Tag: Carne

Il purè di Natale non è di patate

La Cucina Italiana

Avete già pensato al menù di Natale? Avete mai sentito parlare del purè di Natale? Quello tradizionale e più conosciuto è il purè di patate, facile. Ma per questo Natale, ecco una nuova idea: il purè di sedano rapa. Si tratta di una ricetta molto semplice e altrettanto gustosa, in grado di esaltare il sapore di un ortaggio coltivato e utilizzato in cucina soprattutto nelle regioni settentrionali.

Alla scoperta del sedano rapa

Il sedano rapa è costituito principalmente da acqua e fornisce un ridotto apporto calorico. Tra le sue proprietà più importanti ci sono certamente quella depurativa, digestiva e diuretica. Inoltre, si tratta di un alimento ricco di selenio, potassio e numerosi altri sali minerali e quantità importanti di vitamine A e C. Si può consumare crudo, ma anche al forno, impanato o come aggiunta per delle deliziose zuppe. Assolutamente da provare sono quelle con sedano rapa e patate, oppure con lo zenzero o ancora coi broccoletti. Senza dimenticare la possibilità di preparare una cremosa vellutata anche solo ed esclusivamente a base di questo prodigioso ortaggio.

Purè di Natale: la ricetta veloce

Per un purè di Natale originale e fatto in casa, ovvero un contorno che saprà certamente dare un tocco di sapore in più alle vostre feste, ecco la lista degli ingredienti: 800 grammi di sedano rapa, 400 ml di latte e 50 grammi di burro. Non serve altro. Con il latte e con il sedano rapa pelato e tagliato a pezzetti si riempie una pentola e si lascia cuocere per circa venti minuti. Poi si trasferisce tutto in un passaverdure, si frulla fino ad ottenere un composto omogeneo e lo si versa in una pentola. Si aggiungono sale, pepe e burro, si mescola per bene e infine non resta che servire il purè ancora caldo.

Un altro metodo di preparazione

Quello appena descritto non è l’unico modo per preparare velocemente il purè di sedano rapa. In alternativa, infatti, si possono mondare, lavare e tagliare a dadini 800 grammi di questo ortaggio, far cuocere per un po’ in una pentola con una cipolla rosolata e poi lasciare a fuoco medio per quindici minuti, insieme a poco più di mezzo litro di brodo vegetale. Dopo aver passato tutto al frullatore, con la giusta aggiunta di sale, non rimane che servire a tavola.

Contorno ideale per carne e pesce

Con che cosa si può abbinare questo natalizio purè di sedano rapa? Sicuramente con dei secondi a base di carne, maiale soprattutto. Oppure, con delle costolette di agnello, spesso e volentieri sulle tavole imbandite d’Italia durante le feste, o ancora con un bel trancio di salmone alle erbe. Guancette di vitello, pollo, petto d’anatra, ma anche orata: ecco altri piatti perfetti per i ricchi menù natalizi da abbinare con il purè di Natale di sedano rapa. Un contorno tutto da scoprire.

Ricetta Tacos con guancia fondente alla piemontese e salsa piccante

Ricetta Tacos con guancia fondente alla piemontese e salsa piccante

Gabriel Renteria Linda «Mi sono innamorato della ricetta della guancia di manzo in Piemonte, quando mi trovavo lì per registrare il mio primo disco. Ho pensato che sarebbe stata sublime da mangiare con le mani, dentro una tortilla messicana come quelle della nonna. La guancia conserva il sapore robusto della tradizione, ma acquista freschezza e un che di pungente con il coriandolo e la salsa taquera, tipico accompagnamento dei tacos» 

Prodotti tipici del Piemonte: la guida ai migliori produttori

La Cucina Italiana

Una terra ricca di buon cibo conosciuto in tutta Italia, ma non solo. Girando in lungo e in largo questa regione, ecco 9 prodotti tipici del Piemonte e i produttori cui andare per assaggiarli. Dai famosi ortaggi come il peperone di Carmagnola ai prodotti iconici come il cioccolato, la terra piemontese si distingue per ingredienti di grande qualità da inserire nella nostra lista della spesa, oltre a quelli già iconici come il vino che hanno fatto la storia di questa regione. Vediamo quindi una serie prodotti, alcuni più noti e altri meno, e relativi produttori dove potersi rifornire.

9 prodotti e produttori da conoscere in Piemonte

Birra

La birra non è sicuramente un prodotto distintivo del Piemonte, ma sempre di più la birra artigianale si sta diffondendo in Italia, come prodotto a grande richiesta dai consumatori. Due piccoli produttori e chicche: Birrificio Sagrin e Canediguerra. Entrambi con sede in provincia di Alessandria, si distinguono per le loro birre: da quelle più particolari particolari a quelle più classiche, ognuna con la propria firma.

Ortaggi

Ci sono diversi segni distintivi quando parliamo di ortaggi piemontesi, che quasi tutti ormai conoscono: sono infatti il Porro di Cervere e il Peperone di Carmagnola, le due rock star piemontesi in termini di verdure. Entrambi tutelati da un Consorzio, hanno diversi produttori che producono e vendono i distinti prodotti.

Affinatori di formaggio

Quando si parla di formaggi, il Piemonte sa di vantare formaggi di vario genere dai più ai meno stagionati. La presenza dei monti porta infatti ad avere diversi formaggi d’alpeggio in zone distinte della regione, ma chi fa un vero e proprio lavoro di ricerca produttori e prodotti sono gli affilatori, coloro i quali lavorano direttamente con i produttori prendendo loro i vari formaggi freschi appena prodotti e trasformandoli in quelli che conosciamo noi come prodotto finito, grazie al giusto affinamento. Due esempi sono Luigi Guffanti, ormai noto affilatore e distributore di formaggi per tanti ristoranti, con sede nel Novarese, e il giovane Matteo di Le Tome di Villa, affinatore ai piedi della Val Chiusella.

Dolci e gelato

Su una cosa siamo certi: i dolci in Piemonte vanno per la maggiore. Sotto il cappello dolciario vi sono sia gelati che pasticceria. Partendo dal primo, un prodotto di grande qualità è quello di Alberto Marchetti, il gelataio che ha conquistato per i gusti Presidi Slow Food, ma non solo, e che si è ormai esteso anche fuori regione (Milano). Nella sezione dolci, una grande novità è Mamù, una piccola realtà a conduzione familiare nel Monferrato, che crede nella materia prima locale e quindi nel rapporto diretto con i produttori.

Cioccolato

Il cioccolato in Piemonte è una sezione a parte. Il culto di questo frutto pregiato è di grande importanza nella tradizione regionale, soprattutto Torinese. Due esempi? Guido Castagna e Guido Gobino, che non hanno bisogno di presentazione alcuna. Oltre a loro spicca anche La Perla di Torino, azienda nota per i suoi variegati Tartufi di cioccolato.

Farina

La farina è un prodotto derivato dal grano di forte rilevanza in tutta Italia. In Piemonte ci sono due virtuosi esempi di Mulini, che hanno spopolato in Italia, ma non solo: Mulino Marino e Mulino Sobrino, entrambi nel cuneese.

Riso

Per questo prodotto ci spostiamo più verso la Lombardia, nella famosa zona atta alla produzione di riso: Vercelli e Novara. Due sono i noti produttori che si sono fatti largo nei mercati nazionali e non:  Riso Buono e Acquerello.

Tartufo e altro

Chi non conosce la Fiera del Tartufo di Alba? Il tartufo è un ingrediente rinomato nella zona delle Langhe, che ha spopolato in tutto il mondo per la sua essenza pregiata e il suo gusto saporito ed elegante. Un’azienda che è stata in grado di prendere quest’ ingrediente e trasformarlo nelle sue diverse declinazioni è proprio Tartuflanghe, che si è distinta nella produzione di prodotti quali: olio al tartufo, tajarin al tartufo e condimenti vari, insieme a tanti altri prodotti.

Carne 

Ultimo, ma non per importanza, abbiamo la carne, ingrediente forte nella tradizione gastronomica Piemontese. Quasi tutti conoscono infatti la carne cruda battuta al coltello o la salsiccia cruda di Bra. Ecco che la La granda si è distinta come azienda di qualità di settore, insieme a Luiset, nota principalmente per i salumi, ma non solo .

Proudly powered by WordPress