Tag: Umido

Anna in Casa: ricette e non solo: Anelli di totano in umido con piselli

Anna in Casa: ricette e non solo: Anelli di totano in umido con piselli

Chi mi segue o mi conosce sa che non amo molto il pesce, ne mangio poco e ho mille difficoltà nel cucinarlo. Credetemi io ci provo ma non azzardo mai qualcosa di più complicato di un pesce intero al forno o di una ricetta come questa, senza pretese e facilissima.

Ingredienti

400 g di totano

400 g di passata di pomodoro

200 g di piselli, anche surgelati

1/2 bicchiere di vino bianco

1/2 bicchiere di acqua 

trito di sedano, carota e cipolla

Procedimento

In una casseruola bassa mettere a

soffriggere un trito di sedano,

carota e cipolla in due cucchiai di olio.

Aggiungere i totali, 

io gli anelli più grandi li ho tagliati a metà, 

e rosolarli due o tre minuti.

Sfumare con il vino bianco e lasciarlo

evaporare del tutto.

Unire i piselli e mescolare di tanto in tanto, 

cuocendo per 5 minuti.

Trascorso il tempo unire la salsa di pomodoro,

salare, insaporire con il pepe e il dado granulare.

Aggiungere l’acqua

far cuocere per 20-25 minuti.

Anna in Casa: ricette e non solo: Seppioline in umido con piselli e patate

Anna in Casa: ricette e non solo: Seppioline in umido con piselli e patate

Finalmente ieri abbiamo abbandonato il colore rosso, siamo diventati arancione e un raggio di sole ha portato il colore giallo nella nostra regione. Sembro pazza? Beh di base un po’ lo sono ma effettivamente in questo periodo tutti siamo condizionati da questi tre colori e io ho voluto spiegarveli così, almeno fino a quando non avremo il premio dell’ambito colore bianco, dove tireremo sospiro di sollievo senza però abbassare troppo la guardia.

Ingredienti

450 gr di seppioline già pulite

150 gr di piselli surgelati

2 patate medie tagliate a dadini

1 bicchiere di vino bianco

20 gr di olio di oliva

1 pezzo di porro

1 tazza di rustica di pomodoro

prezzemolo fresco

sale e pepe 

Preparazione tradizionale

Tritare grossolanamente il porro e rosolarlo in una padella abbastanza capiente con olio d’oliva.

Unire le seppioline e insaporire per 5 minuti.

Sfumare con il vino bianco

 e successivamente aggiungere i piselli, i dadini di patate e 

la rustica di pomodoro.

Se necessario aggiungere un po’ di brodo vegetale granulare.

 Coprire e cuocere per circa 20 minuti.

Salare, pepare e continuare la cottura per altri 5 senza coperchio.

Prima di servire a piacere, cospargere con prezzemolo tritato.

Polpo in umido con patate

Polpo in umido con patate

 

Oggi pioggia e vento ma è ormai da qualche giorno per uscire la mattina presto a dare la pappa alla nostra cagnolona, ho tirato fuori dall’armadio la mia vestaglia. La notte il solo lenzuolo è un ricordo e va bene così, siamo a ottobre e l’autunno è entrato di diritto dalla porta.  Anche il menù sta cambiando, niente insalatone e via alle zuppe per cena. 

Il polpo in umido è un piatto ottimo se cucinato in estate, magari accompagnato da qualche fetta di pane a bruschetta, e perfetto se servito nella stagione più fredda accompagnato da una polenta calda e fumante.

Ingredienti

1 polpo 

4 patate tagliate a tocchetti

1/2 spicchio di aglio

1 carota

1 cipolla bianca

1/4 di gambo di sedano

1/2 bicchiere di vino bianco

2 bicchieri di passata di pomodoro

prezzemolo tritato

sale e pepe

due foglie di alloro

olio extravergine d’oliva

se dovesse servire 1 bicchiere di brodo

Procedimento

Io ho acquistato un polpo surgelato, l’ho lasciato scongelare e l’ho sciacquato sotto acqua corrente, prima di tagliarlo a tocchetti e tenerlo da parte a temperatura ambiente per qualche minuto.

Nel frattempo ho preparato un trito con il sedano, la carota e la cipolla e ho fatto rosolare il tutto in una casseruola con l’olio e l’aglio.

Ho unito i tocchetti di polpo, l’ho rosolato per qualche minuto, ho sfumato con vino e appena evaporato, ho continuato la cottura per una quindicina di minuti.

Successivamente ho aggiunto i tocchetti di patate, la passata di pomodoro e le foglie di alloro.

Ho cotto il tutto per circa 40 minuti un’ora a fiamma bassa, mescolando di tanto in tanto e controllando che non si asciugasse troppo (nel caso aggiungere un po’ di brodo).

Una volta cotto, togliere dalla fiamma, aggiungere sale, pepe, prezzemolo e lasciare riposare il ntutto per 20-30 minuti prima di scaldare e servire.

Ricerche frequenti:

Proudly powered by WordPress