Tag: Dolci

Dolci con la zucca: le ricette più buone per l’autunno

Dolci con la zucca: le ricette più buone per l'autunno

Quanti dolci si possono preparare con la zucca? Tantissimi! Ecco le nostre 10 ricette più buone e tante idee golose per l’autunno

Quando arriva ottobre non vediamo l’ora di gustarci la zucca in tutte le sue possibili forme, come contorno, nei ripieni della pasta fresca, in crema, croccante… Eppure la sua dolcezza la rende un ingrediente prezioso anche in pasticceria, dalle torte ai biscotti, magari con quel tocco di cannella che le si addice così bene.

Se negli Stati Uniti è più facile imbattersi in una pumpkin pie, in Italia è meno diffuso preparare dolci a base di zucca, ma vi assicuriamo che le possibilità sono infinite: che sia abbinata al cioccolato, agli amaretti o alle mandorle, ecco 10 dolci con la zucca che vi conquisteranno al primo assaggio.

1. La torta di zucca made in Usa

La ricetta della torta di zucca tipica del Nord America viene preparata solitamente in occasione della festa del Ringraziamento, che cade il quarto giovedì di novembre e segna la fine del raccolto. La frolla croccante si unisce al ripieno soffice di zucca, profumato con cannella, zenzero fresco, chiodi di garofano o noce moscata. Qui la ricetta completa.

2. Zucca dolce fritta

Questa è un’idea per i più golosi, facile da preparare: i tocchetti di zucca vengono ricoperti da una panatura croccante aromatizzata agli amaretti e poi fritti. Il risultato è davvero godurioso! Provatela subito cliccando qui.

3. Rotolo alla zucca

Se vi piace il rotolo di pan di spagna, amerete quello alla zucca. La pasta biscotto viene preparata unendo la farina alla polpa di zucca e poi farcita a piacere. Per la nostra ricetta, abbiamo usato una crema di castagne.

4. Vellutata di zucca dolce

Fuori le temperature iniziano a scendere e il vostro rimedio preferito per riscaldarvi è bere la cioccolata calda? Da oggi avrete un’altra possibilità, perché la vellutata di zucca può trasformarsi in una dolce prelibatezza da gustare nei pomeriggi più freddi della stagione. Ecco come prepararla.

5. Crostata di zucca

Questa torta di zucca e cioccolato è una vera bomba, perché la classica frolla custodisce al suo interno ben due creme irresistibili: una al cioccolato fondente e una alla zucca. Provatela subito!

6. Porridge

Il porridge è sempre più amato, soprattutto da chi ama il fitness e segue una dieta naturale. Si tratta di un piatto ricco di fibre, preparato principalmente con fiocchi di avena cotti nel latte vaccino o vegetale, arricchiti con yogurt, frutta, cioccolato e così via. Seguite le stagioni e in autunno fatelo con la zucca.

7. Strudel di zucca

Un’idea facile e veloce consiste nel mettere la zucca nello strudel: dopo averla fatta a tocchetti, vi basta cuocerla in padella per qualche minuto insieme al burro e allo zucchero e poi avvolgerla nella pasta sfoglia o pasta fillo. Qui trovate la nostra versione con le mandorle.

8. Colazione con la zucca

Per la gioia dei più piccoli non possono mancare anche i biscotti alla zucca, i brownies alla zucca (o meglio, i blondies) e persino il cappuccino alla zucca! Cliccate qui per scoprire come preparare la vostra colazione a base di zucca.

E per non farci mancare nulla, sappiate che con la polpa di zucca si può fare anche l’impasto dei pancakes.

9. Gelato alla zucca

Anche in autunno e in inverno non potete fare a meno del gelato? Siete fortunati, perché il nostro gelato alla zucca e zenzero è una vera delizia.

10. Semi di zucca

E se state iniziando a preparare uno di questi dolci, ricordatevi di non buttare via i semi di zucca, ricchi di proprietà benefiche per l’organismo. Una volta tostati, possono diventare un perfetto snack spezzafame oppure finire nello yogurt. Noi li abbiamo utilizzati per realizzare delle barrette energetiche molto sfiziose. Qui la ricetta.

Guardate la gallery in alto per scoprire tanti altri dolci con la zucca imperdibili

Ricetta Frittelle dolci di patate

Ricetta Frittelle dolci di patate
  • 600 g patate
  • 35 g farina
  • 2 uova
  • zucchero semolato
  • sale
  • olio extravergine di oliva

Sbucciate le patate e grattugiatele con la grattugia a fori grossi. Mettetele a bagno in abbondante acqua fredda per 15 minuti; cambiate l’acqua e lasciatele a bagno per altri 15 minuti.
Scolatele bene e asciugatele, tamponandole con un canovaccio.
Mettetele in una ciotola e aggiungetevi le uova, sbattute, quindi la farina e un pizzico di sale.
Friggete il composto formando piccole frittelle in una padella con abbondante olio caldo. Voltatele più volte nell’olio, per 5-6 minuti in tutto.
Scolate le frittelle (ne otterrete una decina) su carta da cucina e passatele, ancora calde, nello zucchero semolato (che così rimarrà ben aderente). Servitele subito.

Miele nel caffè: quale usare e perché

Non c’è niente di meglio che svegliarsi inebriati dal profumo di un ottimo caffè. Se non potete rinunciare alla dolcezza, provate con il miele

I puristi lo preferiscono amaro, per godere al meglio di tutti gli aromi racchiusi nella tazzina. C’è poi chi non può assolutamente resistere alla cremina preparata con l’indispensabile aiuto della moka. E infine chi decide di mettere una punta di miele nel caffè.

Sì, le alternative allo zucchero bianco per dolcificare il caffè sono numerose: si va dallo zucchero integrale di canna fino alla stevia, ma uno dei trend in crescita riguarda proprio il miele, considerato più naturale e facilmente digeribile. Effettivamente, le sue proprietà sono davvero preziose per l’organismo.

I benefici del miele

Il miele è composto quasi completamente da zuccheri (82% circa): la concentrazione più alta è quella del fruttosio, oltre a saccarosio, glucosio, maltosio e galattosio.
Contiene molte vitamine del gruppo B (B2, B3, B5, B5), vitamina C e minerali, in particolare potassio e magnesio.

È utile per calmare tosse e mal di gola, grazie alle sue capacità antinfiammatorie, ma anche capace di eliminare germi e batteri, in quanto gode di notevoli proprietà antimicrobiche.
Il suo apporto calorico, di circa 300 Kcal ogni 100 grammi, lo rende ideale per gli sportivi, ma consigliato in dosi limitate nel caso di diete ipocaloriche.

Miele nel caffè: quale?

Dolcificare latte e tisane con il miele non è di certo una novità, ma l’idea di aggiungerlo al caffè fa storcere il naso a molti per via della forte aromaticità. Eppure è sempre più comune il suo utilizzo al posto dello zucchero, che si tratti di un espresso, di un americano e persino di un caffellatte.

Scegliere il miele giusto, però, è fondamentale per evitare di alterare la ricchezza aromatica di un buon caffè. Aggiungete mezzo cucchiaino di miele di acacia per andare sul sicuro: si tratta di una delle varietà più diffuse nel nostro Paese, dal colore chiaro, la consistenza liquida e un sapore delicato che non interferirà con la vostra bevanda.
Se volete osare, il miele di castagno darà un tocco inaspettato con le sue note intense che si abbinano molto piacevolmente al caffè.

Come sempre, saranno i gusti e le preferenze personali a vincere. Sperimentate con le tipologie di miele che più preferite, ve le raccontiamo nell’articolo qui sotto.

Proudly powered by WordPress