Tag: Dolci

» Pane Windsor – Ricetta Pane Windsor di Misya

Misya.info

Mettete farina, zucchero e lievito in una ciotola, iniziate a incorporare prima il latte, poi i tuorli, infine il burro, un pezzetto per volta: continuate a lavorare per almeno 10 minuti o finché l’impasto non sarà ben incordato al gancio.

Coprite la ciotola con pellicola per alimenti e lasciate lievitare in un luogo riparato e tiepido per circa 60-90 minuti o fino al raddoppio.

Riprendete l’impasto, sgonfiatelo con le mani leggermente infarinate e dividetelo in 6 parti uguali: sagomate ogni pezzo in una pallina e lasciate lievitare per circa 1 ora.

Riprendete le palline e, una per volta, stendetele con il matterello in una forma ovale, quindi arrotolate dal lato più lungo.
Procedete nello stesso modo anche con le altre palline di impasto.

Disponete i vari rotolini nello stampo rivestito di carta forno e fate lievitare ancora, per almeno 1 ora o fino al raddoppio.
Spennellate con burro fuso e spolverate con zucchero a velo e mandorle, quindi cuocete per a 170°C 15-20 minuti, in forno ventilato già caldo.

Il pane Windsor è pronto: lasciatelo raffreddare, quindi servitelo così o cosparso di zucchero a velo.

» Cioccolatini con burro di arachidi e cioccolato

Misya.info

Tritate finemente i biscotti, quindi incorporateci il burro di arachidi: dovrete ottenere un composto lavorabile.

A parte, sciogliete il cioccolato (in microonde o a bagnomaria).

Create il cuore dei cioccolatini formando delle palline di composto (falle piccole, più piccole di 1 noce) e lasciale riposare in freezer per 20 minuti.
Passa le palline, una per volta, nel cioccolato, poggiandole poi su carta forno: se lo strato di cioccolato ti sembra abbastanza uniforme, lasciali riposare per almeno 20 minuti in frigo, altrimenti lasciali riposare in frigo per soli 10 minuti, quindi immergili nuovamente nel cioccolato e mettili di nuovo in frigo per almeno altri 10 minuti.

Decora i tartufini a piacere con il burro di arachidi (io l’ho messo in una sac-à-poche per creare dei decori sottili).

I cioccolatini con burro di arachidi e cioccolato sono pronti: conservateli in frigo fino al momento di servirli.

I nostri migliori dolci con le mele

I nostri migliori dolci con le mele

Crostate, strudel, tarte tatin, crumble e molto altro ancora. I nostri dolci con le mele per lasciarsi sorprendere dal buon profumo della semplicità

La torta di mele è forse la prima che abbiamo cucinato. E ciò perché ci hanno spiegato sin da subito che questo frutto avrebbe avuto la capacità di correggere le piccole imperfezioni delle cotture e delle lievitazioni, regalando alla nostra preparazione una bontà inaspettata. E in effetti è proprio così, i dolci di mele sono sempre buoni e piacciono a tutti.
Ma sarebbe un peccato fermarsi alle ricette base: la consistenza e la delicatezza di questo frutto, ci consentono di giocare in cucina e creare dessert sorprendenti e rassicuranti al tempo stesso.
Variare nelle preparazioni, ci spingerà poi a consumarle più spesso, beneficiando delle numerose proprietà delle mele.

Un pieno di fibre

Mangiare una mela ci consente di assumere 4 grammi di fibre, circa un sesto della dose raccomandata quotidianamente. Ed è proprio grazie a questa buona presenza di fibre che le mele, pur essendo ricche di zuccheri, presentano un basso indice glicemico. Raccomandate in tutte le diete, sono un ottimo spezzafame o spuntino. Quindi mentre preparerete uno dei vostri dolci di mele, mangiatene una che avrete pulito e tagliato a spicchi. Beneficerete anche del suo buon contenuto di vitamine.

Le vitamine nelle mele

Rispondono all’appello delle vitamine presenti nelle mele la A, la B1, B2, B3 e la C. Ma il frutto è ricco anche di sali minerali tra cui principalmente potassio e sodio, ferro, calcio e magnesio in quantità minori.

Un dessert light e naturale

Oltre ai dolci di mele, con questo frutto possiamo preparare un dopocena semplice, salutare e stuzzicante. Provate a prepararlo privando le mele del torsolo con uno scavino, lavandole e infornandole a 200°C per 30 minuti circa. Prima di farlo però, sistematele su una teglia che avrete rivestito di carta da forno e inumiditele con una bagna di acqua, limone e zucchero di canna. I più golosi, una volta sfornata, amano spolverarla di zucchero a velo ma… è buonissima anche così!

Le nostre 30 ricette di dolci con le mele

Proudly powered by WordPress