoversi.

Intanto mi conviene sbrigarmi a pubblicare e uscire veloce veloce, altrimenti farò tardissimo.

Ciao ciao…

,

Quando preparo la polenta ne preparo sempre in abbondanza e poi la utilizzo per giocare a creare nuove idee. Infatti quella di oggi è una ricetta riciclosa, adatta a tutti e super veloce.

Ingredienti

polenta avanzata

trito per soffritto –

        sedano, carota, cipolla

passata di pomodoro

2 cucchiai di ricotta

formaggio grattugiato

*quando avanza la polenta cerco di conservarla dandole una forma abbastanza regolare, in modo da tagliarla facilmente al momento dell’utilizzo.

Procedimento

Tagliare la polenta a quadrotti di dimensioni più o meno dei gnocchi di patate.

In una padella abbastanza capiente versare un filo di olio evo e appena caldo unire il trito per soffritto; aggiungere un cucchiaio di acqua per evitare che si brucino.

Quando le verdure sono pronte unire la salsa di pomodoro e, dopo qualche minuto, versare nel sugo i quadrotti di polenta.

Far insaporire bene girando di tanto in tanto, unire anche la ricotta, mescolare e infine cospargere con il formaggio grattugiato e servire ben caldo.

Ricetta Fegato, cipolle e mele

Ricetta Fegato, cipolle e mele
  • 450 g 4 fette di fegato di vitello
  • 3 cipolle bianche
  • 2 mele Golden verdi
  • farina
  • alloro
  • vino bianco secco
  • olio extravergine di oliva
  • burro
  • sale
  • pepe

Per la ricetta del fegato, cipolle e mele, tagliate il fegato a striscioline.
Affettate finemente le cipolle.
Lavate le mele e, senza sbucciarle, riducetele a tocchetti.
Scaldate in padella un velo di olio, unite le mele e le cipolle, conditele con sale, pepe e 2 foglie di alloro e cuocetele per 15 minuti circa; sfumate quindi con vino bianco e proseguite finché la cipolla non sarà diventata trasparente e molto tenera.
Liberate la padella e nello stesso fondo fate fondere una noce di burro; aggiungete il fegato, spolverato con poca farina, sale e pepe; bagnate con uno spruzzo di vino bianco e cuocetelo facendolo saltare per un paio di minuti.
Servitelo subito accompagnandolo con il contorno di mele e cipolle.
Da recuperare: poiché qui la frutta va ridotta a pezzetti, potete approfittare ancora di mele (e cipolle) parzialmente inutilizzabili, «salvando» le parti integre.

Ricetta: Ilenia Di Pietro; Foto: Riccardo Lettieri, Styling: Beatrice Prada

Proudly powered by WordPress