Tag: ricette di cucina pesce

10 ricette per chi pensa di odiare la zucca

10 ricette per chi pensa di odiare la zucca

Gli ingredienti cui abbinare la zucca e le preparazioni per apprezzarla come non avevamo mai fatto. Scommettiamo che tra un pasticcio, una chips e un gelato ci scopriremo innamorati della sua polpa?

Non vi piace la zucca fritta, nell’impasto degli gnocchi e nemmeno nella zuppa. E allora avete deciso che non fa per voi. Ma siete sicuri di conoscerla davvero? L’arrivo dell’autunno è il momento ideale per approfondire il tema e prenderci un po’ di tempo per fare qualche tentativo inedito e, magari, cambiare idea.
Prima di scoprire quali ricette sono pronte a farcela gustare come non avevamo mai fatto e lasciarci tentare da 10 piatti golosi, guardiamola da vicino.

Gli ingredienti con cui si sposa bene

Partiamo da un grande classico: la noce moscata. Un abbinamento che possiamo utilizzare in ricette dolci e salate e ideale per donare una nota piccante e intensa che contrasta piacevolmente con la dolcezza della polpa. Ed è proprio per mitigare il dolce e giocare con i contrasti che possiamo puntare anche sui formaggi. Erborinati e stagionati, ma anche freschi e leggeri come quelli cremosi a base di latte di capra. Per donarle un tocco esotico, invece, non è male una punta di cannella nelle ricette salate e una dose generosa nei dolci e nelle confetture. Per preparare le zuppe contiamo sull’aiuto di ingredienti caratterizzati da una consistenza farinosa e un sapore delicato come le patate e le castagne. Se avete voglia di un contrasto, per le ricette salate è ideale la pancetta mentre gli agrumi daranno un twist in più a torte e biscotti.

10 ricette per cambiare idea

Zeppole al cacao, culatello e mostarda di zucca: tre sapori forti si mescolano in un assaggio croccante, piccante e sapido. La spinta della mostarda vi presenterà l’anima più aggressiva di un ingrediente che avete sottovalutato.

Gamberi e chips di zucca con mandorle: una sorta di fish & chips elegante e leggero da assaggiare a occhi chiusi per assaporare appieno i contrasti tra la morbidezza dei gamberi e la croccantezza delle chips.

Tartufi di zucca e formaggio con granella di nocciole: queste praline sapide sono morbide all’interno e croccanti fuori. L’antipasto è perfetto per innamorarsi a piccoli morsi.

Pasta e fagioli, zucca, astice e salvia: ispirato a una preparazione semplice, questo piatto è perfetto per capirne le potenzialità nei primi di pesce. Praticamente perfetta.

Capesante in zuppetta di zucca e fagioli: continuiamo sulla stessa onda con una ricetta che potrebbe già farvi pensare al Natale. O alla cena romantica che rimandavate da un po’.

Crostata zucca, cioccolato e sale: se amate i dolci non dolci, questa torta potrebbe diventare a sorpresa una delle vostre preferite. Provare per credere.

Gelato alla zucca e zenzero: qui il dolce è più tradizionale, ma ci pensa lo zenzero a svelare l’anima esotica dell’ingrediente che stiamo studiando. Avreste mai pensato a un gelato autunnale?

Ciambella di zucca e mela: a proposito di abbinamenti, zucca e mela vanno molto d’accordo e questo dolce saprà spiegarvelo bene.

Pane al cioccolato e confettura di zucca: questo pane si sentirebbe perso senza la sua confettura. Una sintonia commovente.

Pasticcio con zucca e funghi: un ritratto dell’autunno in piena regola per conoscere il lato più intimo della zucca pronta a regalare la sua migliore consistenza ai tesori del bosco.

Le nostre ricette

Buffalo wings – alette di pollo americane fritte

Misya.info

Tirate le ali di pollo fuori dal frigo, in modo che mentre procedete con le altre preparazioni arrivino a temperatura ambiente (cuoceranno in modo più uniforme).
Preparate la salsa Buffalo: mettete tutti gli ingredienti in un pentolino, mescolando con una frusta, e cuocete a fiamma media, continuando a mescolare, finché non arriverà a ebollizione e inizierà ad addensarsi, quindi togliete dal fuoco e unite in un’ampia padella antiaderente con il burro fuso (i 40 gr), sbattete per far uniformare, quindi lasciate raffreddare.

Preparate ora la salsa al gorgonzola: unite tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolate, facendo sciogliere bene il gorgonzola (se preferite, potete usare un minipimer).

A questo punto potete friggere le ali, in olio ben caldo, girandole per farle dorare in uniformemente, e scolandole poi su carta da cucina.

Condire le ali ancora calde con la salsa Buffalo, mescolando delicatamente per farle ricoprire in maniera omogenea.

Le Buffalo wings sono pronte: servitele subito, con la salsa al gorgonzola a parte.

lo chef compie 56 anni

lo chef compie 56 anni

L’8 ottobre lo chef spegne 56 candeline. Ripercorriamo la sua carriera tra ristoranti di successo, piatti celebri e avventure sul piccolo schermo

Tanti auguri a Carlo Cracco! Lo chef, nato a Creazzo (Vi) l’8 ottobre 1965, oggi compie 56 anni, un tempo in gran parte trascorso tra ristoranti di tutto il mondo e programmi televisivi che lo hanno reso uno dei cuochi più celebri d’Italia e a livello internazionale.

I primi passi in cucina di Carlo Cracco

Dopo la formazione all’istituto alberghiero e le prime esperienze formative, nel 1986 Cracco ha l’opportunità di lavorare a Milano con Gualtiero Marchesi e successivamente con Alain Ducasse in Francia. Rientrato in Italia, diventa lo chef dell’Enoteca Pinchiorri a Firenze, ristorante che, con lui, conquisterà le tre stelle Michelin.

Cracco alla conquista di Milano (e non solo)

A Milano, Cracco torna chiamato dalla proprietà del negozio Peck con cui apre un ristorante e ottiene due stelle Michelin. Da executive chef diventa patron del locale fino al 2017 quando il ristorante chiude e lui annuncia nuove aperture in città. Nel mentre, Cracco aveva già inaugurato il bistrot Carlo e Camilla in segheria a Milano e il suo primo ristorante all’estero, Ovo by Carlo Cracco, a Mosca.

I ristoranti, i bistrot, l’azienda agricola

La storia recente di Carlo Cracco è il racconto del suo ambizioso progetto diventato realtà, ovvero Cracco in galleria – cafè, ristorante, cantina e un salone privato in galleria Vittorio Emanuele II a Milano -, di un bistrot da poco inaugurato sul Naviglio Grande, di un ristorante estivo aperto a Portofino, dell’azienda agricola Vistamare che conduce in Romagna insieme alla moglie Rosa Fanti.

Cucina tra passato e futuro (sostenibile)

Se tra i suoi piatti più celebri ci sono il tuorlo d’uovo marinato e l’insalata russa caramellata. Oggi la cucina di Cracco sta virando sempre più verso la sostenibilità rispettando la natura e le materie prime e utilizzando poca carne.

Cracco personaggio

Oltre allo chef, c’è poi il personaggio televisivo. Un’avventura, quella sul piccolo schermo, che ha visto Carlo Cracco protagonista di MasterChef, dove ha rivestito i panni di giudice del talent show culinario dal 2011 al 2017, e di Hell’s Kitchen Italia dal 2014 al 2018. In questi giorni ha debuttato, invece, su Amazon Prime la serie tv Dinner club, un cooking travelogue che vede lo chef viaggiare per l’Italia con sei compagni d’eccezione, da Francesco Favino a Diego Abatantuono, fino a Luciana Lettizzetto.

Proudly powered by WordPress