Tag: ricette cotto e mangiato

Polpette di ceci – Ricetta di Misya

Polpette di ceci

Mettete in un mixer i ceci con formaggio, uovo, pane spezzettato, senape, erba cipollina, sale e pepe.
Frullate fino ad ottenere un composto malleabile.

Tagliate la scamorza a dadini.

Prelevate 1 noce di composto di ceci, schiacciatela sul palmo della mano, posizionate un cubetto di scamorza al centro e richiudeteci sopra il composto formando una pallina.
Continuare nello stesso modo fino ad esaurire tutti gli ingredienti.

Sbattete l’uovo con il latte e un pizzico di sale; passate ogni polpetta prima nell’uovo e poi nel pangrattato.

Quando saranno tutte pronte friggete le polpettine in olio ben caldo, girandole per ottenere una doratura uniforme e scolandole poi su carta da cucina.
In alternativa posizionatele su di una teglia rivestita di carta forno, irrorate con un po’ di olio e cuocete in forno ventilato preriscaldato a 200°C per circa 20 minuti, girandole a metà cottura.

Le polpette di ceci sono pronte, servitele calde o tiepide per conservare il formaggio morbido e filante.


Caponata di carciofi – Ricetta di Misya

Caponata di carciofi

Innanzitutto mondate i carciofi (vi consiglio di indossare i guanti, in modo da non farvi annerire le mani) eliminando gambi, punte, foglie esterne e barbe (qui la guida completa per farlo al meglio).
Tagliateli a fettine e lasciateli riposare in acqua acidulata con succo di limone per 20 minuti, in modo che non si ossidino.

Fate scaldare un po’ di olio in una padella antiaderente, aggiungete i carciofi ben scolati e cuocete a fiamma medio-bassa con coperchio per circa 15 minuti o fin quando non risulteranno teneri, quindi salate.

Nel frattempo mondate il sedano, tagliatelo a metà per il lungo e poi a fettine, quindi cuocetelo per 5 minuti in acqua già bollente e scolatelo.

Mondate la cipolla e tagliatela a fettine.

Fate appassire la cipolla a fiamma bassa in un’ampia padella antiaderente con poco olio, poi unite sedano, olive e capperi e lasciate insaporire.

Unite la passata e 1 bicchiere di acqua e continuate la cottura finché il sugo non si sarà ristretto.
(Volendo potete anche farla in bianco: in quel caso aumentate un pochino l’olio e unite solo l’acqua, senza la passata.)

Aggiungete zucchero e aceto e lasciate amalgamare, quindi incorporate anche i carciofi e aggiustate di sale e pepe.

La caponata di carciofi è pronta, potete conservarla in frigo fino a 1 settimana e servirla calda, tiepida o fredda.

Proudly powered by WordPress