Tag: ricette con pasta sfoglia

Il gelato congela, ma resta morbido. Questione d’amore e dolcezza

La Cucina Italiana

Siete lì che vorreste congelarvi il cuore dopo l’ennesima delusione. Quel processo di congelamento necessario per non sentire più niente. È un po’ quanto accade per trasformare una miscela liquida in gelato. Se l’acqua congela in maniera eccessiva e gli ingredienti non sono bilanciati a dovere, il freddo inibirà del tutto il gusto.

Nella fase di produzione, si agita la miscela e la temperatura si abbassa in modo tale che il gelato raggiunga la giusta consistenza spumosa.

L’acqua contenuta nella miscela con l’abbassarsi della temperatura cercherà di diventare ghiaccio. È come se voi insisteste con ostinazione nel non voler avere più niente a che fare con le emozioni, inglobando il cuore in una patina di ghiaccio lasciando entrare il freddo. Ma c’è un elemento che saboterà i vostri piani, come saboterà quelli dell’acqua contenuta nella miscela.

Lo zucchero

Ad abbassare il punto di congelamento dell’acqua, che normalmente è zero, interviene lo zucchero che con il suo potere anticongelante sposta il punto di congelamento dell’acqua da zero alla temperatura desiderata dal gelatiere.

Immaginate ricordi dolci, piacevoli che affiorano durante il processo di congelamento del vostro cuore, ci vorrà maggiore convinzione per permettere all’acqua di renderlo un blocco di ghiaccio. La dolcezza scalda. Questo è il motivo per cui non avrete un gelato completamente solido tra le mani o un cuore di ghiaccio nel petto.

Nel calcolo di una ricetta di gelato, quindi, il gelatiere considera l’interazione tra lo zucchero e l’acqua per decidere a quale temperatura il gelato sia perfetto per essere servito. È un tessuto creativo che lega liquidi e solidi, senza troppa chimica aggiunta se non quella della natura.

Così quando tirerete fuori il vostro gelato artigianale al cioccolato per consolarvi, lasciatelo ammorbidire un poco per gustarlo al meglio e, vedrete, vi scalderà il cuore.

Andrea Fassi: maestro gelatiere della Gelateria Fassi di Roma che fa gelato artigianale dal 1880.

Le ricette dei gelati da fare in casa

Ricette per fare il gelato

Pasta fredda con verdure – Ricetta di Misya

Pasta fredda con verdure - Ricetta di Misya

Mondate le verdure, lavatele e tagliatele (peperone, melanzana e zucchina a listarelle, i pomodorini a metà o in 4 parti, a seconda delle dimensioni).

Fate dorare l’aglio (e, se volete, il peperoncino) con olio abbondante in una padella antiaderente ampia, levate l’aglio, aggiungete melanzane, zucchine e peperoni e fatele insaporire per qualche minuto a fiamma vivace, quindi salate, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per 10-15 minuti a fiamma medio-bassa, mescolando ogni tanto: le verdure dovranno ammorbidirsi, senza iniziare a sfarsi.
Nel frattempo cuocete la pasta in una pentola ampia piena di acqua bollente leggermente salata e scolatela ben al dente.

Assemblate: unite in una ciotola la pasta, le verdure cotte, i pomodorini, il formaggio a tocchetti, tanto basilico e un pochino di olio e sale se serve, e mescolate.

La pasta fredda con verdure è pronta: potete mangiarla subito o farla riposare in frigo per 1 oretta prima di servirla, in modo da farla insaporire ancora di più.

Torta Kinder Delice – Ricetta di Misya

Torta Kinder Delice - Ricetta di Misya

innanzitutto montate le uova con lo zucchero per almeno 10 minuti, fino ad ottenere un composto gonfio e chiaro, quindi incorporate a filo prima il latte a temperatura ambiente e poi l’olio.

A parte, mescolate gli ingredienti solidi (farina, fecola, cacao, lievito, semi di vaniglia) e setacciateli prima di aggiungerli al composto.
Amalgamate fino ad ottenere una pastella liscia e omogenea.

Versate il composto nello stampo imburrato e infarinato e cuocete per circa 35-40 minuti (fate sempre la prova stecchino per verificare la cottura, senza aprire mai lo sportello del forno prima che siano passati almeno 30 minuti), quindi sfornate e lasciate intiepidire prima di sformare e finire di far raffreddare su di una gratella.

Quando la torta sarà completamente fredda tagliatela a metà in senso orizzontale, in modo da creare 2 dischi.

Preparate la farcitura: montate la panna ben fredda di frigo e, prima che diventi troppo soda, incorporate gradualmente il latte condensato a filo, continuando a montare fino ad ottenere una crema densa.

Spennellate il disco che userete per la base con poco latte, quindi farcitelo con la crema, cercando di distribuirla in maniera uniforme, poi coprite con il secondo disco.
Lasciate riposare in frigo per almeno 3 ore.

Passate le 3 ore, preparate la glassa: scaldate la panna e il latte condensato quasi fino all’ebollizione; nel frattempo tritate grossolanamente il cioccolato, quindi versateci sopra la panna calda e mescolate fino a farlo sciogliere completamente.
Coprite con pellicola a contatto e lasciate riposare per 15 minuti, in modo che si raffreddi un po’ e diventi più densa.

Versate la glassa al centro della torta e lasciatela colare lungo i bordi, cercando di creare uno strato uniforme che ricopra tutta la superficie (se necessario, aiutatevi con una spatola.
Lasciate riposare in frigo per almeno 1 ora.

La torta Kinder Delice è pronta, decorate a piacere la superficie (se lo desiderate) e servite.


Proudly powered by WordPress