Tag: ricette cucina messicana

Il segreto della piccata di pollo al limone è la farina!

Il segreto della piccata di pollo al limone è la farina!

Una fettina di carne cotta in padella che rimane morbida e succulenta, tutto grazie all’impanatura!

Una fettina di pollo cotta in padella vi può far pensare a un secondo poco entusiasmante… Nulla di più sbagliato se la fettina di carne si trasforma in una piccata di pollo al limone, tenera e profumata, con l’aggiunta di un delizioso sughetto!

Secondi di pollo: 10 ricette sfiziose

Sfoglia la gallery

Con la farina è tutto più tenero

Il calore che si sviluppa nella padella in cui cuoce la fettina di pollo asciugherebbe la carne, sino a renderla dura e secca, in poche parole, immangiabile. Esiste però un modo per ridurre la disidratazione della carne, nonostante una cottura in padella ad alte temperature: passare la fetta di carne in un velo di farina prima di cuocerla. Questa proteggerà parzialmente la carne dal calore della padella, mantenendola umida.

Il brodo di pollo in poche mosse

Il brodo è un preparato che spesso viene associato a cibi poveri di sapore. Nulla di più sbagliato perché se fatto bene, con gli ingredienti giusti, il brodo serve invece ad arricchire di sapore moltissime preparazioni. A patto di farlo a regola d’arte. Per questo piatto procuratevi mezzo pollo o mezza gallina (più saporita), due carote, una costa di sedano, una cipolla e dei gambi di prezzemolo. Mettete il pollo in una pentola coperto di acqua e fatelo cuocere per due ore, schiumando di tanti in tanto. Trascorso questo tempo, aggiungete i vegetali tagliati a pezzetti e fate cuocere ancora per un’ora. A quaranta minuti dalla fine aggiungete i gambi di prezzemolo. Trascorse tre ore spegnete e filtrate il brodo. Lasciatelo poi raffreddare prima di metterlo in frigo. Assaggiatelo e salatelo se necessario. Potete anche congelarlo ma se non lo fate, consumatelo nel giro di due giorni.

La ricetta della piccata di polo al limone

Ingredienti per 4 persone

8 fettine di petto di pollo, 4 limoni, capperi sotto sale, 2 cipolle (o lo scalogno), 2 bicchieri di brodo di pollo, prezzemolo, burro, farina, olio extravergine di oliva, sale, pepe.

Procedimento

Per prima cosa tagliate in due i limoni, fate a fette abbastanza sottili un limone intero e spremete il resto. Tritate le cipolle, asciugate la carne con un foglio di carta assorbente e poi passate ogni fettina in un velo di farina su entrambi i lati e lasciatele in un piatto dove avrete messo un po’ di farina. In una padella scaldate un filo di olio extravergine e poi mettete le fettine di carne, una alla volta. Lasciate che si dorino ben bene da tutti i lati e poi toglietele dalla padella e tenetele al caldo. Aggiungete due noci di burro nella padella e poi mettetevi la cipolla affettata. Fatela soffriggere lentamente e, quando sarà dorata, unite il brodo, che servirà a deglassare il fondo. Aiutatevi con una spatola e poi unite il succo di limone e le fettine. Lasciate cuocere sino a che il liquido non si sarà ridotto da poter bagnare le fette di pollo senza farle affogare. Unite i capperi, il prezzemolo e la carne e lasciate sul fuoco ancora qualche minuto. Servite poi con una insalatina mista o verdure saltate a vostro piacimento.

piccata di pollo

Nel tutorial qualche consiglio per un piatto perfetto!

 

Come fare la focaccia in casa

Come fare la focaccia in casa

Alta, morbida e non troppo unta. Come si prepara un’ottima focaccia?

La focaccia bianca è una delle merende preferite dei bambini.
È buona semplice con qualche granello di sale in superficie e profumata al rosmarino, ma anche farcita con affettati e formaggi.

Comprarla al forno è una comodità, ma perché non provare a farla in casa?
Mangiarla calda appena sfornata è un piacere che vi ripagherà della fatica fatta.
Che poi. di fatica certo non si può parlare dato che la ricetta della focaccia è davvero semplice. Pochi ingredienti e poco lavoro. La focaccia richiede solo un po’ di precisione e una scelta accurata della materia prima.

Fresh focaccia from the bakery

La ricetta della focaccia toscana

Per preparare una focaccia morbida e gustosa sciogliete 12 g di lievito di birra fresco (mezzo panetto circa) in un bicchiere di acqua (o latte).
Mescolate poi 500 g di farina 00 con il lievito, un pizzico di zucchero, un’altro bicchiere di acqua, mezzo bicchiere di olio evo e solo alla fine aggiungete un po’ di sale.
Lavorate l’impasto con le mani o con una planetaria.
Lasciatelo riposare per due ore all’interno del forno spento coprendo il recipiente con la pellicola trasparente.
Stendete poi l’impasto all’interno di una teglia ben oliata e utilizzate i polpastrelli per creare tante piccole fossette.
Mescolate in una tazzina da caffè acqua e olio e spennellate con questo composto la superficie della focaccia.
Completate con del sale grosso e cuocete in forno caldo a 230° per circa 30 minuti.
Se preferite utilizzare il lievito madre al posto del lievito di birra, la quantità esatta è 125 g e l’impasto dovrà lievitare più a lungo, circa 5-6 ore.

Ecco di consigli utili per preparare una focaccia che non ha nulla da invidiare a quella del forno.

“Aiuto! arrivano gli ospiti…”, ecco la seconda edizione

Andrea Castrignano, l’architetto televisivo più amato, e lo chef Andrea Ribandone tornano con la seconda stagione di “Aiuto! Arrivano gli ospiti…”. Con i loro consigli, sei padroni di casa stupiranno gli ospiti con menu e appartamento completamente rinnovati

Che cosa ci fanno insieme un interior designer e uno chef stellato? Semplice, vi aiutano a organizzare la cena e la casa della vita.
I due, nello specifico, sono Andrea Castrignano e Andrea Ribaldone, su La5, dal 29 novembre ogni giovedì, in seconda serata per 6 puntate con la seconda edizione di Aiuto! arrivano gli ospiti…, il docureality che abbina food e design. Il format prevede che in ogni puntata i due Andrea si ritrovino alle prese con esigenze e situazioni diverse di padroni di casa che debbono abbinare la ristrutturazione di casa con l’organizzazione di un pranzo o di una cena per stupire i propri ospiti il giorno dell’inaugurazione.

Lo chef Andrea Ribaldone (foto courtesy Gianluca Grassano).
Lo chef Andrea Ribaldone (foto courtesy Gianluca Grassano).

Ecco allora che Andrea Ribaldone, stellato patron di osteria Arborina nelle Langhe e coordinatore dell’hub culinario Identità Milano, e il suo “partner in crime” aiuteranno di volta in volta a trasformare vecchi spazi in ambienti nuovi ed eleganti e al contempo a preparare e impiattare un menu irresistibile. I casi in questione? Si va dall’esperta d’arte che ha deciso di inaugurare la nuova casa con una housewarming reception per galleristi, artisti e collezionisti, al neo separato desideroso di conquistare una nuova fiamma; dalla single in carriera trasferitasi in una nuova città per lavoro e alle prese con un “debutto in società”, alla fan di Andrea Casstrignano stesso che si giocherà il tutto e per tutto con il fidanzato poco intraprendente per una cenetta dal finale a sorpresa, fino al manager rientrato in Italia dopo molti anni a Barcellona, che desidera stupire la mamma con una serata speciale nella nuova dimora.

L'architetto Andrea Castrignano.
L’interior designer Andrea Castrignano.

In aiuto ai due esperti anche la realtà virtuale: grazie a un nuovo visore infatti, i vari clienti si troveranno immersi nel progetto pensato per loro potendo così sceglier fra arredi e suppellettili con pochi e semplici ritocchi in 3D.

Proudly powered by WordPress