Tag: ricetta polenta

Come fare il limoncello in casa e sentirsi in Costiera

La Cucina Italiana

Il limoncello, quello buono, non si compra. Si fa.

La ricetta è davvero semplice, quello che varia sono i tempi. C’è chi dice che si prepara in un paio di giorni, chi in una settimana, chi in un paio di mesi e anche più. Tutto dipende da quanto decidete di lasciar macerare i limoni nell’alcool. Vi proponiamo un limoncello classico e davvero molto gradevole che si prepara in due mesi circa, ma se avrete pazienza di aspettare ne varrà la pena. L’importante è avere a disposizione dei limoni non trattati, ingrediente fondamentale per la buona riuscita del vostro limoncello, e delle foglie di ulivo, un trucchetto per veri intenditori!

Una volta pronto, vi suggeriamo di travasarlo in bottiglie da 500 ml pronto per essere regalato a tutti gli amici che dopo averlo assaggiato vorranno portarlo a casa. Oppure conservatelo in frigorifero o in congelatore sempre pronto all’uso. Il limoncello va servito ghiacciato, non dimenticatelo. Potete anche utilizzarlo per rendere più profumati i vostri dolci e le torte da colazione.

Come fare il limoncello a casa

Procuratevi dell’alcool puro al 95%. Con un pelapatate prelevate la parte esterna gialla della buccia di 10 limoni non trattati lavati accuratamente. Evitate l’interno bianco. 

Tagliate a listarelle sottili la buccia di limone e immergetela in 750 ml di alcool all’interno di una grande recipiente di vetro con il coperchio. Aggiungete delle foglie di ulivo. Questo è un trucchetto che rende davvero unico il limoncello. Sono facoltative, ma vi consigliamo di provare! 

Lasciate riposare questo composto per circa 20-30 giorni. Una volta trascorso questo tempo preparate una sciroppo sciogliendo sul fuoco 1200 gr di zucchero in 1,5 litri di acqua

Fatelo raffreddare e poi unitelo all’alcool e ai limoni. 

Lasciate riposare il tutto per altri 30 giorni e poi filtrate il limoncello prima di travasare in bottiglia.

Ravioli ai fichi – Ricetta di Misya

Ravioli ai fichi - Ricetta di Misya

Innanzitutto preparate la pasta: mettete in una ciotola farina, olio e acqua calda e impastate velocemente fino ad ottenere un panetto omogeneo.

Avvolgete l’impasto con pellicola trasparente e lasciatela riposare per 30 minuti.

Sbucciate i fichi e tagliateli a pezzetti.

Cuoceteli per 10 minuti a fiamma bassa in una padella antiaderente insieme con lo zucchero, mescolando ogni tanto, quindi lasciateli raffreddare.

Unite in una ciotola farina, sale, maizena, fichi (ormai freddi) e cannella e amalgamate.

Riprendete la pasta, eliminate la pellicola, dividetela a metà e stendetela con la macchina tirasfoglia, partendo dallo spessore maggiore e fino ad arrivare a una sfoglia mediamente sottile.

Distribuite cucchiaini di farcitura su una delle sfoglie, copritela con una seconda sfoglia e con una formina ricavate i vostri ravioli, cercando di sigillare bene i bordi.

Lessate i ravioli in acqua bollente leggermente salata per circa 5 minuti, quindi scolateli e saltateli in padella con burro, grana e timo.

I ravioli ai fichi sono pronti, serviteli subito.

Dolci freddi: 50 ricette a prova di estate

Dolci freddi: 50 ricette a prova di estate

In piena stagione estiva, con il caldo che picchia come un pugile incazzato, non c’è niente di più piacevole di un dessert freddo che rinfreschi le papille gustative e metta a tacere l’afa, almeno nel momento dell’assaggio. 

Dolci freddi senza cottura

Anche se la calura estiva diventa insopportabile, la voglia di dolce non passa mai, quindi la soluzione è puntare tutto sui dolci freddi senza cottura: che si tratti di tartufini, gelati o una sontuosa cheesecake, si possono preparare tanti dessert golosi e invitanti senza bisogno di accendere forno e fornelli.

Senza cottura
Senza cottura: fresche ricette da fare quando il clima è bollente

Estate, voglia di gusto e freschezza, ma nessuna intenzione di accendere i fornelli. Se vi trovate in questa situazione, abbiamo le idee giuste per voi

Dolci freddi sullo stecco

Basta un bastoncino di legno, frutta fresca e un mixer per dare vita a ghiaccioli succosi e colorati, ricchi di gusto e soprattutto ghiacciati. Un attimo di refrigerio per tutti i gusti, che conquista da sempre grandi e piccini. E poi le versioni più estrose dei grandi classici come il tiramisù sullo stecco o la cheesecake gelato sullo stecco. 

Ghiaccioli alla frutta fresca
Ghiaccioli con frutta fresca, acqua e zucchero: come farli bene

Lamponi, ananas, pesche e molto altro ancora. I ghiaccioli in 4 ricette semplici e fresche perfette per rifugiarsi dal caldo torrido e rinfrescarsi un po’

Dolci freddi: frigo o freezer?

Tutta questione di consistenze. I dessert che contengono gelatina o altri addensanti vegetali vanno messi a raffreddare e rassodare in frigorifero, è il caso di budini, semifreddi, cheesecake, panna cotta e aspic. I dolci come gelati, granite, sorbetti e ghiaccioli necessitano del gelo vero per raggiungere la perfetta consistenza e dare vita a magnifici dolci sotto zero

Viennetta fatta in casa
Viennetta fatta in casa: classica o speciale?

La celebre torta gelato si può fare in versione facile e casalinga. Ecco come prepararla e come variare la ricetta con ingredienti ancora più golosi

Ecco i nostri 50 dolci freddi a prova di estate

Proudly powered by WordPress