Tag: ricette di cucina moderna

Maggio = Speck Alto Adige IGP

La Cucina Italiana

Maggio in Alto Adige è il mese dedicato allo Speck Alto Adige IGP e le numerose iniziative ad esso legate, che lo vedono protagonista per un’intera giornata nella cittadina di Naturno, durante uno sfizioso SpeckAperitivo a tappe su tutto il territorio e in occasione dello SpeckSafari a Bolzano. Tre momenti per gustare uno dei prodotti più tipici e rappresentativi dell’Alto Adige e farsi cullare dal suo profumo unico, dalla sua storia e, naturalmente, dal suo inconfondibile sapore.

22 maggio: Giornata dello Speck Alto Adige

Naturno, paese in Val Venosta a pochi chilometri da Merano, è famoso per le sue bellezze naturali quanto per una singolare caratteristica: il vento che soffia tra le sue vie, definito perfetto per la stagionatura dello Speck Alto Adige IGP. Non poteva quindi che essere questa la location per la prima Giornata dello Speck Alto Adige! Il prossimo 22 maggio sarà un giorno interamente dedicato ai sapori, alla buona cucina e a tante novità da gustare nelle vie del paese di Naturno, con numerosi stand dei produttori che, a partire dalle ore 10, daranno il via ad una giornata decisamente “saporita”. In questa occasione, sarà possibile cono-scere i prodotti quanto i produttori, assaggiare e acquistare il loro Speck Alto Adige. Su un grande palco, lo chef Thomas Ortler presenterà la creatività di una ricetta a base di Speck Alto Adige IGP, mentre i produttori locali al mercato gastronomico condivideranno le loro conoscenze sulla produzione. 

Speck-Aperitiviamo?

Tutti i giovedì del mese di maggio a Bolzano, Merano, Brunico e Bressanone è SpeckAperitivo, ovvero il momento perfetto per gustare un aperitivo a base di Speck Alto Adige IGP, vino bianco secco o birra pregiata e rinfrescante. Il tutto, immersi nel meraviglioso paesaggio altoatesino, tra verde e blu a perdita d’occhio. Da segnare in agenda: 5, 12, 19 e 26 maggio 2022 presso il Bar Campo Franz a Bolzano, il lounge bar Les Arcades a Merano, il ristorante Waink’s a Brunico e il locale Alter Schlachthof a Bressanone.

Mai provato lo SpeckSafari?

Portiamoci avanti e segnamo già in agenda un evento straordinario, naturalmente al gusto di Speck! Tra i portici medievali e le piazze antiche di Bolzano si svolgerà lo SpeckSafari, un itinerario unico tra le vie del capoluogo altoatesino e le sue tipiche macellerie, dove si terrà una degustazione per apprendere tutti i segreti della produzione dello Speck Alto Adige IGP e, naturalmente, rifarsi il palato. Un’escursione di 2 ore ogni venerdì di ottobre (e due date extra a novembre), da fare – o meglio, gustare – rigorosamente in compagnia.

» Risotto ai ceci – Ricetta Risotto ai ceci di Misya

Misya.info

Innanzitutto frullate i ceci (in un mixer o con un minipimer), lasciandone solo qualcuno intero da parte per la decorazione finale.
(Se usate ceci precotti, ricordate di scolarli e sciacquarli bene sotto acqua corrente prima di usarli.)

Fate appassire la cipolla tritata con un po’ di olio in una casseruola (volendo potete aggiungere anche un rametto di rosmarino, che leverete rpima di aggiungere il riso), aggiungete anche il riso, fatelo tostare per qualche minuto e poi sfumate con il vino.
Iniziate ad aggiungere il brodo, un mestolo per volta, aggiungendone ancora man mano che viene assorbito dal riso, e portate a cottura.

Una volta cotto il riso mantecate con la purea di ceci e, se volete, con il burro.

Il risotto ai ceci è pronto: impiattate, decorate con ceci interi, prezzemolo (o rosmarino) e pepe, eventualmente aggiungete un filo d’olio a crudo e servite.

» Torta Fedora – Ricetta Torta Fedora di Misya

Misya.info

Montate molto bene le uova con lo zucchero, per almeno 10 minuti, quindi incorporate la farina setacciata insieme al lievito.

Versate il composto nello stampo imburrato e infarinato, livellate la superficie e cuocete per circa 25 minuti a 180°C, in forno ventilato già caldo, quindi sfornate e lasciate raffreddare completamente.

Lavorate molto bene la ricotta con lo zucchero, quindi pesate 250 gr di questa crema di ricotta e mettetela da parte (la userete per la decorazione), e aggiungete le gocce di cioccolato alla crema restante.

Preparate la bagna portando a bollore l’acqua con 50 gr di zucchero e succo e buccia di arancia, quindi eliminate la buccia.
Tagliate il pan di Spagna a metà dividendolo in 2 dischi, quindi bagnate entrambe le parti con la bagna.

Farcite con la crema cassata, quindi chiudete con il secondo disco di pan di Spagna e ricoprite la superficie (sia superiore che laterale) con la crema di ricotta (conservatene un pochino per la decorazione finale), livellandola bene.

Una volta ricoperta tutta la torta, decorate a piacere con granella (o farina) di pistacchi e mandorle, quindi aggiungete dei ciuffetti di crema e completate con le ciliegie candite

La torta Fedora è pronta, non vi resta che servirla.

Proudly powered by WordPress