Tag: cucina ricette

Olive all’ascolana – Ricetta di Misya

Olive all’ascolana - Ricetta di Misya

Iniziate a preparare la farcitura e, prima di tutto, mondate e tritate carota, sedano e cipolla.

Fateli appassire in una padella antiaderente con dell’olio, quindi unite la carne, sfumate col vino, condite con sale e pepe e fate cuocere lentamente a fiamma bassa, mescolando ogni tanto.
A fine cottura lasciate raffreddare.

Nel frattempo, con un po’ di cautela, snocciolate le olive  tagliandole a spirale, in modo da lasciarle in un unico pezzo che sia però apribile per infilarci dentro la farcitura.

Preparate la farcitura: mettete in un mixer la carne, il parmigiano, la noce moscata, la buccia di limonee il pangrattato e frullate, quindi incorporate anche l’uovo (dovrete ottenere un composto morbido ma non troppo appiccicoso, se necessario aggiungete altro pangrattato).

Con un po’ di pazienza, riempite le olive con la farcitura, cercando di non romperle.

Impanate le olive passandole prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto, poi nel pangrattato.

Friggete le olive, poche per volta, in olio già caldo, facendole dorare in maniera uniforme e scolandole poi con una schiumarola su carta assorbente.

Le olive all’ascolana sono pronte, servitele subito.

Cupola di fragole – Ricetta di Misya

Cupola di fragole - Ricetta di Misya

Se non lo avete già fatto, preparate il pan di Spagna.
Prendete 200 gr di fragole (presi dal totale), lavatele, mondatele e tagliatele a fettine.
Rivestite lo stampo da zuccotto di pellicola per alimenti, facendola aderire per bene e tenendo i lembi lunghi oltre il bordo, quindi create uno strato di fettine di fragole su tutta la superficie, partendo dal centro.

Mettete la colla di pesce a bagno in acqua fredda per 10 minuti.
Intanto prendete 180 gr di fragole, lavatele, mondatele e tagliatele a cubetti, quindi aggiungete il succo di limone e 30 gr (2 cucchiai) di zucchero e frullate.

Montate il mascarpone con lo zucchero, quindi incorporate la purea di fragole, mescolando bene.

Montate la panna ben fredda di frigo.

Strizzate la colla di pesce e scioglietela nel latte tiepido, poi incorporatela alla crema di mascarpone e fragole, infine aggiungete anche la panna montata e mescolate delicatamente, con un movimento dal basso verso l’alto.

Riprendete lo stampo e versateci dentro metà della crema; incastonateci dentro le fragole rimaste (dopo averle lavate, mondate e asciugate), quindi coprite con la crema restante, livellate bene e completate con il pan di Spagna.
Chiudete con la pellicola rimasta lungo i bordi e lasciate riposare in frigo per almeno 4 ore.

Riprendete lo stampo, aprite la pellicola e capovolgetelo con cautela su un piatto da portata, quindi sfilate delicatamente lo stampo e tirate via la pellicola.

La cupola di fragole è pronta, non vi resta che tagliarla a fette e servirla.

Quand’è la Festa della Mamma? La storia e le nostre ricette

La Cucina Italiana

Quando è la Festa della Mamma? Una delle feste più attese della primavera è proprio la Festa della Mamma. Un giorno per pranzare insieme, dedicarsi qualche tenera attenzione, comprare dei fiori e mangiare pasticcini. Ma il primo passo per festeggiarla al meglio è… non sbagliare giorno. Le mamme ricordano sempre tutte date, questa volta facciamolo noi.

Quando è la Festa della Mamma

La Festa della Mamma non ha una data precisa, ma si celebra per consuetudine la seconda domenica di maggio. Quest’anno dunque cadrà domenica 8 maggio.

La storia

Le prime tracce di questa celebrazione si trovano nell’Inghilterra del XVII secolo. La festa Mothering Day non era però dedicata alle madri, ma ai bambini che lavoravano. In questo giorno, che coincideva con la quarta domenica di Quaresima, potevano raggiungere le famiglie e stare a casa. Questa festa non si diffuse anche in America dove dobbiamo aspettare il 1870 per averne traccia. Nel maggio di quell’anno l’attivista e pacifista Julia Ward Howe proposte l’istituzione di un giorno dedicato alle madri per favorire la pace all’epoca della guerra di secessione americana.

Questa proposta venne perpetrata da Anna Jervis, figlia della sua amica Ann. La donna vide il suo sogno realizzarsi nel 1908 quando la festa della mamma venne celebrata per la prima volta a Grafton nel Massachusetts. Il garofano, fiore preferito di sua madre, venne eletto a simbolo della celebrazione. L’ufficializzazione della festa risale però al 1914 quando il presidente Woodrow Wilson, con una delibera del Congresso, istituì il Mother’s Day.

In Italia

Come accennavamo sopra, in Italia l’usanza di celebrare questa festa è più recente. Siamo nel 1957 quando la festa della mamma fu festeggiata la prima volta da don Otello Migliosi, un sacerdote del borgo di Tordibetto ad Assisi. Da quel momento è entrata a far parte del calendario delle feste e segue l’usanza americana di essere celebrata la seconda domenica di maggio.

Per festeggiare

Un’idea sempre gradita per festeggiare le nostre mamme è invitarle a pranzo. Una tavola ben apparecchiata, dei bei garofani al centrotavola e pietanze fiorite nel piatto. Cosa regalare per la Festa della Mamma? Lasciatevi ispirare dalle nostre ricette e accompagnate ogni portata con un biglietto. Faranno felici le mamme teneri auguri, poesie e aneddoti divertenti.

Ecco le nostre ricette per festeggiare la mamma

Festa della Mamma: le ricette da regalarle

Proudly powered by WordPress