Tag: ricette cotto e mangiato

Un piatto di pasta rende felici? Lo dice la macchina della verità

La Cucina Italiana

Un piatto di pasta rende felici? Sembrerebbe di sì. Non a caso secondo il World Happiness Report 2022, che ogni anno realizza una classifica sui Paesi in cui le persone si sentono più felici, l’Italia è al 31° posto (in testa Finlandia, Danimarca e Islanda), in un ranking che comprende 146 Paesi. E la nostra buona tavola avrebbe un peso. 

Come reagisce il cervello quando si mangia la pasta? Lo studio

Pasta uguale a buonumore: lo studio 

Vi sembra banalmente un luogo comune? Ecco la prova scientifica: si tratta di uno studio italiano, del Behavior & Brain Lab della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, realizzato per i pastai italiani di Unione Italiana Food. È la prima volta, per capirci, che la ricerca indaga la sfera emotivo-gratificatoria per capire come, quanto e perché siamo felici quando mangiamo un piatto di pasta, tracciando cosa si “accende” nel nostro cervello di fronte a una Carbonara, Amatriciana e simili. 

Per farlo, i ricercatori della Libera Università dello IULM hanno usato la tecnica del brain tracking, una tecnica simile alla macchina della verità (ovvero l’analisi delle espressioni del volto, delle attivazioni cerebrali legate alle emozioni, della variazione del battito cardiaco e della microsudorazione), su un campione di 40 soggetti (20 donne e 20 uomini) di età compresa tra i 25 e i 55 anni e senza allergie o intolleranze alimentari. Lo studio ha così individuato il tipo di reazione emotiva e il relativo grado di coinvolgimento dell’assaggio di un piatto di pasta, in comparazione ad alcune attività preferite come ascoltare una musica coinvolgente o assistere alla finale delle Olimpiadi.

Caramelle di gelatina alla frutta: una tira l’altra!

Caramelle di gelatina alla frutta: una tira l'altra!

I vostri bambini vanno matti per le caramelle? 
Vi andrebbe di farle in casa seguendo questa ricetta facilissima con ingredienti genuini?
Ecco le nostre caramelle, in questa ricetta ve le proponiamo alla ciliegia, ma si possono fare di tutti i gusti.

Ricetta delle caramelle gelée alla ciliegia

Ingredienti 

100 g di succo di ciliegia 
60 g di zucchero + qualche cucchiaio per ricoprire le caramelle
1 cucchiaino di succo di limone
8 g di gelatina in fogli (oppure 4 g di agar agar)

Procedimento

Mettete in ammollo in acqua fredda i fogli di colla di pesce per 5 minuti.
Mescolate in un pentolino il succo di ciliegia, 60 g di zucchero, il succo di limone e i fogli di colla di pesce morbidi e ben strizzati. 
Se al posto della colla di pesce volete utilizzare l’agar agar, aggiungetelo direttamente nel composto sul fuoco e lasciatelo sciogliere.
Scaldate tutto senza portare a bollore e poi versate il composto una volta tiepido in stampini per cioccolatini o caramelle, oppure in uno stampo rivestito con la pellicola. Lasciate solidificare in frigorifero queste gelatine e poi estraetele dagli stampi e rotolate le caramelle nello zucchero.
Se non avete stampini per caramelle, ritagliate a piacere con il coltello o con formine per biscotti il composto gelatinoso che avete versato nello stampo con la pellicola. 

Succo di frutta fatto in casa

Per preparare le vostre caramelle fatte in casa utilizzate frutta fresca, frullatela e filtratela, oppure passatela in estrattore o centrifuga. In questo modo avrete un prodotto super genuino e sano.
Lo zucchero non è necessario, specialmente quello che viene utilizzato per decorare, quindi decidete voi se aggiungerlo o meno.

Ciliegie e frutti rossi

Potete mixare il succo di ciliegia con altri succhi di frutta, possibilmente artigianali. La ciliegia sta molto bene con i frutti rossi. Provatela con mirtilli, lamponi e fragole.

Come si conservano le caramelle – gelatina

Se volete mantenere le caramelle belle compatte per una settimana, non passatele subito nello zucchero, ma sformatele e poi lasciatele nel frigorifero così si solidificheranno ancora di più. Al momento di servirle o impacchettarle per un regalo cospargetele di zucchero semolato.

Gelatina o budino di frutta

Abbiamo parlato di caramelle e gelatine, ma in realtà potete servire il composto gelatinoso anche in monoporzioni come fosse un budino. Utilizzate degli stampini di silicone piccoli per muffin e poi servite le gelatine alla frutta con il cucchiaino. La gelatina di frutta è molto amata nei paesi anglosassoni e viene spesso utilizzata per farcire sandwich con il burro di arachidi, oppure viene proposta ai bambini come merenda.

Altri consigli per fare le caramelle gelatina a casa

Cannelloni patate e funghi – Ricetta di Misya

Cannelloni patate e funghi - Ricetta di Misya

Innanzitutto lavate le patate, mettetele in una pentola, copritele con acqua fredda, portate ad ebollizione e lasciate bollire per 30-35 minuti o finché non risulteranno completamente cotte, quindi scolatele.

Nel frattempo che le patate cuociono, pulite i funghi (qui la guida per farlo al meglio) e tagliateli a cubetti (io qui ho usato champignon, vanno bene a fettine o a pezzetti: qui la guida per pulire gli champignon).

Nel frattempo preparate la pasta all’uovo: unite in una ciotola farina e uovo e iniziate a lavorare, quindi incorporate olio e un pizzico di sale, lavorando velocemente fino ad ottenere un composto omogeneo, che lascerete riposare a temperatura ambiente per 20-30 minuti.

Intanto fate appassire la cipolla tritata in una padella ampia con olio abbondante, quindi aggiungete i funghi, insaporite con sale e pepe, mescolate e lasciate cuocere per 5-6 minuti a fiamma bassa con coperchio.

Quando le patate saranno cotte spellatele e passatele nello schiacciapatate.

Unite alle patate anche grana, prezzemolo tritato, latte tiepido e mescolate, poi incorporate anche i funghi.

Riprendete la pasta, dividetela a pezzi e stendetela nella macchinetta tirasfoglia, partendo da uno spessore più grande e riducendolo fino ad ottenere una sfoglia mediamente sottile.

Tagliate la sfoglia per ricavare dei rettangoli da circa 10×15 cm e lessetene pochi per volta in acqua bollente leggermente salata, quindi scolateli e lasciateli su di un canovaccio pulito, cercando di non sovrapporli troppo tra di loro.

Iniziate a creare i cannelloni e ad assemblare il piatto: versate un pochino di besciamella sul fondo della pirofila; prendete una sfoglia per volta, mettete al centro un po’ di ripieno e arrotolateci la pasta intorno, quindi disponeteli nella pirofila.

Una volta completata la pirofila, coprite con la besciamella, aggiungete un pochino di parmigiano sulla superficie, coprite con carta di alluminio e cuocete per 20 minuti in forno ventilato preriscaldato a 200°C, quindi eliminate l’alluminio e cuocete per altri 20 minuti.

I cannelloni patate e funghi sono pronti, lasciateli riposare per qualche minuto prima di servirli.

Proudly powered by WordPress